Amazon

Web alla conquista dell’audiovisivo: Allen per Amazon, Wong Kar-Wai per Alibaba

Non ci sono solo le cifre sborsate per aggiudicarsi i diritti sui film e le serie tv più popolari, che superano già i 5 miliardi di dollari all’anno nei soli Stati Uniti: i giganti del web e gli OTT ormai sembrano destinati ad affermarsi quali referenti di primo piano nella produzione audiovisiva, anche su scala mondiale e con nomi che hanno poco da invidiare alla “vecchia” industria dell’entertainment. Dopo la vittoria di un Golden Globe con il suo serial comico Transparent, ieri Amazon ha annunciato un nuovo progetto originale di alto profilo, firmato da un regista che di commedia brillante ne sa qualcosa come Woody Allen.

woody-allen_2324414b

Leggi tutto

Le serie di Amazon e Netflix spopolano ai Globe, avanza il cord cutting

Tv on demand un anno dopo: se alla passata edizione dei Golden Globe avevano tenuto banco le cinque nomination e il premio consegnato a Netflix, leader internazionale dello streaming ad abbonamento, per la sua serie originale House of Cards, la serata di ieri ha visto aumentare di gran lunga il protagonismo degli operatori OTT e dei loro prodotti destinati alla messa in onda online.

transparent-620x420

Leggi tutto

Frozen bestseller anche di Amazon [INFOGRAPHIC]

Concluso il 2014 rimangono le ultime classifiche di fine anno in cui curiosare, tra cui quella di Amazon: il portale leader nel settore dell’eCommerce ha pubblicato sul proprio sito la top 50 dei film e delle serie tv più vendute online in Italia. Ovviamente si parla di DVD e Blu-ray, dato che il colosso è attivo anche nel video on demand, ma solo in Stati Uniti, Giappone, Regno Unito e Germania. Nonostante il proliferare di cofanetti e alta definizione, il prodotto home video di maggior successo è stato un DVD, per la precisione quello del film di animazione Disney Frozen – Il Regno di Ghiaccio, che aveva già sbancato iTunes a livello internazionale e ottenuto una buona posizione anche nella top 10 riferita al nostro solo mercato locale.

amazon bestsellers cover

Leggi tutto

Amazon, nel 2015 un nuovo servizio VOD gratuito?

La notizia, dopo alcune indiscrezioni nei mesi scorsi, giunge dal New York Post: Amazon starebbe per lanciare nelgi Stati Uniti, nel 2015, un nuovo servizio VOD, separato dal servizio Prime Instant Video (che attualmente costa 99 dollari all’anno). La nuova offerta dovrebbe essere gratuita o comunque proposta a un prezzo molto ridotto e, soprattutto, dovebbe basarsi sull’inclusione di annunci pubblicitari. Una mossa che permetterebbe a Amazon, secondo alcuni analisti di sferrare una seria sfida a Netflix e Hulu.

Amazon Prime Instant video on demand Leggi tutto

Dal VOD 6,8 miliardi in arrivo per cinema e tv

L’online nemico dell’industria audiovisiva? Non sembrerebbe dalle ultime stime di RBC Capital Markets, secondo cui gli investimenti che i servizi di streaming ad abbonamento stanno effettuando in contenuti arriveranno a toccare i 6,8 miliardi di dollari nel 2015, assottigliando progressivamente la forbice rispetto alle cifre provenienti dai broadcaster tradizionali. Già alla fine di quest’anno, gli operatori di SVOD (subscription video on demand) pagheranno agli studi cinematografici e televisivi una somma prevista di 5,2 miliardi, ben superiore ai 3,3 miliardi spesi in diritti dai canali via etere.

theblacklistlg_zps602b800b

Leggi tutto

Tv connesse: Amazon rilancia con una chiavetta che fa concorrenza a Chromecast

Ormai, nel campo della tv connessa in rete, le loro mosse sembrano complementari e a ogni passo avanti di una, corrisponde una contromisura dell’altra. Stiamo parlando di Google e Amazon, due colossi del web da tempo impegnati in una corsa per accaparrarsi una fetta di questo mercato già in grande espansione (secondo le stime di TDG, gli apparecchi televisivi collegati godono di una penetrazione del 63% negli Stati Uniti) e che potrebbe ricevere ulteriore impulso dalla decisione di emittenti quali HBO e CBS di far partire un’offerta “stand alone”, vale a dire sganciata da quella televisiva tradizionale e dedicata solo agli utenti web. Se nemmeno due settimane fa l’azienda di Mountain View ha rilasciato il primo set-top box con Android TV, il Nexus Player di Asus, recuperando così il distacco con Amazon Fire TV, ieri il portale di eCommerce ha recuperato terreno con il lancio di una chiavetta low cost con funzionalità simili a quella di Google, in commercio dal 2013. Si chiama Fire TV Stick, costa 39 dollari e permetterà di vedere in streaming sullo schermo televisivo una vasta gamma di contenuti tramite le applicazioni native di partner quali  Netflix, Hulu e ovviamente il servizio di video on demand della stessa AmazonPrime Instant Video. Già presenti anche importanti operatori del settore musicale come Spotify e Vevo.

amazon-fire-tv-stick

Leggi tutto

BoxOfficeMojo di nuovo online

Così come era misteriosamente sparito venerdì, ora BoxOfficeMojo è ricomparso altrettanto misteriosamente, senza alcuna spiegazione in merito da parte della società, da IMDB o da Amazon.

Schermata 2014-10-12 alle 08.46.28

Leggi tutto

Apple rivela i nuovi iPhone, il VOD di Amazon sbarca su Android

Giornata movimentata quella di ieri per il mondo dell’high-tech di largo consumo. Prima di tutto non ha deluso l’atteso evento Apple, in cui come previsto è stato svelato il nuovo telefono di Cupertino. Anzi, i nuovi telefoni: l’ iPhone 6 e l’iPhone 6 Plus, rispettivamente da 4,7 e 5,5 pollici. Entrambi sono dotati di fotocamere da 8 megapixel più avanzate nel riconoscimento dei volti e nella messa a fuoco, oltre a permettere le riprese in slow motion.

iphone6_

Leggi tutto

Video Shorts: Amazon punta sulle clip e sfida YouTube, ma non troppo

Una nuova sezione gratuita dedicata a video brevi di ogni genere, dai trailer, ai tutorial, a quelli musicali. È questa l’ultima mossa del colosso dell’eCommerce per affermarsi quale piattaforma principe del consumo audiovisivo. Mentre YouTube sta per assottigliare in modo sostanziale la sua offerta pubblica di contenuti, almeno secondo indiscrezioni sempre più insistenti, con l’intento di convertirsi a una formula ad abbonamento in stile Spotify, Amazon fa esordire la sua nuova sezione Video Shorts, dove si trovano bene in evidenza gli ultimissimi materiali promozionali dei film di maggior richiamo, ma anche Katy Perry e il vasto catalogo di VEVO, tra i partner più “irrequieti” e fondamentali della piattaforma di Google.

video shorts amazon

  Leggi tutto

Amazon Studios: una nuova stagione di serie, rigorosamente on demand

Coppola, Soderbergh, Schwartzman: sono alcuni dei nomi che fanno da fiore all’occhiello alla nuova stagione di serial e pilot realizzati dagli Amazon Studios, il ramo produttivo del colosso dell’e-commerce ormai dedito principalmente a rimpolpare di contenuti originali l’offerta on demand del portale. Sottoscrivendo l’abbonamento Amazon Prime, dal costo annuale di 99 dollari, i clienti della compagnia non ottengono infatti solo l’annullamento delle spese di spedizione, ma anche accesso illimitato a una folta library di film e serie tv on demand, inclusi quei contenuti esclusivi autoprodotti dalla stessa compagnia per il suo pubblico online. Un’offerta che sembra volersi fare sempre più aggressiva, e che vedrà arrivare a settembre il serial di Jill Soloway Transparent, a ottobre una nuova stagione di quell’Alpha House che vede tra i protagonisti anche  John Goodman, a dicembre la serie di Roman Coppola, Alex Timbers e Jason Schwartzman Mozart in the Jungle, nel 2015 il poliziesco Bosch e il fantascientifico The After di Chris Carter. Previsto per il prossimo anno anche l’arrivo dei pilot della serie Red Oaks, firmato da Steven Soderbergh, The Cosmopolitans di Whit Stillman, Really, Hysteria e Hand of God. 

mozart in the jungle amazon

Leggi tutto