RedBox

Redbox: prezzi più alti e videogame, la nuova strategia dell’home video USA

Da 1,20 a 1,50 dollari a notte per il noleggio dei DVD, mentreBlu-ray e videogame saliranno rispettivamente a 2 e 3 dollari. A partire da dicembre i consumatori americani ancora affezionati al videonoleggio dovranno cominciare a fare meglio i conti quando si accingeranno a prelevare film e giochi dai popolari distributori automatici di Redbox, famosi per i loro prezzi altamente concorrenziali che permettono di godere delle ultime uscite in home video pagando anche meno del video on demand online. Nonostante il costo per disco sia ancora contenuto, l’incremento stabilito per il costo di noleggio è nell’ordine del 25% ed è il primo per quanto riguarda il comparto game e alta definizione, per i film invece c’era già stato uno storico aumento nel 2011 rispetto a quel “1 dollaro a notte” che ha aiutato il successo e la diffusione dei tipici chioschi rossi su tutto il territorio statunitense, in particolare nelle location della grande distribuzione.

redbox_main_610x296

Leggi tutto

Addio a RedBox Instant by Verizon, il presunto anti-Netflix

Chiuderà domani, segnando la prima clamorosa sconfitta di un servizio nato con il preciso intento di fare concorrenza al leader di mercato nel settore dell’on demand ad abbonamento. Il portale in questione è Redbox Instant by Verizon,  servizio lanciato a marzo 2013 da due partner molto insoliti: da un lato appunto Redbox, marchio specializzato nel noleggio di DVD e Blu-ray tramite distributore automatico, e dall’altra un colosso internazionale della fibra ottica, nonché provider di servizi di telefonia e tv. L’idea di business era quella di combinare il video on demand con il noleggio low cost di film su disco, focalizzandosi su quella fascia di utenti lasciata scoperta dal progressivo spostamento di Netflix verso la Rete.

Redbox Instant by Verizon

Leggi tutto

Moviebox: arriva anche in Italia il noleggio DVD low cost

Chi ancora si ricorda le serata passate a  sbirciare tra gli scaffali di Blockbuster (o qualsiasi altra catena simile) a cercare il film da vedere nella serata o nel weekend, ricorderà anche i problemi tipici di noleggiare un DVD. Oltre a mettere d’accordo i gusti degli eventuali compagni di visione, bisognava non perdere la tessera,  ricordarsi di non lasciar stazionare il disco da qualche parte in casa e riportarlo in videoteca entro la scadenza prevista, così da non andare incontro a spiacevoli maggiorazioni di costo. Con il crescere della pirateria, delle opzioni alternative di intrattenimento domestico e infine con lo sviluppo di un’adeguata offerta legale di cinema online, il videonoleggio sembrava destinato a rimanere sempre più nell’ambito dei ricordi… O forse no: a tentare di rivitalizzare il settore è arrivato in Italia Moviebox, un nuovo sistema di affitto che non prevede tessere né abbonamenti di alcun genere e, soprattutto,  limiti di tempo per la riconsegna dei dischi.

moviebox

Leggi tutto

Redbox: entro Natale il servizio di SVOD in partnership con Verizon.

Il video on demand ad abbonamento (SVOD) si sta rivelando sempre di più un settore chiave per la crescita del mercato dell’home entertainment statunitense.  Secondo gli ultimi dati ufficiali (che vi abbiamo riportato QUI), nel primo semestre 2012 il giro di affari del subscription video on demand ha superato il miliardo di dollari, con un aumento del 430% rispetto ai primi sei mesi del 2011. Niente di più normale, dunque, che nuovi soggetti si affrettino a entrare nella partita per tentare di scardinare il predominio dell’attuale leader del comparto, vale a dire Netflix. Tra questi, uno dei nuovi player più temibili sembra Redbox Instant by Verizon, un servizio di streaming ancora in fase di rodaggio, nato appunto dalla partnership tra i distributori automatici di Dvd e Blu-ray Redbox e il colosso della fibra ottica Verizon. Un competitor che intende fare il proprio ingresso sul mercato tra fine novembre e metà dicembre, con un’entrata “a effetto” in pieno periodo natalizio.

Leggi tutto

Redbox Instant By Verizon: lanciata la versione beta del sito di SVOD.

La partnership tra il colosso Verizon e il marchio specializzato nel noleggio di DVD e Blu-ray attraverso distributori automatici, Redbox, non è più solo un progetto sulla carta. Le due società hanno infatti trovato un nome e i responsabili esecutivi del nuovo servizio di SVOD, annunciato già a inizio 2012, che permetterà di noleggiare film via streaming a fronte di un abbonamento mensile dal prezzo contenuto, cioè sul modello del market leader Netflix.

Leggi tutto

Home video, USA: stabili le vendite di DVD e Blu-ray, lo streaming cresce più del 545 percento.

Notizie buone e meno buone arrivano per l’home entertainment dal mercato statunitense. Quella buona è che la spesa dei consumatori nel settore ha fatto registrare nel primo trimestre 2012 cifre finalmente positive dopo anni, vale a dire 4,45 miliardi di dollari in aumento del 2,5%. Quella meno buona, ma solo per quanto riguarda il business delle copie fisiche, è che gran parte di questo incremento si deve alla crescita del traffico streaming. Stando a quanto riporta DEG – The Digital Entertainment Group, il mercato di DVD e Blu-ray rimane infatti solo stabile, perdendo meno di un punto percentuale rispetto allo stesso periodo del 2011 e mettendo comunque a segno un risultato positivo, rispetto al precedente trend discesista.

Leggi tutto

Verizon e RedBox confermano un nuovo servizio VOD.

L’indiscrezione era già trapelata a metà dicembre (il nostro articolo qui), ma ora è stato confermato da entrambi i soggetti interessati: il provider di Internet, tv e telefonia Verizon e i distributori automatici di Blu-ray e DVD targati RedBox stanno mettendo a punto una partnership pronta a sfidare Netflix su entrambi i suoi segmenti di mercato: sia quello del video on demand che dell’home video.

 

 
Leggi tutto

Netflix affronta la class action degli azionisti, ma è primato nel VOD.

Non si può certo dire che sia un periodo tranquillo per Netflix: dall’apertura del servizio in Inghilterra e Irlanda, fino allo sbarco su Playstation Vita e alla nuova window imposta da Warner Bros per il noleggio dei suoi film in DVD e Blu-ray, la compagnia di Los Gatos ha vissuto un inizio anno decisamente movimentato. Partiamo dalle ultime notizie, cioè le dimissioni del Chief Marketing Officer, Leslie Kilgore, di cui ancora non si conosce il sostituto. La sua è la prima “testa” a cadere dopo un evento ben più rilevante, cioè la class action lanciata da un gruppo di azionisti, che evidentemente hanno deciso di non sottostare passivamente al crollo della società in Borsa causato dall’aumento dei prezzi partito a luglio e dalla decisione – poi abbandonata – di separare il business dello streaming da quello del noleggio per corrispondenza delle copie fisiche di film e serie tv. Il CEO Reed Hastings, non è un mistero, cerca da tempo ormai di spostare Netflix in via definitiva sul VOD, per competere con le grandi tv statunitensi, ma il processo si è dimostrato più lungo e complicato del previsto, e poco gradito ai consumatori americani ancora affezionati al noleggio per posta.

 


Leggi tutto

RedBox: come incide la finestra imposta dalle major sul noleggio di Blu-ray e DVD

Come vi abbiamo riferito ieri, Warner Bros sembra decisa a portare avanti la strategia di ritardare l’uscita dei suoi film in noleggio tramite i distributori automatici di RedBox, che per l’affitto di Blu-ray e DVD chiedono la cifra molto contenuta di 1,20 dollari al giorno, e tramite Netflix, che per un abbonamento mensile sotto ai 10 dollari offre il servizio via posta o in VOD via streaming. Entrambe le compagnie ultimamente hanno ritoccato verso l’alto le proprie tariffe, ponendo forse le basi per ricontrattare le intese esistenti con i diversi fornitori di contenuti che, come noto, temono l’eccessiva convenienza dei loro prezzi e la ritengono in parte responsabile dell’andamento non brillante di un mercato dell’home video già indebolito dalla pirateria. Ma non tutte le major perseguono la stessa politica, e sembra che le diverse finestre imposte per la release dei film si stiano riflettendo in maniera piuttosto distinta sul successo dei vari titoli in catalogo, almeno per quanto riguarda i chioschi rossi.

Leggi tutto

Warner Bros potrebbe allungare la window per il noleggio home video, ma senza il placet di RedBox

Codice rosso per il rapporto tra gli Studios e i nuovi grandi player del settore “rental” nel mercato degli Stati Uniti. Secondo indiscrezioni non ancora smentite, Warner Bros avrebbe infatti intenzione di raddoppiare la finestra tra l’uscita dei film in vendita e in noleggio, portandola a 56 giorni anziché quei 28 che rappresentavano il risultato di ardue trattative con i distributori automatici di Blu-ray e DVD targati RedBox.

 

Leggi tutto