Home > Post con tag: "CNC"

Francia, i dati sulla produzione nel 2014

Il CNC francese (Centre national du cinéma) ha divulgato i dati relativi alla produzione nell'anno passato. Nonostante un contesto economico difficile, la produzione cinematografica francese rimane forte, con 203 film prodotti nel 2014 (-6 film), lo stesso livello del 2010. Tuttavia gli investimenti in film d'iniziativa francese hanno registrato nello

Francia, presenze boom a febbraio (+28,5%)

Il mese di febbraio è stato sicuramente positivo per quanto riguarda il mercato cinematografico francese: il box office ha infatti registrato, secondo i dati forniti dal CNC, 22,56 milioni di presenze, in crescita del 28,5% rispetto a febbraio 2014. Se si considerano i primi due mesi dell'anno le presenze totali

Il 2015 inizia bene per il cinema francese

Gennaio col segno decisamente + per il cinema francese in patria, che ha registrato nel primo mese dell'anno una quota di mercato pari al 62,2% (contro il 24,8% del cinema amricano). Un risultato altissimo e ben superiore alla quota registrata nello stesso periodo del 2014 (39% contro il 46% della

Francia, il CNC lancia un motore di ricerca per il VOD legale

Il CNC (Centre national du cinéma) francese, in accordo col Ministero della Cultura, ha lanciato a fine gennaio un motore di ricerca che ha l'obiettivo di facilitare l'accesso degli utenti all'offerta Video On Demand legale presente attualmente in Francia (http://vad.cnc.fr/). Il portale, realizzato in collaborazione con i servizi di VOD

Francia, aumentano gli spettatori nel 2014?

Se il 2013 era stato un anno negativo per il mercato cinematografico in Francia, con 192 milioni di spettatori registrati, in calo del 5,3% rispetto ai 204,26 milioni del 2012 (il 2011 fu un anno eccezionale per il mercato d'Oltralpe con oltre 2011 milioni di biglietti staccati), l'anno che sta

Sostegno al cinema: a rischio nel Decreto Sviluppo “l’inutilizzato” tax shelter. In Francia tagli al CNC.

Si prospetta nella nuova manovra la “razionalizzazione” di tax credit e tax shelter, in particolare l’annullamento della seconda agevolazione descritta dal ministro Galan come “inutilizzata”. Intanto in Francia le categorie del cinema si battono per mantenere intatti i proventi delle tasse di scopo che finanziano il CNC.

Top