video on demand

Amazon rivela il cast della serie di Woody Allen e acquista al Sundance il film con Casey Affleck

Nomi di spicco si aggiungono alla squadra di Amazon Prime, il servizio di SVOD (subscription video on demand) che fa capo al colosso internazionale dell’e-commerce. Nonostante i dubbi espressi pubblicamente in merito alla collaborazione col portale, Woody Allen comincerà a girare il serial da lui scritto a marzo e ha scelto le due attrici che lo affiancheranno in questo esperimento on demand. Un casting per altro decisamente insolito, anche considerando l’estro del filmmaker, che comprende la pop star Miley Cyrus e l’attrice Elaine May.

woody allen miley cyrus

Leggi tutto

Netflix-HBO, la sfida continua: Game of Thrones più popolare di tutti gli Originals

Determinare e quantificare l’appeal di Netflix sul pubblico televisivo mondiale sembra diventato lo sport preferito tanto dai competitor della piattaforma di video on demand quanto dagli organi stampa. L’ultima testata a sollevare il quesito è Screen International, che ha rivelato l’esito di uno studio esclusivo secondo cui il serial HBO Game of Thrones risulterebbe molto più atteso a livello mondiale di tutti i prodotti tv targati dal servizio di streaming ad abbonamento, e in particolare di Jessica Jones.

netflix vs hbo

Leggi tutto

Netflix: in lavorazione altri 5 film da aggiungere al listino Originals

Presentando i risultati dell’ultima trimestrale Netflix, il leader mondiale dello SVOD (subscription video on demand), ha confermato di voler investire in 8 lungometraggi originali da distribuire in tutto il mondo e in esclusiva sulla propria piattaforma di streaming. Come al solito la compagnia guidata da Reed Hastings non ha perso tempo e ha già ordinato la produzione di 5 titoli, affidata per lo più ad autori indie ed emergenti.

the-fundamentals-of-caring

Leggi tutto

HBO vs. Netflix anche in Spagna (ma l’Italia sembra ancora lontana)

Il network via cavo responsabile di Game of Thrones e di alcuni dei maggiori successi seriali degli ultimi decenni, sbarcherà legalmente online anche sul mercato spagnolo entro la fine dell’anno. A confermarlo in un’intervista a Bloomberg lo stesso CEO dell’emittente del gruppo Time Warner, Richard Plepler, che ha spiegato come la mossa sia da considerarsi un rischio ben ponderato. L’idea infatti è di attendere la fine dei contratti esistenti con le pay-tv locali e partire con una nuova stagione di contenuti originali in esclusiva, che potranno essere fruiti unicamente sulla piattaforma di SVOD (video on demand ad abbonamento) targata HBO, proprio come succede già in Svezia, Norvegia, Finlandia e Danimarca, dove il canale è presente online dal 2012 con HBO Nordic. A partire dal 2017, i fan di serie come appunto GoT o True Detective avranno una sola destinazione cui rivolgersi per vedere il loro telefilm preferito, e sarà via web sul servizio offerto direttamente dell’emittente americana

Game-of-Thrones-quarta stagione

Leggi tutto

Netflix compra il film di Ellen Page, tra i più attesi del Sundance

Con nomi quali Brad Pitt e Angelina Jolie nell’elenco delle uscite globali, senza contare la presenza all’ultimo festival di Venezia con Beasts Of No Nationla piattaforma di streaming on demand ha già dimostrato di fare sul serio sul lato cinema. Non stupisce dunque che Netflix si sia aggiudicata i diritti di distribuzione per uno dei titoli più attesi del Sundance Film Festival, in apertura il prossimo 21 gennaio. Si tratta di Tallulah, commedia agrodolce che vedrà la protagonista Ellen Page di nuovo impegnata sul grande schermo con Allison Janney, già sua co-star nell’apprezzata pellicola Juno, che lanciò l’attrice nel lontano 2008.

netflix sundance

Leggi tutto

#CiaoNetflix può il colosso dell’on demand sbloccare il mercato italiano?

Netflix è arrivata in Italia da un mese e già si spera nel suo effetto-panacea sul mercato italiano non solo di film e tv su internet, ma addirittura di tutto il settore delle telecomunicazioni.  Il battage non è solo pubblicitario: pochi giorni fa lo stesso presidente dell’AGCOM, Angelo Marcello Cardani, è tornato ad esprimersi sul colosso dello SVOD (subscription video on demand), sottolineando la sua importanza nel sostenere finanche lo sviluppo dell’infrastruttura Internet. “Netflix ha creato grandi aspettative nel consumatore italiano”, ha detto il rappresentante dell’Authority intervenendo al Consumers’ Forum di Roma, indicando nella piattaforma un possibile vettore per la domanda di banda larga e dunque per lo sviluppo di una rete di fibra ottica appropriata per la “taglia” socio-economica del nostro Paese.

netflix un mese in italia infografica_main

Leggi tutto

IN BREVE 19/08/15 – Netflix alza i prezzi in EU; Amazon Fire Tv fuori commercio

Le ultime news su cinema, business, innovazione e tecnologia. In evidenza oggi: sale a 9.99 euro il prezzo base per accedere allo streaming di Netflix in HD in area europea; possibili novità in arrivo per il set-top box di Amazon, non più disponibile per l’acquisto sul sito di eCommerce; le motivazioni finanziarie di Google dietro la creazione di Alphabet.

netflix-movies

Leggi tutto

Comissione UE vs Sky, major e geo-blocking per la tutela dei consumatori dell’audiovisivo

La notizia è di per sé riassumibile in poche righe: la Commissione Europea, che tra le sue missioni primarie ha quella di tutelare la concorrenzialità nei mercati degli Stati Membri, ha inviato una “lettera di obiezioni” al ramo inglese dell’emittente satellitare Sky e a sei major hollywoodiane per notificare come alcune clausole contrattuali incluse nei loro accordi siano attualmente oggetto di un’indagine avviata a gennaio 2014. L’ipotesi di violazione riguarda in particolare il geo-blocking, cioè quella pratica con cui non solo Sky UK ma diversi operatori di pay-tv e video on demand impediscono l’accesso ai propri servizi a tutti quei consumatori residenti in Paesi diversi da quelli di operatività, non tanto per limiti tecnici bensì a causa di precise disposizioni imposte o concordate con i detentori dei diritti su film e serie tv. La televisione a pagamento quanto Disney, NBCUniversal, Paramount Pictures, Sony, Twentieth Century FoxWarner Bros sono dunque sospettate di aver violato in tal modo la normativa comunitaria in materia di Antitrust e di libera circolazione transfrontaliera di prodotti e servizi, imponendo confini nazionali a un mercato che di per sé non presenta simili barriere strutturali. Nel mirino della Commissione, per altro, non rientrano solo i grandi studi cinematografici americani: la stessa procedura investe Sky Italia e Deutschland, la francese Canal Plus e la spagnola DTS.

Mercato Unico Digitale

Leggi tutto

IN BREVE 24/07/15 – Esperienza cinema sempre più premium, Variety classifica le YouTube stars

Le ultime news su cinema, business, innovazione e tecnologia. In evidenza oggi: 3D e sale di lusso aumentano il costo medio del biglietto negli USA, mentre le major sostengono il nuovo formato Dolby Cinema. Variety lancia un nuovo servizio di rating delle YouTube stars basato su views e popolarità a tutto tondo.

AMC poltrone

 

Leggi tutto

Netflix si presenta all’Italia: dagli abbonamenti a 6 euro alle Winx

Non grandi aggiornamenti ma qualche informazione interessante è giunta dall’incontro con Ted Sarandos, responsabile dei contenuti del colosso americano dell’on demand Netflix e ospite del 13° Ischia Global Film & Music Fest, appena conclusosi nell’isola campana. Stando ai nuovi dettagli rivelati dal top manager, l’abbonamento  al ricco servizio di streaming che aprirà i battenti in Italia ad ottobre non costerà più dell’equivalente di 7-9 dollari, il che significa che l’offerta della piattaforma potrebbe essere disponibile al costo estremamente conveniente di 6 euro al mese, invece dei previsti 7,99 euro, fatto ovviamente salvo un sovrappiù per la definizione ultra alta in 4k.

ted sarandos

Leggi tutto