video on demand

Vessel: in arrivo il rivale di YouTube che cambierà il VOD?

La partenza era attesa entro il 2014 e siamo perciò un po’ in ritardo rispetto a quanto previsto dall’industria, ma rimane comunque alto l’interesse rispetto a Vessel: un nuovo operatore di video on demand che dovrebbe nascere a breve per volere di Jason Kilar, ex CEO di Hulu, e che intende dichiaratamente far concorrenza a YouTube e al suo modello di business ritenuto poco remunerativo per i creatori di contenuti. L’apertura di una nuova piattaforma per la fruizione legale di video non è di per sé gran cosa, ma gli illustri precedent di Kilar e il modello di business perseguito, unito alle crescenti polemiche sulla “staticità” dell’hub video di Google, rendono Vessel un’operazione effettivamente fuori dell’ordinario.

images0.vessel-static

Leggi tutto

Web alla conquista dell’audiovisivo: Allen per Amazon, Wong Kar-Wai per Alibaba

Non ci sono solo le cifre sborsate per aggiudicarsi i diritti sui film e le serie tv più popolari, che superano già i 5 miliardi di dollari all’anno nei soli Stati Uniti: i giganti del web e gli OTT ormai sembrano destinati ad affermarsi quali referenti di primo piano nella produzione audiovisiva, anche su scala mondiale e con nomi che hanno poco da invidiare alla “vecchia” industria dell’entertainment. Dopo la vittoria di un Golden Globe con il suo serial comico Transparent, ieri Amazon ha annunciato un nuovo progetto originale di alto profilo, firmato da un regista che di commedia brillante ne sa qualcosa come Woody Allen.

woody-allen_2324414b

Leggi tutto

I film più scaricati da iTunes: la Top 10 del 12 gennaio

1testata (3)

Eccoci a un nuovo appuntamento con la classifica dei titoli più forti sulla piattaforma on demand di Apple. La novità più interessante non sit rova in cima alla top 10 bensì al nono posto, dove fa la sua comparsa The Grand Budapest Hotel, fresco di Golden Globe come miglior commedia, che potrebbe essersi avvantaggiato dell’attenzione canalizzata sui candidati ai popolari premi assegnati dai rappresentati della stampa straniera negli Stati Uniti. Al numero uno si colloca invece un titolo di genere molto diverso, l’action-comedy Bastardi in divisa, seguita dal thriller Nessuno è al Sicuro con il duo  Denzel Washington - Ryan Reynolds.

Leggi tutto

Le serie di Amazon e Netflix spopolano ai Globe, avanza il cord cutting

Tv on demand un anno dopo: se alla passata edizione dei Golden Globe avevano tenuto banco le cinque nomination e il premio consegnato a Netflix, leader internazionale dello streaming ad abbonamento, per la sua serie originale House of Cards, la serata di ieri ha visto aumentare di gran lunga il protagonismo degli operatori OTT e dei loro prodotti destinati alla messa in onda online.

transparent-620x420

Leggi tutto

BitTorrent aggiunge l’opzione “paga ciò che vuoi” al suo VOD

Continua il tentativo di BitTorrent di accreditarsi tra le destinazioni più innovative e vivaci per il consumo audiovisivo legale online. In occasione dell’uscita on demand di Hits, primo lungometraggio da regista dell’attore comico del serial Arrested Development David Cross, il portale aggiungerà ai suoi “pacchetti”, i BitTorrent Bundle, un’opzione che va  oltre la gratuità, il prezzo contenuto e il freemium, cioè la possibilità di pagare il prezzo ritenuto più opportuno da ciascun utente per la visione del film.

hits2pic

Leggi tutto

Smart tv: arriva il bollino “Raccomandata da Netflix”

I produttori di elettronica di consumo sono ormai da tempo tra i migliori alleati dei servizi OTT che incentivano la fruizione dei prodotti audiovisivi sui dispositivi connessi di ultima generazione: da quelli mobili fino alle tv con collegamento integrato al web. Come annunciato al CES 2015, il popolare Consumer Electronics Show in corso a Las Vegas, a rendere ancora più evidente questa alleanza sta per arrivare addirittura un “bollino” afferente a uno dei principali player internazionali del video on demand come Netflix. Da quest’anno il leader dello streaming ad abbonamento lancerà infatti un suo programma, volto a premiare col marchio “Netflix Recommended TV” gli apparecchi che offrono la migliore esperienza di visione connessa.

Schermata 2015-01-07 alle 17.52.04

Leggi tutto

The Interview raggiunge i 34 milioni grazie al VOD – Google: “I tempi erano maturi”

Non sono gli 80 milioni che la major prevedeva di incassare dal mercato nordamericano con la dissacrante commedia The Interview, che vede i protagonisti Seth Rogen e James Franco impegnati in un rocambolesco attentato al leader della Corea del Nord. I 34 milioni raccolti in due settimane dal film, grazie alla sua uscita in contemporanea in un ristretto circuito di sale e online, sono però un risultato rilevante, che permetterà a Sony di limitare le perdite subite a causa dell’attacco hacker, cui si deve l’inedita strategia distributiva del titolo, e che conferma le potenzialità delle release cosiddette day-and-date anche per i titoli di punta degli Studios hollywoodiani.

the interview

Leggi tutto

I film più scaricati da iTunes: la Top 10 del 5 gennaio

1testata (3)

Con il nuovo anno riprendiamo anche la nostra ricognizione settimanale dei film con le migliori performance on demand e in particolare nello store online di Apple. A inaugurare la prima top 10 del 2015 è Lucy: l’action movie al femminile di Luc Besson, con Scarlett Johansson, disponibile per ora solo per l’acquisto si classifica oggi in cima alla top 10 dei film più scaricati dalla versione italiana di iTunes. In seconda posizione invece troviamo la commedia italiana Un Boss in Salotto di Luca Miniero, che curiosamente è anche il secondo film dell’anno al box office italiano per presenze, seguita sempre da un titolo comico, ma di tutt’altro taglio, come Sex Tape – Finiti in Rete.

Leggi tutto

Wuaki.tv un nuovo operatore VOD sbarca in Italia

Si parlava di un’apertura entro l’anno e la piattaforma europea di video on demand, gestita dal colosso giapponese dell’e-commerce Rakuten, non ha deluso le aspettative. Seppure in versione beta e non ancora pienamente operativa, Wuaki.tv ha aperto i battenti anche in Italia, mentre si prepara a estendere ulteriormente la propria presenza nel continente dove è già attiva in Spagna, Inghilterra, Francia e Germania.

Wuakitv

Leggi tutto

Il caso The Interview sdoganerà le uscite in day and date sul web?

Sì, ci sono attacchi hacker incrociati tra Hollywood e Corea del Nord, e i presidenti di due potenze nucleari che si prendono a male parole per una commedia demenziale di  Seth Rogen. Ma le tensioni diplomatiche sono niente rispetto a quelle che potrebbero sorgere nel mercato cinematografico USA dopo la distribuzione in sala e online del discusso The Interview. Depotenziato al botteghino dall’attacco informatico di cui è stata vittima Sony, boicottato dalle grandi catene di cinema nordamericane per timore di possibili attacchi terroristici, il film R-rated dell’apprezzata coppia comica RogenJames Franco è stato infatti distribuito dalla major con una formula solitamente riservata ai titoli di nicchia e indipendenti. La modalità, in realtà già consolidata, consiste in un’uscita contemporanea (day and date)  in un ristretto numero di piccole sale, che qui definiremmo “di qualità”, e online sulle principali piattaforme di video on demand, e nel caso di The Interview ha consentito di portare a casa un dignitoso incasso di esordio di circa 18 milioni di dollari. Di questi ben 15 milioni provengono dal web e solo 2,8 milioni dai circa 331 cinema che hanno accettato di proiettare il film (qualcosa come l’1% del parco sale USA), tra cui quelli del circuito indipendente Art House Convergence che per primo si è fatto avanti dopo il forfait dei grandi marchi dell’esercizio statunitense.

the interview

Leggi tutto