Produzione

Il box office cinese cresce ancora, ma come conquistarlo?

Il 2016 è cominciato nuovamente all’insegna del rialzo per il botteghino del Celeste Impero. Con 583,4 milioni di euro incassati, infatti, il mese di gennaio ha segnato un +47,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, in linea con l’incremento complessivo del 48% registrato a fine 2015. Confermando tale ritmo di crescita la Cina si candida a superare il Nord America quale primo mercato cinematografico al mondo non più tardi del 2017, con più di un grattacapo per le  major in cerca di strategie sempre più complesse per vincere “la guerra d’Oriente”. Ultimo esempio in ordine cronologico è Kung Fu Panda 3, uscito lo scorso weekend in due versioni, di cui una ri-animata appositamente per adattarsi alle movenze della lingua locale, e balzato come previsto in cima alla classifica dei migliori esordi per un film di animazione nei cinema cinesi.

china-3d-movies-box-office

Leggi tutto

Legge cinema: il CdM approva il ddl che istituisce un unico fondo per cinema e audiovisivo

Un fondo sul modello francese, sostenuto dal prelievo di filiera, più contributi automatici, estensione di tutte le forme di tax credit e un minimo di stanziamenti annui di 400 milioni di euro. Questi alcuni dei punti salienti del nuovo quadro normativo relativo al settore cinema e tv tracciato dal Disegno di legge approvato ieri dal Consiglio dei Ministri. Una misura che per la prima volta riunisce sotto un unico cappello il sostegno statale alle opere audiovisive di ogni tipo, mettendo ordine in una materia finora regolata in modo frammentario, nonostante il tentativo di riordino avvenuto  nel 2004 con la cosiddetta legge Urbani, poi modificata da molteplici interventi per lo più discontinui e dovuti alla necessità di garantire periodicamente il rinnovo dei contributi pubblici al comparto.

movie_theatre

Leggi tutto

Cinetel: un 2015 positivo per i cinema ma non per i film italiani [INFOGRAPHIC]

Come ampiamente previsto per il numero di uscite di rilievo nel panorama dei blockbuster statunitensi, quello appena concluso si è confermato un anno di netta ripresa per il botteghino italiano. Stando a quanto comunicato ieri ufficialmente da ANICA e Cinetel (che monitora il 93% del mercato), le presenze registrate dalle sale italiane nel 2015 sono state 99.362.667, cioè +8,56% rispetto all’anno precedente, mentre gli incassi sono stati 637.265.704 euro, pari a un incremento del 10,78%.

#BoxOfficeIta 2015 (2)

Leggi tutto

Legendary diventa cinese: Dalian Wanda la rileva per 3,5 miliardi

Nel suo portfolio rientrano alcuni dei maggiori successi degli anni 2000, dalla trilogia del Batman di Christopher Nolan fino ai suoi Inception e Interstellar, ma anche altri blockbuster come L’Uomo d’Acciaio, GodzillaJurassic World. La Legendary Entertainment insomma non è una piccola casa di produzione ma uno degli studi più in vista di Hollywood, che ora passa in mani cinesi per la cifra di 3,5 miliardi di dollari. Ad acquisirne il controllo il Gruppo Dalian Wanda, proprietario del maggiore circuito cinese e già impostosi all’attenzione del mercato occidentale nel 2012 con il take over della seconda catena cinematografica americana, AMC Entertainment.

dark knight chinese

Leggi tutto

Netflix – Sarà Suburra la prima serie tv italiana

suburra

Netflix sbarcherà in Italia il 22 ottobre, ma la piattaforma ha annunciato già oggi quale sarà la prima serie tv prodotta partendo dal mercato italiano.

Si tratta di Suburra, basata sull’omonimo film che uscirà nelle sale il prossimo 14 ottobre (e contemporaneamente sarà disponibile su Netflix negli Stati Uniti e in America Latina, mentre in Italia sarà ospitato sul servizio streaming da maggio 2016).

La serie tv arriverà nel 2017, e sarà diretta dall’acclamato Stefano Sollima, già regista dello stesso Suburra, oltre che del film A.C.A.B. e di altri due show molto apprezzati, Romanzo CriminaleGomorra. Questa nuova serie – realizzata anch’essa da Cattleya in collaborazione con la RAI – s’inserisce nel medesimo solco dei prodotti sopracitati, che partono da un film per trattare argomenti criminosi e basati su fatti di cronaca, denudando condizioni sociali e situazioni politiche deprecabili.

Nello specifico, Suburra è tratto dall’omonimo libro di Giancarlo De Cataldo e Carlo Bonini, che hanno espresso la loro soddisfazione per la futura serie tv:

La nostra storia è un viaggio nel cuore oscuro di Roma, per scoprire e portare alla luce alcuni dei più gravi scandali dei nostri tempi, molto prima che diventino titoli sulle pagine di testate internazionali come il New York Times, la BBC o il Guardian. Siamo felici di sapere che, grazie al film di Stefano Sollima, a Netflix e a Cattleya, le nostre indagini raggiungeranno un pubblico ancora più ampio.

Stefano Sollima comincerà la produzione nella seconda metà del 2016, e ha commentato con le seguenti parole:

Essere su Netflix significa molto per me. Non solo il mio film farà parte di una selezione di pellicole di alta qualità e di serie tv innovative, di cui sono un grande fan, ma avrà inoltre l’opportunità di raggiungere un vasto pubblico internazionale.

QUI TUTTI I DETTAGLI SULL’ARRIVO DI NETFLIX IN ITALIA

Rapporto FEdS 2014: Italia nella top 10 dei produttori di cinema

Per livello di incassi, nel 2014, l’Italia si è piazzata al 12° posto nel mondo con un box office da 800 milioni di dollari, a pari merito col Brasile e sotto la maggior parte dei colleghi europei[vedi la nostra infografica in fondo su dati MPAA]. Sul fronte della produzione invece il nostro Paese è riuscito non solo a rientrare nella top 10 globale, ma ha anche scavalcato tutti i competitor europei per numero di lungometraggi al 100% nazionali. A evidenziarlo è l’edizione 2014, la settima, del rapporto “Il Mercato e l’Industria del Cinema in Italia”, edito dalla Fondazione Ente dello Spettacolo in collaborazione con la Direzione Generale Cinema del MiBACT. Un quadro con luci ma anche diverse ombre, per altro già rivelate nello studio elaborato dallo stesso dicastero insieme all’ANICA: a fronte di 201 film realizzati nel corso dell’anno, infatti, si sono ridotte non solo le coproduzioni ma anche il livello dei capitali investiti in questo anello della filiera, con conseguente abbassamento del budget medio a disposizione delle opere che hanno visto la luce.

Il mercato e l'industria del cinema in Italia

Leggi tutto

Netflix oltre le aspettative con 3,3 milioni di nuovi abbonati

I risultati della trimestrale del leader USA dello SVOD (subscription video on demand) hanno confermato il successo della strategia di espansione in Europa e nel mondo. Tra aprile e giugno Netflix ha aggiunto al proprio bacino 3,3 milioni di nuovi abbonamenti, cioè quasi il doppio degli 1,7 milioni messi a segno nello stesso periodo dello scorso anno. Non solo: le previsioni della compagnia erano di “appena” 2 milioni e mezzo di clienti, di cui 600 mila in patria e 1,9 milioni all’estero. I risultati invece sono stati 900 mila nuovi utenti negli USA e 2,37 milioni al di fuori dei confini americani, per un totale complessivo di 65,6 milioni di abbonati in tutto il mondo.

netflix online

Leggi tutto

Mibact: il bilancio delle misure per il cinema

La presentazione dei dati ministeriali e associativi sul cinema italiano nel 2014, illustrati ieri da Mibact e ANICA, è stata anche l’occasione per fare il punto sugli ultimi interventi messi a segno o in cantiere per la settima arte. A elencarli il ministro Dario Franceschini, che si è soffermato in primo luogo sul cambiamento delle regole del tax credit per le produzioni estere, di cui è stato sottolineato l’effetto immediato in termini di attrazione nelle nostre città dei grandi set, delle major americane e dei blockbuster.

franceschini

Leggi tutto

Coproduzioni Italia-Francia, i film finanziati

La Commissione del Fondo di sostegno allo sviluppo di coproduzioni tra Italia e Francia ha scelto 8 progetti vincitori del bando scaduto il 16 febbraio 2015. Tra i 27 progetti esaminati: 17 progetti maggioritari italiani, 7 progetti maggioritari francesi e 3 progetti di coproduzione paritaria, i progetti ammessi a un contributo complessivo di 250mila euro sono quattro di iniziativa italiana e quattro francesi, di cui due progetti presentati in regime di coproduzione paritaria. I quattro progetti italiani che sono stati ammessi al finanziamento sono 40% di Andrea Segre (JoleFilm/MACT Productions, per un contributo di 30mila euro) Sicilian Ghost Story di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza (Cristaldi/Jpg Films, 30mila euro) Contro Vento di Massimiliano Zanin (Wave/White Pictures, 35mila euro) e Una stagione perfetta di Vittorio Moroni (GraffitiDoc/OperaFilms, 30mila euro).

Schermata 2015-04-28 alle 10.10.52

Leggi tutto

Cinema italiano In&Out a Pechino con ANICA

Il mercato cinematografico cinese è in pieno boom (parliamo di 1,53 miliardi di dollari raccolti nel solo primo trimestre 2015, in aumento del 40% rispetto all’anno precedente) e le imprese italiane dell’audiovisivo non intendono restare fuori dalla nuova corsa all’oro. Ecco perché in occasione del 5° Festival Internazionale del Film di Pechino (BJIFF) l’ANICA ha voluto assicurare il supporto di tutto il comparto a quei progetti che abbiano il potenziale per farsi largo nell’impervio panorama produtivo e distributivo del Celeste Impero.

Beijing International Film Festival

Leggi tutto