Home > Cinema > CinemaSafe: gli esercenti americani lanciano un protocollo di sicurezza condiviso

CinemaSafe: gli esercenti americani lanciano un protocollo di sicurezza condiviso

Un sistema di linee guida comuni a tutte le sale per convincere gli spettatori a tornare al cinema in tutta sicurezza

Un nuovo protocollo per rassicurare i potenziali spettatori e convincerli a tornare al cinema. È questo CinemaSafe, concepito dalla National Association of Theatre Owners (NATO) per stabilire linee guida uniformi che mettano d’accordo tutti gli esercenti americani.

La situazione delle riaperture negli Stati Uniti, dopo tutto, è veramente complessa. Ogni stato ha fatto scelte diverse: in alcuni, come Georgia e Texas, i governatori hanno concesso ai cinema di riaprire già in aprile. In altri, come New York (mercato importantissimo), le sale sono attualmente chiuse. L’uscita di Tenet, prevista in USA il 3 settembre, dovrebbe smuovere in parte le acque. Ma un protocollo di sicurezza uniforme era comunque necessario.

Come spiega il presidente di NATO John Fithian:

Con così tante linee guida diverse in stati diversi, crediamo sia fondamentale che le sale cinematografiche si impegnino a seguire linee guida basilari indipendentemente da dove si trovano, in modo che gli spettatori possano tornare al loro passatempo preferito con la certezza del nostro impegno per la loro salute e sicurezza.

I vantaggi dell’esperienza cinematografica

Queste linee guida sono state sviluppate con la consulenza di epidemiologi ed esperti dell’industria, e includono misure come l’obbligo delle mascherine per staff e clienti, capienza ridotta, miglioramenti nell’aerazione e nella pulizia delle sale e biglietti elettronici per ridurre il contatto. “Non è stato pubblicato alcuno studio medico o epidemiologico che mostri un collegamento tra l’andare al cinema e il contrarre Covid-19”, spiega David F. Goldsmith, epidemiologo della Georgetown University. “Detto questo, non esiste l’assoluta garanzia che il rischio sia zero”. Le misure, dunque, hanno lo scopo di “ridurre il più possibile il rischio di contrarre il virus”.

Joyce Sanchez, esperta di malattie infettive presso il Medical College of Wisconsin, sottolinea come l’esperienza cinematografica sia diversa da altre attività al chiuso:

La gente, nella maggior parte del casi, indosserà mascherine. Le persone non parlano, non cantano, non fanno quel genere di attività che portano alla circolazione dei droplet.

Un’iniziativa corale

L’iniziativa CinemaSafe è stata presentata nel corso di una conferenza stampa a cui hanno partecipato i rappresentanti di diverse catene di sale. Tra questi, Adam Aron, CEO di AMC che, a giugno, si era ritrovata nel mezzo di una tempesta mediatica dopo aver diffuso un comunicato in cui si consigliava caldamente, ma non si rendeva obbligatorio, l’uso delle mascherine. AMC ha reagito modificando immediatamente la propria politica al riguardo. Come spiega Aron:

Abbiamo anche capito che non era sufficiente avere una nostra iniziativa di sicurezza, dovevamo prendere parte a un’iniziativa condivisa. I consumatori non riescono sempre a distinguere tra un circuito e l’altro, un cinema e l’altro. Devono sapere che andare al cinema è una cosa sicura, ovunque tu vada a vedere un film.

La risposta al governatore di New York

La conferenza è stata anche una risposta a certe affermazioni di Andrew Cuomo, governatore dello stato di New York che, ancora adesso, non ha stabilito un calendario per la riapertura dei cinema. Cuomo li ha definiti “meno essenziali” di altre attività e ha citato in particolare la circolazione dell’aria tra una sala e l’altra come punto a sfavore.

Fithian chiarisce che “speriamo di poterlo correggere sui fatti, perché ci sono sistemi multipli. Spesso un multisala di sei sale ha otto diversi sistemi di aria condizionata. L’idea che il Covid circoli da una sala all’altra non trova riscontro nella realtà”.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it

Top