You are here
Home > Cinema > Netflix: svecchieremo l’antiquato sistema delle finestre

Netflix: svecchieremo l’antiquato sistema delle finestre

“Operiamo con una distribuzione cinematografica ferma agli anni ’70”: Netflix incalza la filiera affinché abbracci il cambiamento tecnologico.

Raddoppiare l’offerta nei nuovi mercati europei entro i prossimi 12 mesi, preparare lo sbarco nell’area asiatica e svecchiare il sistema distributivo cinematografico, fermo a quasi 50 anni fa. Puntuale e ambizioso come sempre il programma di Netflix, servizio leader nel video on demand ad abbonamento (SVOD), che ha ribadito i propri obiettivi strategici per voce del suo responsabile dei contenuti, Ted Sarandos, intervenuto oggi al Mipcom, il mercato dei prodotti di intrattenimento di Cannes.  Tra gli argomenti più caldi affrontati, ovviamente ,quello delle window che regolano l’uscita dei film sulle diverse piattaforme di sfruttamento: oltre ad aver  scatenato l’opposizione degli esercenti americani per l’uscita day-and-date in sala e online de La Tigre e il Dragone 2, il portale di streaming ha appena portato a casa un accordo per distribuire direttamente sul web quattro nuovi film del popolare attore comico Adam Sandler. Entrambe mosse che colpiscono al cuore l’industria cinematografica e il suo modello di business e che, sottolinea Sarandos, non mirano a “uccidere le finestre” e la cronologia dei media, ma a “restituire scelta e opzioni” a consumatori sempre più connessi e sempre più via mobile.

netflix-movies

 

“Stiamo spingendo l’acceleratore del sistema con i nostri investimenti”, ha detto il chief content officer di Netflix, “abbiamo a che fare con un modello di distribuzione cinematografica che vige dall’inizio degli anni ’70, da quando i film hanno fatto la loro prima comparsa in tv”.

L’invito esplicito è quello ad assecondare un cambiamento già indotto dall’innovazione tecnologica, mentre il servizio di streaming guarda alle nuove frontiere offerte dai mercati emergenti. Per quanto riguarda l’Europa, pur senza rilasciare cifre ufficiali, il top manager ha rimarcato come Netflix sia soddisfatta del feedback ricevuto dal pubblico francese e tedesco e in particolare dalla quantità di ore spese mediamente dagli utenti sulla piattaforma, pari a quella registrata in altri lanci di successo in territori esteri. Orange is the New Black è il serial autoprodotto di maggior successo, il che non stupisce considerando come il programma non fosse ancora arrivato sugli schermi locali.

 

Fonte: Variety

Davide Dellacasa
Publisher di ScreenWeek.it, Episode39 e Managing Director del network di Blog della Brad&k Productions ama internet e il cinema e ne ha fatto il suo mestiere fin dal 1994.
http://dd.screenweek.it
Top