You are here
Home > Cinema > Digitale > Pulp Fiction, Chicago, Il Paziente Inglese: i classici Miramax arrivano in streaming gratis su AOL

Pulp Fiction, Chicago, Il Paziente Inglese: i classici Miramax arrivano in streaming gratis su AOL

Non solo clip e serial, anche autoprodotti: il terzo operatore video online USA si lancia nell’offerta legale e gratuita di cinema sul web. Si comincia con 10 cult Miramax al mese, visibili da tutti grazie al supportato degli ads, su modello Hulu.

Chi dice che l’on demand non possa diventare gratuito e supportato dalla pubblicità, come nella tv tradizionale? Questa è la direzione in cui si muove l’accordo, appena annunciato, tra lo studio cinematografico Miramax e AOL, media company di primissimo piano nel panorama web d’oltroceano. La partnership consentirà a tutti gli utenti USA di fruire, senza bisogno di sostenere alcun tipo di costo, alcuni tra i titoli più noti della major, direttamente tramite la nuova sezione “movies” all’interno del network video di AOL, finora specializzato solo nella diffusione di clip e serial.

PULP FICTION miramax AOL

Non è di certo la prima volta che il portale americano si lancia nell’audiovisivo e nell’intrattenimento: da quando i video sono diventati un vettore fondamentale di advertising, la compagnia ha partecipato come tutti i grandi player dell’online alla corsa ai contenuti originali e, dai Digital Content NewFronts del 2012, ha lanciato l’hub AOL On, dove è riunita tutta la library dei precedenti canali controllati dal sito e dove la programmazione non è più curata da algoritmi, bensì in modo del tutto simile a quella di una tv tradizionale.

Mancavano per l’appunto i film, che dal 30 aprile faranno la propria comparsa in grande stile, considerando come tra i titoli all’occhiello del nuovo canale Miramax si trovino cult del calibro di Pulp Fiction, Le Iene, Chicago, Will Hunting, Il Paziente Inglese, Trainspotting, Il Diario di Bridget Jones, i franchise di Scream e Scary Movie e perfino capolavori italiani quali Il Postino e Nuovo Cinema Paradiso. Il totale è di oltre 700 film, che saranno visibili a tutti grazie al supporto della pubblicità. Non si potrà tuttavia scegliere quello da vedere come in un classico sito di VOD: sarà AOL a selezionare 10 titoli da proporre in rotazione di mese in mese. Difficile immaginare il contrario considerando come Miramax abbia già accordi sulla library con lo streaming a pagamento di operatori come Netflix, Hulu e Amazon.

Tra i vantaggi di AOL, portale generalista ad altissimo traffico, va annoverata l’ampia presenza multidevice, che ne garantisce la disponibilità su 14 diversi tipi di tv connesse: da Xbox a Roku, alla nuova Amazon Fire TV fino agli apparecchi smart di Sony, Samsung, LG, Panasonic e Sharp. Forte di questa penetrazione e dell’ormai consolidata eseprienza nella compilazione di palinsesti per il web, l’intenzione della compagnia sarebbe quella di portare altri studios a concedere i propri titoli per la sezione “movies”, rispettando tuttavia le abitudini di consumo degli utenti e senza diventare “troppo aggressivi” riguardo alla monetizzazione delle views, come dichiarato a margine dell’intesa dallo stesso management di AOL On.

Attualmente, il network è il terzo operatore video online negli Stati Uniti dopo YouTube e Facebook, con 1,3 miliardi di views e quasi 70 milioni di utenti unici realizzati nel solo mese di marzo.

 

Fonte: Variety

Davide Dellacasa
Publisher di ScreenWeek.it, Episode39 e Managing Director del network di Blog della Brad&k Productions ama internet e il cinema e ne ha fatto il suo mestiere fin dal 1994.
http://dd.screenweek.it
Top