You are here
Home > Cinema > Distribuzione > “DoveGuardare”: parte il sito dell’MPAA per scoprire tutta l’offerta legale made in USA

“DoveGuardare”: parte il sito dell’MPAA per scoprire tutta l’offerta legale made in USA

www.WheretoWatch.org è la nuova destinazione per avere un quadro completo di tutti i servizi di video on demand disponibili sul mercato americano, da quelli che offrono noleggio e acquisto fino a quelli gratuiti di catch-up tv.

Se l’offerta legale di film e serial è una delle armi più importanti contro la pirateria audiovisiva, è altrettanto vero che la frammentazione di tale offerta e il gap informativo nei confronti degli utenti della Rete può inficiare in egual modo il lavoro degli operatori del video on demand. Non sempre infatti questi servizi sono in grado di intercettare una domanda di contenuti che è stata a lungo dirottata, per mancanza di alternative, su destinazioni illegali, e questo non solo in un mercato ancora poco sviluppato come quello italiano, ma anche in un panorama ormai ben più maturo come quello del VOD statunitense. Perfino in quel contesto, a quanto pare, l’audience online può incontrare difficoltà a reperire il titolo desiderato, seppur a causa della moltitudine dei canali disponibili piuttosto che per la loro scarsità o la recente attivazione. Ecco così che l’MPAA – Motion Picture Association of America, ha deciso di rimediare creando un sito in cui scoprire e da cui partire per esplorare tutti i servizi disponibili a livello nazionale.

 Schermata 05-2456433 alle 15.06.49

Il sito si chiama www.WheretoWatch.org e contiene, in un’unica semplice pagina, l’elenco completo degli operatori in grado di fornire contenuti audiovisivi sul web, divisi tra quelli che offrono esclusivamente show televisivi, quelli che si concentrano solo sui film e quelli che al contrario hanno optato per entrambe le tipologie di prodotto. Cliccando sull’icona di ciascun sito, prendiamo come esempio la versione online della famosa emittente MTV, compare poi una finestra pop-up con le informazioni basilari: dall’”anzianità” del servizio, al tipo di contenuti offerti, i dispositivi da cui è fruibile, la modalità di erogazione (noleggio, streaming gratuito o sponsorizzato dalla pubblicità, download-to-own ecc) e ovviamente il link al portale stesso.

Schermata 05-2456433 alle 15.44.13

Da una parte, si tratta senza dubbio di un servizio utile per chi voglia avere un quadro immediato e completo delle diverse opzioni offerte dal variegato mercato dell’on demand. Dall’altra, l’iniziativa lanciata dall’associazione delle industrie cinematografiche USA mostra tratti abbastanza rudimentali. Specialmente in un contesto abbastanza avanzato, dove esistono siti – ci viene in mente ad esempio MediaHound – con sistemi di esplorazione molto più raffinati, dove è possibile effettuare ricerche per titolo e simili, confrontando poi i prezzi e le offerte dei diversi portali.

Ecco comunque come il presidente e CEO dell’MPAA, Chris Dodd, ha salutato l’inaugurazione di www.WheretoWatch.org:

“Il pubblico chiede accesso ininterrotto a film e programmi tv. il nostro settore lo ha ascoltato, ed è ora in grado di offrire più opzioni che mai – ha commentato l’ex-senatore – “non c’è mai stata una tale varietà di strade per fruire del prodotto cinematografico e televisivo in modo legale online, e le piattaforme che lo consentono continuano ad aumentare e svilupparsi grazie, in larga parte,  a un diritto d’autore che incoraggia l’innovazione, il rischio e la crescita. Le società che rappresento sono fortemente impegnate nel continuare a creare e potenziare gli strumenti a disposizione del pubblico per godere del tipo di intrattenimento che ama”.

Per un quadro sull’offerta italiana di VOD, vi rimandiamo alla sezione speciale di Cineguru.biz  “Video on demand”

Davide Dellacasa
Publisher di ScreenWeek.it, Episode39 e Managing Director del network di Blog della Brad&k Productions ama internet e il cinema e ne ha fatto il suo mestiere fin dal 1994.
http://dd.screenweek.it
Top