You are here
Home > Box Office > Box Office Italia > Quentin Tarantino Story – Kill Bill Vol.1

Quentin Tarantino Story – Kill Bill Vol.1

Inglorious Basterds, il VII lungometraggio di Quentin Tarantino,  arriverà nelle nostre sale il 16 ottobre, proprio in concomitanza con un altro protagonista del Festival Di Cannes, UP, il primo attesissimo Pixar in 3D. Mentre i più s’interrogano da sempre sul grado di  genialità del 46enne regista americano nativo di Knoxville, uno dei più visionari e controversi del…

Inglorious Basterds, il VII lungometraggio di Quentin Tarantino,  arriverà nelle nostre sale il 16 ottobre, proprio in concomitanza con un altro protagonista del Festival Di Cannes, UP, il primo attesissimo Pixar in 3D. Mentre i più s’interrogano da sempre sul grado di  genialità del 46enne regista americano nativo di Knoxville, uno dei più visionari e controversi del cinema contemporaneo, Premio Oscar e Palma D’Oro alla tenera età di 31 anni, noi ci permettiamo di gettare uno sguardo sul lato meno artistico della Tarantino story, quello più gretto e sordido: il vil denaroLa prima puntata è stata dedicata al suo secondo lungometraggio, Pulp Fiction. La secondaJackie Brown. Oggi ci occuperemo di Kill Bill, più precisamente del Volume 1.

2003 – Kill Bill Vol.1

kill-bill-1

A 6 anni di distanza da Jackie Brown, nel 2004 Tarantino ritorna con un progetto molto ambizioso, Kill Bill. Oltre 3 ore di pellicola adattate da 200 pagine di sceneggiatura. Dopo diversi tentennamenti e il rifiuto da parte del regista di accorciare il film, Miramax decide, su suggerimento dello stesso Tarantino, di dividere il film in due capitoli. Kill Bill coincide col ritorno di Micheal Madsen, Mr. Blonde di Reservoir Dogs, che rinunciò al ruolo che sarebbe stato di Travolta in Pulp Fiction per girare Wyatt Earp con Kevin Costner.

Torna sul set di Tarantino anche l’eroina di Pulp Fiction, Uma Thurman, nel ruolo che possiamo senza dubbio definire per lei il migliore di tutti quelli possibili. Se Kill Bill fosse stato un unico film, avrebbe vinto l’Oscar: questo il pensiero di Quentin riguardo all’attrice-musa. Per il ruolo di Bill viene inizialmente contattato Warren Beatty. La leggenda narra che l’attore di Bugsy premio Oscar per Reds, stanco delle continue esortazione di Quentin a ispirarsi a David Carradine , suggerì allo stesso regista di ingaggiare per la parte di Bill il volto della serie televisiva Kung FU. Il resto è storia. 

Kill Bill I viene distribuito da Miramax a Ottobre 2003. Non più Natale, dunque, come Jackie Brown ma un ritorno alle origini del successo, a Pulp Fiction. Il film incassa $70M, un risultato che lo proietta alla quarantesima posizione del 2003 in U.S., preceduto da un altro Miramax, Cold Mountain. Tarantino va ma non riesce a rievocare i fasti commerciali del 1995. Comunque dall’estero arrivano oltre €110M, per un totale di $180M. Kill Bill Vol. 1 viene ignorato dall’Academy e in generale non spopola nei Festival, dove finisce per pagare l’operazione commerciale ma vitale della divisione dell’opera. Il film è una perla arricchita da un cast sempre ottimamente assortito. Nel video una scena indimenticabile di Uma Thurman e Daryl Hannah:

 

I sette anni da Jackie Brown,  in parte determinati dalla gestazione creativa proprio di Inglorious Basterds, assistono al crollo dell’impero di Checchi Gori. Kill Bill viene distribuito da Buena Vista, esce a ottobre e incassa €5,5M, come X-Men 2 e appena meno di Mystic River, che invece in America è andato decisamente meglio. Un risultato soddisfacente, anche se a farla da padrona è l’attesa per il sequel. Gli unici due Paesi Europei a superare $10M sono UK e Francia. Il Giappone spopola con oltre $20M, mentre l’Italia fa pari e patta con la Spagna.  Nel frattempo ci si arrovella per stabilire quali dei due volumi sia migliore e, mentre piovono internazionali le etichette di violento, Buena Vista annuncia il sequel in Italia per aprile 2004, come U.S.

4 thoughts on “Quentin Tarantino Story – Kill Bill Vol.1

Comments are closed.

Top