You are here
Home > Cinema > In Inghilterra i cinema riapriranno a zone, ecco come

In Inghilterra i cinema riapriranno a zone, ecco come

Dove sono più alti i contagi, le sale dovranno rimanere ancora chiuse; a Londra i cinema potranno invece riaprire

Il lockdown in Inghilterra si concluderà il 2 dicembre, e il Paese tornerà al sistema a tre livelli (tier) già adottato in precedenza. Il che significa che i cinema potranno riaprire, ma anche che non riapriranno ovunque. Solo nelle zone a livello 1 e 2 lo potranno fare, mentre in quelle a livello 3 dovranno restare chiusi. Il 16 dicembre le misure verranno riconsiderate. Inoltre, queste misure varranno solo per l’Inghilterra, non per il resto del Regno Unito (Galles, Scozia e Irlanda del Nord), che verrà gestito in altro modo.

Qualche dettaglio

Diverse città, come Londra e Liverpool, rientrano nelle zone di livello 2. Altre, come Manchester, Birmingham e Bristol, sono invece nel livello 3. Lì, dunque, le sale rimarranno chiuse

Nei Tier 1 e 2 ci sarà l’obbligo di chiudere alle 23 per attività di svago come cinema, casinò, teatri, musei, sale da bowling, parchi a tema e sale bingo. Tuttavia sarà prevista una deroga (simile a quella annunciata dal presidente Macron in Francia, dove è in atto un coprifuoco dalle 21 alle 7) per cinema, teatri e sale da concerti, che potranno restare aperti oltre le 23 per concludere gli spettacoli iniziati prima delle 22.

Ma i cinema riapriranno davvero?

C’è incertezza, comunque, sulla riapertura di alcune importanti catene come Cineworld, Vue e Odeon. Dopo il rinvio di No Time to Die, e in considerazione delle reiterate chiusure a New York e Los Angeles, Cineworld ha chiuso 128 sale, ed è improbabile che le riaprirà senza un calendario di uscite che lo giustifichi.

“Dobbiamo rimanere vigili”, ha detto il segretario alla sanità Matt Hancock. “A tutt’oggi ci sono ancora 16.570 persone in ospedale con il coronavirus nel territorio del Regno Unito, e ieri sono state riportate 696 morti […]. Perciò, per quanto siamo tentati, non possiamo semplicemente premere un interruttore e tentare di tornare alla vita normale”.

Fonte: Variety

Top