You are here
Home > Box Office > Box Office Italia > Box Office: Revenant a 300 mln nel mondo, The Martian a 600 e Star Wars a 2 mld

Box Office: Revenant a 300 mln nel mondo, The Martian a 600 e Star Wars a 2 mld

Nel weekend del Super Bowl niente grandi novità al box office USA, ma nuovi traguardi mondiali per il film candidato a 12 premi Oscar, per Ridley Scott e la saga di Star Wars, terzo titolo nella storia a superare i 2 miliardi di dollari.

Anche se tutta l’attenzione del weekend è stata centrata sul Super Bowl, l’evento sportivo dell’anno negli USA in cui vengono presentati anche molti dei trailer più attesi della stagione, movimenti interessanti sono stati registrati anche sul fronte del botteghino soprattutto a livello mondiale.  Revenant – Redivivo ha superato la soglia dei 300 milioni worldwide, mentre il suo regista Alejandro G. Iñárritu ha messo un’altra ipoteca sull’Oscar alla miglior regia vincendo per il secondo anno consecutivo (nel 2015 fu per Birdman) il riconoscimento della Directors Guild of America. Ricordiamo che il film è in pole position in questa edizione degli Academy Awards con 12 nomination comprese le principali categorie.

REVENANT incassi

A superare una soglia di rilievo è stato poi Sopravvissuto –  The Martian, altro forte candidato di questa stagione di premi che è diventato il primo film dell’iconico regista Ridley Scott a superare i 600 milioni al box office mondiale. Star Wars: Il Risveglio della Forza dal canto suo ha continuato la propria corsa alle vette della classifica dei maggiori incassi di sempre, diventando il terzo titolo nella storia a superare i 2 miliardi di dollari, per quanto ancora alle spalle dei kolossal di James Cameron Avatar (2,7 miliardi) e Titanic (2,1 miliardi). Ormai il gap con la seconda posizione è molto stretto: riuscirà la saga fantascientifica a superare la love story con DiCaprio e Kate Winslet?

Per quanto riguarda le sale americane, invece, Kung Fu Panda 3 ha conquistato il top del box office USA per la seconda settimana consecutiva, approfittando della scarsa competizione. Il suo totale sugli schermi statunitensi arriva così a 69 milioni di dollari contro gli oltre 100 milioni conquistati in Cina, praticamente il mercato di riferimento per questo primo esperimento DreamWorks di coproduzione, incentrato più sul botteghino asiatico che su quello nordamericano. Da notare infine l’esordio sottotono negli USA di Ave, Cesare! dei fratelli Coen, che ha diviso il pubblico e incassato poco più di 11 milioni di dollari, nonché dell’adattamento in chiave orrorifica del classico di Jane Austen PPZ – Pride + Prejudice + Zombies, che ha portato a casa un totale di 5,2 milioni di dollari. Per quanto riguarda l’ultima opera dei due autori con George Clooney, ci sia spetta comunque che il loro seguito di affezionati spettatori non arresti il flusso dei biglietti, portando il guadagno del film al livello solitamente raggiunto dei due registi, il cui massimo incasso, cioè Il Grinta, non è comunque andato oltre i 171 milioni complessivi.

 

 

 

 

Avatar
Davide Dellacasa
Publisher di ScreenWeek.it, Episode39 e Managing Director del network di Blog della Brad&k Productions ama internet e il cinema e ne ha fatto il suo mestiere fin dal 1994.
http://dd.screenweek.it
Top