You are here
Home > Cinema > Realtà virtuale e droni: novità per Hollywood dal CES 2015

Realtà virtuale e droni: novità per Hollywood dal CES 2015

Sedersi accanto a Reese Witherspoon o farsi una corsa nel Maze Runner: Fox sostiene entusiasticamente la realtà virtuale al Consumer Electronics Show che apre i battenti domani, a Las Vegas, sostenendo come si tratti di una tecnologia destinata a diventare “il nuovo tablet”.

Partirà domani la nuova edizione del CES, il Consumer Electronics Show che ogni anno porta a Las Vegas i principali marchi dell’high-tech e le loro ultime proposte per il grande pubblico. Oltre ai dispositivi per il consumo audiovisivo, che influenzano in modo diretto le abitudini domestiche di fruizione di film e video, per questo 2015 la fiera sembra riservare qualche altra novità alle major hollywoodiane sempre alla ricerca di nuovi modi per  attirare e coinvolgere gli spettatori nell’esperienza cinematografica. E cosa c’è di meglio per garantirsi l’attenzione di un avventore della sala se non permettergli di sedere a fianco della sua star preferita?

wild

Ovviamente non parliamo di poltrone vip e tappeti rossi bensì di realtà virtuale e delle possibili applicazioni di questa tecnologia alla settima arte. Applicazioni che secondo i rappresentanti dell’industria potrebbero  raggiungere un livello talmente massificato da competere con gli stessi film o con i videogiochi. “La realtà virtuale è il nuovo tablet”, ha detto a proposito Mike Dunn, presidente del ramo home entertainment di Fox a livello mondiale. Non a caso, lo studio cinematografico presenterà al CES tre minuti di video nell’avanguardistico formato pensati per promuovere il biopic Wild, con Reese Witherspoon, basato sulla storia vera della trekker solitaria Cheryl Strayed. Grazie alla tecnologia Gear VR di Samsung, gli spettatori saranno immersi in un’esperienza a 360° in cui avranno l’impressione di sedere accanto alla protagonista del film, interpretata appunto dal premio Oscar Whiterspoon, impegnata in un dialogo immaginario col ricordo della madre appena scomparsa (nel film l’attrice Laura Dern). Per ora si tratta di una forma breve e probabilmente poco dinamica, ma secondo il parere entusiastico di Dunn la realtà virtuale si evolverà presto sia come strumento di marketing sia come prodotto a sé stante.

Il presidente dell’HE Fox prevede addirittura 10 milioni di case raggiunte entro il 2015 e 25 milioni nel 2017, con un mercato destinato perciò a diventare sempre più interessante anche grazie agli investimenti e ai progressi compiuti dai marchi del settore come Oculus Rift e Morpheus di Sony. Difficile prevedere quale potrebbe essere il prezzo di un’esperienza di realtà virtuale di largo consumo: secondo Dunn potrebbe andare dai 19 ai 50 dollari, ma dipende dalle evoluzioni future della tecnologia. Fox, nel frattempo, ha sviluppato un gioco in VR a partire dal suo Maze Runner, sta valutando lo sviluppo di un’esperienza a 360° sul franchise Una notte al museo e potrebbe in prospettiva decidere di adottare la tecnologia per altre importanti saghe come X-Men e Planet of Apes.

La realtà virtuale non è però l’ultimo ritrovato high-tech del CES a far gola a Hollywood: il 2015 vedrà infatti ancora il protagonismo dei droni, che dopo esser stati adocchiati quale nuovo strumento di ripresa, stanno diffondendo il loro business in maniera sempre più incisiva. Secondo la Consumer Electronics Association si tratta di un mercato destinato a raggiungere il valore di un miliardo di dollari entro il 2018 e a generare 130 milioni di ricavi nell’anno in corso a livello globale.

Gli altri argomenti di cui si sentirà sicuramente parlare nel corso del CES sono le tv (e lo streaming) a ultra alta definizione in 4k, gli immancabili smartphone e tablet e forse il tema della sicurezza, dato il recente attacco hacker che ha colpito Sony e posto la questione all’attenzione globale.

 

Fonte: THR

Davide Dellacasa
Publisher di ScreenWeek.it, Episode39 e Managing Director del network di Blog della Brad&k Productions ama internet e il cinema e ne ha fatto il suo mestiere fin dal 1994.
http://dd.screenweek.it
Top