You are here
Home > Cinema > Cambio ai vertici di Universal Pictures: via Fogelson e nuova carica per Jeff Shell

Cambio ai vertici di Universal Pictures: via Fogelson e nuova carica per Jeff Shell

Rimosso dal ruolo di chairman Adam Fogelson, che lascia lo studio nelle mani dell’ex-presidente di NBCUniversal International. Scelto, secondo gli analisti, sia per imprimere l’impronta di NBCUniversal sul ramo cinema, sia per i meriti acquisiti negli ultimi tre anni trascorsi a capo del business televisivo del gruppo oltreoceano.

Nonostante i successi ottenuti nella passata stagione, da Cattivissimo me 2 all’ultimo capitolo del franchise Fast & Furious, il presidente di Universal PicturesAdam Fogelson, è stato rimosso dalla carica a seguito di un rimescolamento ai vertici della società, che vedrà lo studio cinematografico passare sotto la guida di Jeff Shell, già presidente di NBCUniversal International. Ex-manager di Comcast, controllante dell’intero gruppo dal 2011, Shell era stato inviato a Londra a seguito della scalata per dirigere le operazioni oltreoceano di NBCUniversal, sia nel campo televisivo che per quanto riguarda il marketing e la distribuzione dei film. In quello che viene visto come un attestato di fiducia per il buon lavoro svolto nel ramo dell’azienda dedicato alle trasmissioni tv, Shell è stato ora trasferito nuovamente a Los Angeles, dove sarà a capo di tutte le attività dello studio cinematografico, compresa distribuzione e home video, in qualità di nuovo presidente dell’Universal Filmed Entertainment Group.

New_Universal_For_Black_Background_Logo_410

Oltre a questa nomina, è stata infine decisa la nuova posizione del direttore di lungo corso degli Universal Studios, Ron Meyer, che dalla carica di chief operating officer passerà a quella di vice-presidente di NBCUniversal. Secondo alcuni analisti, il cambiamento non è da considerarsi una vera e propria promozione, ma assicurerebbe comunque a Meyer un importante ruolo  di rappresentanza in virtù dei suoi contatti e dei rapporti di vecchia data con le maggiori personalità di Hollywood. Un passo in avanti sembra invece essere stato compiuto da Donna Langley, che dopo anni trascorsi nel ruolo di co-chairman accanto a Fogelson, diventa ora l’unico  presidente di Universal Pictures alle dirette dipendenze di Shell.

Secondo Variety, la scelta del nuovo vertice sarebbe la dimostrazione di come i cambiamenti all’interno dell’industria dell’intrattenimento stiano influenzando le strategie delle major, dove i nuovi dirigenti provengono sempre meno dai reparti creativi e sempre più da settori che hanno saputo valorizzare i mercati emergenti, come quello dell’on demand (vedi la nomina di Kevin Tsujihara a Warner Bros). Altri osservatori, invece, vedono nella scelta di Shell la volontà di marchiare più nettamente anche il ramo cinematografico del gruppo con l’impronta di Steve Burke, CEO di NBCUniversal.

 

Fonte: Variety, The Wrap

Davide Dellacasa
Publisher di ScreenWeek.it, Episode39 e Managing Director del network di Blog della Brad&k Productions ama internet e il cinema e ne ha fatto il suo mestiere fin dal 1994.
http://dd.screenweek.it
Top