You are here
Home > Cinema > Warner Bors: un think tank per rivitalizzare il ramo animazione

Warner Bors: un think tank per rivitalizzare il ramo animazione

Lo studio riunisce un team di professionisti per il rilanciare la propria produzione di film animati. Obiettivo: distribuire un titolo di alto profilo all’anno, a partire dal film dei Lego in uscita nel 2014.

Il business del cinema di animazione è come noto un piatto che fa gola a ogni major, basti pensare alla grande attenzione con cui è stato seguito il passaggio di DreamWorks Animation dall’accordo di distribuzione con Paramount a quello con 20th Century Fox (ne avevamo parlato QUI). Per non lasciarsi sfuggire una fetta di questa parte fondamentale del mercato cinematografico, un altro studio hollywoodiano ha deciso di rivitalizzare la sua divisione dedicata ai cartoons, dando vita a un gruppo creativo costituito da alcuni dei principali professionisti del settore e finalizzato a ottenere l’uscita di un film di alto livello all’anno.

Si tratta di Warner Bros, che ha rivelato ieri la composizione di questo think tank formato da Glenn Ficarra e John Requa (già registi di Crazy, Stupid Love e sceneggiatori di Come cani e gatti), da uno degli autori de I Muppet, Nicholas Stoller, dagli autori di Piovono Polpette, Phil LordChris Miller, e dal Jared Stern de I pinguini di Mister Popper. I membri del team lavoreranno sia da soli sia in collaborazione l’uno con l’altro, ma non in esclusiva, e potranno perciò continuare a essere coinvolti in altre produzioni.

Warner Bros ha una straordinaria tradizione nel campo dell’animazione, che include alcuni personaggi leggendari della storia del cinema – ha dichiarato il presidente dello studio, Jeff Robinov, in occasione dell’annuncio del nuovo progetto – “Guardando al futuro, abbiamo riunito alcuni tra i maggiori talenti del settore per aiutarci a far crescere e ampliare questa tradizione. Animato dalla loro immaginazione e ispirazione, lo studio produrrà un portfolio di titoli nuovi e originali che di sicuro sapranno aggradare il pubblico di ogni età”.

Il gruppo, ad ogni modo, opera in modo informale già da diversi mesi: il primo film a scaturire da questa collaborazione sarà quello sui Lego, scritto e diretto dalla coppia Lord-Miller e in arrivo nelle sale statunitensi a febbraio del 2014. Il successivo uscirà nel 2015 e sarà Storks, per la sceneggiatura di Stoller e la regia di Doug Sweetland, già dietro al delizioso corto Pixar Presto. Nel 2016 sarà dunque la volta di Smallfoot, film sceneggiato da Requa e Ficarra su un soggetto di Sergio Pablos, che dovrebbe curarne anche la regia. A coordinare i lavori del team saranno gli executives Courtenay Valenti, Chris deFaria e Greg Silverman.

Non si tratta però degli unici film di animazione messi in cantiere dalla  major, che starebbe lavorando anche a un titolo chiamato The Tower Ravens con la Carousel Prods di Steve Carell,  nonché a un misto di live-action e CGI dedicato alla storica azienda Acme Corp., al centro di tanti classici cartoons della serie Looney Tunes. Le esperienze recenti di Warner Bors nell’animazione comprendono, invece, il non troppo soddisfacente titolo del 2003 Looney Tunes: Back in Action, il buon successo di Happy Feet (384 milioni di dollari raccolti in tutto il mondo nel 2006), il sequel dello stesso lanciato nel  2010 e il film dello stesso anno Il Regno Di Ga’Hoole – La Leggenda Dei Guardiani, che hanno guadagnato entrambi intorno ai 150 milioni di dollari.

 

Fonte: Variety

Davide Dellacasa
Publisher di ScreenWeek.it, Episode39 e Managing Director del network di Blog della Brad&k Productions ama internet e il cinema e ne ha fatto il suo mestiere fin dal 1994.
http://dd.screenweek.it
Top