Home > Cinema > Sorrento 2012: Nicola Maccanico ci illustra il listino Warner, distribuzione italiana dell’anno per numero di spettatori

Sorrento 2012: Nicola Maccanico ci illustra il listino Warner, distribuzione italiana dell’anno per numero di spettatori

In attesa che arrivi il nuovo piatto forte, vale adire Lo Hobbit: Un Viaggio Inaspettato, il DG di Warner Bros ci parla dei grandi titoli previsti per il prossimo anno: da L’Uomo d’Acciaio a Tarantino, da Il Grande Gatsby e Pacific Rim, passando anche per un prodotto italiano significativo e di qualità.

Tra le distribuzioni che hanno portato il proprio listino alla 35a edizione delle Giornate Professionali di Cinema di Sorrento, Warner Bros. Pictures Italia ha avuto l’opportunità di presentarsi come quella con le migliori perfomance in termini di presenze registrare fino al 30 novembre 2012. Una chance che non si presentava da 17 anni, e che il presidente Barbara Salabè ha colto anche per ribadire l’impegno di Warner verso una produzione italiana particolarmente forte, nonché nella lotta alla pirateria. “In tutto il mondo – ha detto Salabè il digitale è stata un’occasione per il cinema, per consolidare il pubblico nelle sale e ampliare l’amore verso i film”, da noi invece avrebbe assunto un aspetto molto diverso a causa di quelle violazioni del copyright che erodono tra il 37 e il 40% del mercato. La priorità sta dunque nell’individuare non solo gli strumenti normativi adatti a contrastare il fenomeno, ma anche un’offerta legale interessante e un modo per sensibilizzare gli utenti del web su questo tipo di comportamenti.

Abbiamo chiesto invece a Nicola Maccanico, Direttore Generale di Warner Bros, di illustrarci i punti di forza del nuovo  listino.

 

“Siamo molto fiduciosi, ci avviciniamo al 2013 convinti di poter replicare il successo del 2012. Per noi è stato un anno storico, essendo diventati nuovamente il primo distributore italiano dopo 17 anni, ma il futuro non ci spaventa perché abbiamo presentato un listino altrettanto importante. Partiremo il primo di gennaio celebrando il nuovo anno con La Migliore Offerta di Giuseppe Tornatore, interpretato da  Geoffrey Rush: un capolavoro che noi vogliamo far arrivare a un pubblico più ampio possibile. Poi avremo il 17 gennaio il ritorno di un regista straordinario quale Quentin Tarantino con il suo Django Unchained, un’esplorazione del genere western con un cast all star che va da  Jamie Foxx a  Christoph WaltzLeonardo DiCaprio, Samuel Leroy JacksonKerry Washington, per cui non c’è molto da aggiungere se non che non vediamo l’ora di poter offrire al pubblico questa straordinaria opportunità di visione cinematografica. Certo, con una partenza così importante dobbiamo tenere alta la concentrazione e la velocità, ma credo che ci riusciremo e tengo a sottolineare a proposito un’estate straordinaria per quanto riguarda Warner Bros, non solo in termini di qualità di film ma anche di quantità di film. Partiremo a maggio con Il Grande Gatsby, dove Baz Luhrmann torna a dirigere Leonardo DiCaprio in 3D, con immagini meravigliose e musica che hanno già conquistato il pubblico di tutto il mondo. A fine maggio avremo Una notte da leoni 3, con tutta la vecchia gang riunita, ed è difficile provare a immaginare quali disastri sapranno combinare ma sicuramente ci saranno molte risate collegate alle loro avventure. A giugno arriveranno poi due film diversi ma altrettanto importanti. Con After Earth, Shyamalan e soprattutto Will Smith torna a un genere, lo sci-fi, che gli ha dato incredibili successi e ci aspettiamo una replica degli stessi. Poi c’è quello che secondo me può essere considerato il film più atteso, anche in termini di aspettative, di tutto l’anno, cioè L’Uomo d’Acciaio.  Quando si mettono insieme nello stesso progetto come sceneggiatore e produttore Christopher Nolan e come regista Zack Snyder, non ci si può che aspettare qualcosa di mai visto prima, e credo che gli executives Warner a Los Angeles abbiano dimostrato un’altra volta la loro superiorità, semplicemente nella costruzione di questa operazione. Sono sicuro che sarà indimenticabile, mentre a luglio avremo un altro film importante, Pacific Rim, dove Guillermo del Toro si confronta con un genere fantasy, assolutamente coerente con la sua capacità unica creativa  e visionaria”.

E proprio di Pacific Rim è stato mostrato un trailer dove si parla della genesi di questi enormi robot, creati e guidati da esseri umani per combattere un diverso tipo di mostri che assediano il pianeta. Il video rivela un primo Jaeger che cade a terra nella neve, davanti a due persone apparentemente ignare ed attonite, e segue spiegando come gli umani abbiano costruito i propri mostri per combattere altri mostri, rivelando un breve flash di battaglia tra le enormi macchine comandate dall’interno e una di queste bestie misteriose, che sappiamo essere i Kaiju.

Continuando con il listino Warner, c’è da sottolineare l’impegno (dichiarato più o meno da tutte le distribuzioni quest’anno a Sorrento) per superare la questione “estate” e offrire un prodotto forte alle sale per tutti i 12 mesi:

“Warner fa dell’estate un proprio asset già da anni. Anche nel 2012 abbiamo avuto Spider-Man e Rock of Ages, che purtroppo è andato male, ma comunque una programmazione di titoli importanti, tra cui anche Men in Black. Quest’anno faremo ancora di più, perché il nostro listino ce lo consente e perché continuiamo a credere che l’estate non sia una stagione più debole, ma semplicemente una stagione diversa, con delle opportunità che noi intendiamo cogliere. Il mio auspicio è che in questo non ci lascino soli”.

Importante anche l’impegno col cinema italiano, non solo per il film di Tornatore ma anche con titoli più coraggiosi come Tutti contro tutti di Rolando Ravello, di cui sono state presentate diverse esilaranti clip e che porta sul grande schermo con ironia, leggerezza e apparentemente molta intelligenza, un tema sociale importante come le occupazioni e la difficoltà di alcune famiglie di assicurarsi un tetto sopra la testa.

“La nostra strategia di fondo è proprio quella di combinare quantità e qualità nel listino. Per fare questo siamo riusciti ad aggiungere nel corso degli anni alla nostra spina dorsale, cioè il listino americano Warner, prima le produzioni locali e poi il listino Sony. Vogliamo continuare in tal senso: il cinema italiano è una parte fondamentale del nostro lavoro, abbiamo cinque titoli l’anno prossimo, il che è importante in termini numerici, ma ciò che più conta è che abbiamo prodotti diversi tra loro. Puntiamo sia sul “sicuro”, per quanto di sicuro ci possa essere nel cinema, ma vogliamo anche cercare opportunità diverse. Come appunto il film di Ravello, opera prima con una sceneggiatura esilarante e molto ben scritta, con un cast importante  che comprende Kasia Smutniak e Marco Giallini. Abbiamo senza dubbio l’ambizione di essere una sorpresa con questo film”.

Gli altri titoli italiani in arrivo per Warner sono l’opera seconda da regista di  Rocco Papaleo, intitolata Una piccola impresa meridionale e interpretata dallo stesso attore comico più Riccardo ScamarcioBarbora Bobulova; sempre una commedia, stavolta romantica  e ambientata nel mondo degli avvocati, con  Fabio Volo e dal titolo Studio Illegale; il nuovo film di Giovanni Veronesi L’ultima ruota del carro, dove  Elio Germano sarà un testimone esterno dei più grandi avvenimenti della storia italiana recente.

Tra i film in listino di cui sono stati mostrati i trailer, ricordiamo il duro ed elegante Gangster Squad, con  Ryan GoslingSean PennJosh Brolin e l’avvenente Emma Stone, l’epico e fantastico Jack il cacciatore di Giganti, I Puffi 2 e il remake di Carrie e de La casa. Tra le anticipazioni The Conjuring, il nuovo intrigante film di Almodóvar Gli amanti passeggeri, l’action 2 Guns, il fantascientifico Elysium, il film con George Clooney Gravity, il ritorno del “catastrofista” Emmerich con White House Down, il prequel di 300, Captain Phillips, il sequel del cartoon Piovono Polpette, e il prossimo Lo Hobbit, in attesa che esca a metà dicembre il primo capitolo della nuova serie di Peter Jackson. 

Avatar
Davide Dellacasa
Publisher di ScreenWeek.it, Episode39 e Managing Director del network di Blog della Brad&k Productions ama internet e il cinema e ne ha fatto il suo mestiere fin dal 1994.
http://dd.screenweek.it
Top