You are here
Home > Cinema > Sorrento 2012: il saluto delle associazioni e le convention di Universal, con Filmauro, e Eagle

Sorrento 2012: il saluto delle associazioni e le convention di Universal, con Filmauro, e Eagle

Universal presenta un listino che va dal magistrale musical Les Misérables al ritorno di franchise come G.I. Joe – La Vendetta, passando anche per il trailer esteso in anteprima dell’insolito crime movie low budget di Michael Bay, Pain and Gain e per la physical distribution dei titoli Filmauro. La Eagle cerca invece di bissare il successo di Twilight con Beautiful Creatures, The Mortal Instruments e The Host.

Oggi la 35a edizione delle Giornate Professionali di Cinema di Sorrento si è aperta con il saluto dei rappresentanti dell’industria cinematografica, che hanno ricordato alcune delle criticità affrontate nell’anno passato per guardare con maggiore slancio al 2013. “Credo in questi momenti di aggregazione, che servono a vedere il prodotto ma anche a parlare del mercato del domani” – ha esordito Richard Borg, presidente dei Distributori dell’Anica – “siamo di fronte a una rivoluzione tecnologica epocale, il digitale ha stravolto non solo il nostro modo di operare ma anche le nostre metodologie di vita, per questo dobbiamo lavorare insieme affinché questo cambiamento sia gestito e non subìto”. Un’intesa tanto più necessaria dopo due anni consecutivi chiusi in perdita per il mercato del cinema italiano, come ha ricordato il presidente Anem (associazione degli esercenti multiplex), Carlo Bernaschi: “Abbiamo chiuso lo scorso anno con una perdita di quasi il 10%, e probabilmente andrà così anche nel 2012.  Abbiamo dovuto anche investire nel digitale, ricaduto quasi tutto sulle spalle dell’esercizio, e non possiamo dunque permetterci un 2013 così negativo”. La priorità, per Bernaschi, sono dunque “riportare il pubblico al cinema con una grande campagna promozionale, e non rimanere senza prodotto per quattro mesi l’anno”. Evitare il calo di film forti in uscita nella stagione estiva è, in particolare, uno dei primi punti all’ordine del settore, come sottolineato infine anche da Lionello Cerri: “Questo sarà un anno di prova – ha dichiarato il presidente degli esercenti Anec, associazione che organizza le Giornate di Sorrento – anche per il prodotto italiano che risulta ora in sofferenza dopo l’exploit del 2011”. L’unità tra gli operatori sarà dunque necessaria non solo per le iniziative come quella che sarà presentata domani, rivolta agli alunni delle scuole medie superiori tramite la creazione di una Carta dello Studente, ma anche sul fronte della programmazione estiva. “Come Associazione stiamo aiutando i colleghi a investire sul digitale con aiuti, accordi con le banche e con il sostegno destinato alle PMI. Dobbiamo affrontare la rivoluzione pensando che la filiera è unita e completa, che se da una parte ci sono delle belle sale ben attrezzate, dall’altra c’è un buon prodotto, per tutto l’arco della’anno”.

Il saluto dei presidenti è stato dunque seguito dalla presentazione di diversi listini, in particolare in mattinata sono stati illustrati quello di Universal Pictures, che include anche i titoli Filmauro, e di Eagle Pictures.

Presentata dallo stesso Richard Borg, AD e DG del ramo italiano della major che distribuisce in Italia anche i titoli Paramount, e dal Direttore Marketing Massimo Proietti, la convention Universal si è articolata nella presentazione di clip da alcuni dei titoli di punta dell’anno, trailer e anticipazioni, intervallate dall’intervento di Aurelio De Laurentiis per Filmauro [che da quest’anno, vi ricordiamo, si avvarrà del servizio di physical distribution di Universal].  Il primo film a essere illustrato con due lunghe sequenze d’azione, è stato Jack Reacher- La prova decisiva, film d’esordio del 2013 in uscita il 3 gennaio, che vede Tom Cruise nei panni di un abilissimo ex-agente della polizia militare, nato dalla penna di Lee Child. Un divertente scambio di battute tra Channing Tatum e Dwayne Johnson ha introdotto invece G.I. Joe – La Vendetta: una scena in cui i due si sfidano a colpire da lontano la fiamma di una piccola candela, e in cui The Rock tenta di distrarre il suo giovane collega con terribili ammicamenti. Si intuisce che si tratta solo del momento di quiete prima che un complotto di portata internazionale distrugga la loro squadra, costringendoli ad affrontare da soli, con un’unica altra sopravvissuta, il ritorno dell’organizzazione Cobra, aiutati però da un aitante Bruce Willis. Trailer esteso invece per Pain and Gain, il film “low budget” di Michael Bay, che si apre con gli esercizi fisici estremi del culturista interpretato da Mark Wahlberg: un body builder per cui il sogno americano coincide col pompare sempre di più i propri muscoli, fino a realizzare che la vera svolta della sua vita non può avvenire senza estorcere un po’ di denaro ai flaccidoni allenati da lui in palestra, che maltrattano il fisico ma vivono nell’agio. Un progetto più complicato del previsto, che avrà conseguenze violente, e  apparentemente esilaranti, fuori dal suo controllo e da quello del complice coinvolto nell’impresa, un’altra volta  Dwayne Johnson. Impressionante l’uso abbondante di ralenti già nella breve sequenza esposta all’inizio del trailer.  Applausi anche a Sorrento infine per il brano One day more, tratto dal musical Les Misérables, il musical diretto dal premio Oscar Tom Hooper e tratto da una delle rappresentazioni teatrali più famose di Broadway e del West End, già in odore di Academy Awards. Con un cast stellare che comprende Hugh JackmanRussell CroweHelena Bonham CarterAnne HathawaySacha Baron Cohen e Amanda Louise Seyfried.

A seguire il promo  reel con i  trailer del film Operazione Zero Dark Thirty, diretto dalla regista premio Oscar Kathryn Bigelow e  dedicato alla cattura di Osama Bin Laden; di Flight, di Robert Zemeckis, che potrebbe valere a Denzel Washington una nomination come miglior attore; dell’horror prodotto da Guillermo del Toro La Madre; dell’esordio alla regia di RZA, noto rapper dietro la macchina da presa di L’uomo con i pugni di ferro, cosceneggiato da Eli Roth e prodotto da Quentin Tarantino; dell’elegante Anna Karenina, tratto dall’omonimo scritto di Tolstoj con Keira KnightleyJude Law e Aaron Johnson; dell’insolito buddy movie Identity Thief, proprosto con il titolo italiano Io sono tu.

Per lo stacco riservato a Filmauro, Aurelio De Laurentiis ha ricordato jOBS Get Inspired, il film presentato a Venezia 69. Disconnect, definito come il Crash 2.0., e alcuni dei titoli italiani in produzione già presentati nel corso dell’estate (il nostro articolo QUI). Mostrati inoltre i trailer di The Last Stand e del film di Natale, Colpi di fulmine, accompagnato per l’occasione anche dal regista Neri Parenti e dal cast, vale a dire  Christian De SicaLillo e GregLuisa Ranieri e Anna Foglietta.

Universal ha dunque ripreso la presentazione del listino, con le sole anticipazioni di titoli quali il fantascientifico Oblivion, sempre con  Tom Cruise e con Morgan Freeman; il romantico Questione di tempo; il sequel molto atteso del cinecomic ormai di culto Kick-Ass 2, il remake di Oldboy da parte di Spike Lee; il secondo capitolo di Hunger Games: La Ragazza di Fuoco; il sequel Into Darkness: Star Trek; il proseguo di franchise Fast and Furious 6. Mostrati anche il trailer di recente uscita di World War Z con Brad Pitt  e quello con i simpatici Minion di Cattivissimo me 2. Presentate infine le immagini ancora in copia lavoro dell’action surreale R.I.P.D., dove  Ryan Reynolds e Jeff Bridges sono due poliziotti “leggermente” defunti, specializzati nel catturare chi tenta di sottrarsi al giudizio divino.

Per quanto riguarda il listino di Eagle Pictures, la convention della distribuzione è stata animata dalla vivace presentazione di Pino Insegno, che ha accompagnato le clip e i trailer dei titoli in arrivo. Tra questi, spiccano senza dubbio i nuovi eredi della Twilight Saga (almeno nelle intenzioni), cioè i fantasyBeautiful Creatures – La sedicesima luna, incentrato sull’amore tra un ragazzo umano e una giovane strega che dovrà scegliere tra bene e male, e The Mortal Instruments,dove la protagonista interpreta da Lily Collins incontra la tribù dei cacciatori di demoni chiamati Shadowhunters. Da un nuovo filone narrativo inaugurato dalla stessa autrice di Twilight, Stephenie Meyer, arriva poi il fantascientifico The Host, in cui l’amore adolescenziale tormentato è tra un ragazzo terrestre e una giovane (Saoirse Ronan) il cui corpo è stato “invaso” da una razza aliena, ormai stirpe dominante del nostro pianeta. Sempre molto immaginifico, ma di tutt’altro genere, il ritorno dei fratelli Wachowski con Cloud Atlas, mentre di tutt’altro genere appare il drammaticissimo The Impossible, dove  Ewan McGregorNaomi Watts sono  i genitori di una famiglia sopravvissuta miracolosamente allo tsunami del 2004,  impegnata a ritrovarsi dopo il tragico evento. Un po’ fuori dal coro anche The Reluctant Fundamentalist, della regista indiana Mira Nair, film di apertura dell’ultima Mostra di Venezia, nonché il titolo d’animazione in CGI  Le avventure di Taddeo Jones. La splendida Jennifer Lawrence è infine protagonista di due film molto diversi tra loro come l’horror House at the End of the Street e la bizzarra commedia The Silver Linings Playbook, a fianco di  Bradley Cooper.

Davide Dellacasa
Publisher di ScreenWeek.it, Episode39 e Managing Director del network di Blog della Brad&k Productions ama internet e il cinema e ne ha fatto il suo mestiere fin dal 1994.
http://dd.screenweek.it
Top