Home > Cinema > 3D > Al via il CES 2012, tra nuovi contenuti Xbox Live, ultrabook, Google TV e schermi sempre più ultrasottili.

Al via il CES 2012, tra nuovi contenuti Xbox Live, ultrabook, Google TV e schermi sempre più ultrasottili.

Entra nel vivo a Las Vegas il Consumer Electronics Show. Molte le novità, tra cui televisori di ultima generazione, schermi 3D da vedere senza occhialini e Google TV.

Comincerà oggi a entrare nel vivo a Las Vegas l’edizione 2012 del CES, il Consumer Electronics Show, uno degli appuntamenti più importanti per il mondo dell’hi-tech. Molte sono state le anticipazioni  sulle novità che saranno presentate nel corso dell’evento, tra cui televisori di ultima generazione, altri partner per la Google TV, gadget ad alto contenuto tecnologico e forse anche nuove politiche sui contenuti dei colossi dell’infotainment. È vero che ormai le notizie e le release di nuovi prodotti si susseguono costantemente nel corso dell’anno, ma vediamo comunque quali saranno i temi principali di questa edizione.

MICROSOFT APRE (E CHIUDE) CON XBOX

Sebbene la compagnia abbia annunciato che questa sarà l’ultima volta che parteciperà all’evento, nel suo kenyote speech di apertura il CEO Steve Ballmer non ha lesinato rivelazioni di una certo rilievo. Come vi abbiamo già fatto presente all’epoca del lancio della nuova dashboard dell’Xbox, è ormai chiaro come Microsoft punti a trasformare la sua console per videogame in una piattaforma con molte più funzionalità in grado di competere nel nascente mercato delle smart tv. Un passo in tal senso era stato già compiuto con  l’update dell’interfaccia e del servizio Xbox Live, con la conclusione di accordi in tutto il mondo (compresa l’Italia, dove il partner scelto è stato Mediaset) per rendere il dispositivo un hub di programmi televisivi, film e sport. Il trend è stato però confermato al CES da Ballmer, che ha annunciato una partnership con News Corp. per l’offerta di contenuti provenienti da 20th Century Fox, Fox Television, Fox News e The Wall Street Journal. L’intesa partirà entro l’anno, così come quella con Comcast, che renderà fruibile attraverso Xbox il suo Xfinity video streaming, e quella con lo show educativo per i più piccoli Sesame Street, che promette di coinvolgere i bambini in modo sempre più interattivo. La nuova Xbox sarà perciò “un device tutto-in-uno per l’intrattenimento nel salotto di casa”, stando alla definizione data da Ballmer, specificando come gli abbonamenti al suo servizio Live siano già 40 milioni, e come i nuovi programmi  cambieranno il concetto di tv rendendola un medium bidirezionale. Intanto, a più stretto giro, si attende la release di Windows 8, prevista per febbraio.

TABLETS

Dopo essere saliti anche in vetta alla classifica Nielsen dei regali più ambiti tra bambini e adolescenti, questi dispositivi sono al centro dell’industria dell’hi-tech e probabilmente lo saranno anche al CES. Ci si aspetta che continui la sfida di Amazon ad Apple (come al solito non presente alla fiera), per quanto per ora il piatto della bilancia sia ancora a favore della seconda. Secondo gli analisti, nel 2011 sarebbero stati venduti più di 35 milioni di iPad, che potrebbero diventare 50 nel 2012. Da parte sua Kindle Fire, lanciato a novembre, nell’ultimo mese dello scorso anno ha venduto più di 4 milioni di dispositivi, cioè più di un milione a settimana. Un terzo incomodo potrebbe però rubare la scena ad entrambi: si tratta dell’ultrabook,  che non è un tablet ma un computer portatile estremamente sottile (una tendenza che come vedremo caratterizzerà anche le TV di quest’anno), oggetto di design ovviamente molto leggero  e veloce. Secondo il Sole24Ore, ne saranno annunciati oltre settanta modelli, e il prodotto potrebbe presto uscire dalla nicchia sfidando il primato dei MacBook Air. Questo tanto per ricordare anche come nel primo CES senza Steve Jobs, Apple rimanga onnipresente nonostante l’assenza formale.

COME CAMBIA LA TV

Quando Google ha perso Logitech nello sviluppo del suo “piccolo schermo”, si è subito parlato di nuovi partner pronti a sostenere il colosso di Internet nella corsa alla smart tv. E così è stato: in occasione del CES è stato infatti rivelato come Lg e Lenovo abbiano preso il posto della società svizzera aggiungendosi a Sony nel tentativo di dare corpo alla Google TV, progetto che però sembra non abbia ancora trovato la marcia giusta per ingranare. Intanto, alla fiera terrà banco un nuovo televisore ultrapiatto già denominato modello “carta da parati”. Lg intende battere il record per quanto riguarda gli schermi Oled (organic light emitting diode), presentandone uno da 55 pollici, dal peso di 7 chili e mezzo e dallo spessore di soli 4 millimetri. L’unica misura non ancora rivelata è quella del prezzo. Ci saranno inoltre gli schermi 4K con quattro mila pixel di risoluzione in orizzontale e soprattutto le tv 3D da vedere senza occhialini. Le presenterà Toshiba, forse nella speranza che eliminando “l’ingombro” si riesca a lanciare meglio il prodotto a livello di massa.

E I CONTENUTI?

Il CES è una fiera di tecnologia, ma come sta dimostrando soprattutto la corsa alla smart tv, il medium non sempre basta a fare il messaggio. Avranno forse meno eco degli ultimi ritrovati hi-tech, ma tra i protagonisti dell’evento ci saranno anche i fornitori dei prodotti audiovisivi, da i network tradizionali e dalle major, che giocano un ruolo fondamentale in quanto detentori dei diritti sulla maggior parte dei contenuti originali, ai nuovi grandi protagonisti del “video”  come YouTube. E le novità potrebbero essere interessanti se, come annunciato da indiscrezioni, alcuni Studios come Warner Bros ne approfitteranno per definire ulteriormente la propria politica in merito alle licenze, in particolare nel campo del VOD.

Fonte: The Wrap, Sole24Ore, Corriere della Sera.

Avatar
Davide Dellacasa
Publisher di ScreenWeek.it, Episode39 e Managing Director del network di Blog della Brad&k Productions ama internet e il cinema e ne ha fatto il suo mestiere fin dal 1994.
http://dd.screenweek.it
Top