You are here
Home > Cinema > Blu-ray: negli USA le vendite crescono del 20% e superano i due miliardi di dollari [aggiornato]

Blu-ray: negli USA le vendite crescono del 20% e superano i due miliardi di dollari [aggiornato]

Nel 2011 le vendite dei Blu-ray segnano un +20%, ancora cali invece per il mercato complessivo dell’home video, sotto del 2%. Harry Potter il titolo più venduto dell’anno.

Sono anni che il mercato dell’home video subisce forti contrazioni, sia negli Stati Uniti sia a livello internazionale, ma il 2011 potrebbe finalmente segnare un punto di svolta nel trend negativo. A renderlo noto è il DEG – Digital Entertainment Group, sorta di consorzio delle industrie americane del settore, che ieri ha rivelato i dati relativi all’ultima annata per DVD e Blu-ray, mettendo in luce una crescita evidente nel campo dell’alta definizione.


Sostenuti non solo dalla diffusione degli apposti lettori ma anche da quella delle televisioni digitali in HD, le vendite dei Blu-ray hanno infatti conosciuto un incremento di 20 punti percentuali rispetto al 2010, superando per la prima volta la soglia dei due miliardi di dollari. Anche la spesa complessiva per il consumo domestico di prodotti audiovisivi avrebbe registrato un lieve incremento dell’1% nella seconda parte dell”anno, sorretta in particolare dal buon andamento di quel terzo trimestre che con il suo incremento del 5% ha fatto tornare il segno più per la prima volta dal 2008. A rinforzare il mercato, sottolinea tuttavia DEG, non c’è solo l’alta definizione ma tutti i nuovi canali di fruizione di film e contenuti video, cioè VOD e download, rispettivamente in aumento del 7 e del 9%. Ieri è arrivata anche la notizia che sono più di 750 mila i nuovi utenti  di UltraViolet, il sistema cloud per lo storage della propria library digitale online, lanciato a ottobre dopo tre anni di preparazione e fortemente sostenuto da molte major quale alternativa più flessibile e più sicura (dal punto di vista del copyright, ovviamente) alla copia digitale. Secondo DEG, comunque, saranno più di 100 i titoli resi disponibili per la “nuvola” nel 2012, e che alle divisioni Home Entertainment di Warner, Sony e Universal si aggiungerà presto anche Paramount.

Altro dato positivo è la crescita sostenuta del numero di famiglie dotate dei lettori per la visione in HD, che ora raggiungono 40 milioni di case statunitensi, con un salto nella penetrazione del Blu-ray di 38 punti percentuali.  Buona anche le performance dei dischi in 3D, la cui disponibilità si è triplicata rispetto al 2010. Ancora migliori i dati riguardanti i televisori in alta definizione: nel 2011 sono stati venduti 27 milioni di esemplari, con una diffusione che ora riguarda 74 milioni e mezzo di nuclei famigliari, ovviamente sempre negli USA.

Fin qui le buone notizie. Meno soddisfacenti, ma comunque sostanzialmente stabili, i risultati complessivi del comparto, che hanno visto contrarsi del 2% i ricavi provenienti dalla vendita e dal noleggio di Blu-ray, DVD e copie digitali, per un totale di 18,04 miliardi di dollari rispetto ai 18, 43 dell’anno precedente. La spesa dei consumatori in copie fisiche è passata poi dai 10 miliardi e mezzo del 2010 agli 8,95 del 2011, con un decremento maggiore del 13%. Il settore del noleggio ha fatto registrare perdite meno significative, pari a tre punti percentuali, per un totale di 7,54 miliardi dollari, con un calo che si concentra principalmente sulle videoteche (-28%), mentre cresce ancora (31%) il business dei distributori automatici di Blu-ray e DVD, principalmente RedBox.

Interessante infine la crescita del ramo “digitale” dell’home video: la spesa per le copie senza supporto fisico è cresciuta del 51% arrivando a toccare 3,42 miliardi di dollari rispetto ai 2,26 del 2010. La fetta più grande della torta è da attribuire al video on demand (1,87 miliardi), seguito dai nuovi abbonamenti ai servizi di streaming (circa 993 milioni e mezzo) e dalle copie digitali, che invece hanno ottenuto il risultato meno entusiasmante di circa 553 milioni di dollari.

DEG ha anche rilasciato una classifica dei titoli più venduti del 2011, senza però specificare le cifre incassate da ciascun film:

Fonte: Forbes, Hollywood Reporter

Davide Dellacasa
Publisher di ScreenWeek.it, Episode39 e Managing Director del network di Blog della Brad&k Productions ama internet e il cinema e ne ha fatto il suo mestiere fin dal 1994.
http://dd.screenweek.it
Top