Roku

Google alla conquista del salotto con Roku

Continua la campagna dei colossi del web alla conquista del salotto di casa. Google ha già dimostrato il proprio interesse a guadagnarsi una fetta del nuovo mercato delle tv connesse con il rilascio di diversi dispositivi per collegare il piccolo schermo in rete, dalla chiavetta Chromcast fino al nuovo set-top box Nexus Player, prodotto da Asus, primo esemplare di quella Android TV che presto sarà integrata direttamente negli apparecchi di grandi marchi dell’elettronica di consumo come Sony, Sharp e TP Vision. L’azienda di Mountain View ha però assestato un altro colpo anche nel campo del video on demand, in cui opera tramite lo store online Google Play. La sua applicazione per il noleggio e l’acquisto di film online, presente ovviamente su tutti i dispositivi a marchio Big G, farà infatti il proprio debutto anche su quelli di Roku, tra i leader USA del settore dei set-top box che rendono”smart” le vecchie tv.

google play roku

Leggi tutto

Tv connesse in Rete: un mercato destinato a raddoppiare entro il 2017

Il web prosegue nella conquista del piccolo schermo. Gli strumenti della misurazione dell’audience hanno già cominciato ad adeguarsi alla nuova realtà, come dimostra l’alleanza con Twitter stretta da Nielsen, agenzia specializzata nel rating dei programmi tv,  o il fatto che la stessa società abbia di recente deciso di inserire all’interno delle proprie rilevazioni anche le cosiddette “case Zero-TV”,   vale a dire gli utenti, in prevalenza giovani e senza conviventi, che usufruiscono della programmazione dei broadcaster tradizionali solo attraverso Internet, con dispositivi e tecnologie escluse dalle vecchie statistiche. A confermare il trend si aggiunge ora anche uno studio indipendente della Parks Associates, che scandagliando 10 mila nuclei familiari USA ha rilevato una netta crescita delle apparecchiature televisive connesse in Rete, in particolare di quelle che vi accedono attraverso appositi set-top box.

roku

Leggi tutto

CES 2013: le novità di Roku e le aspettative sulle smart tv

Prenderà il via domani, 8 gennaio, l’edizione 2013 del CES, il Consumer Electronics Show di Las Vegas, che costituisce uno degli appuntamenti più importanti per il mondo dell’hi-tech. In attesa dell’apertura ufficiale della fiera, molte sono le anticipazioni e le novità rivelate da alcuni dei marchi partecipanti all’evento. Secondo le prime previsioni, tra i trend che terranno banco in questi prossimi giorni, ci si attende la proliferazione di dispositivi, in particolare mobili, ad alto contenuto tecnologico ma a prezzi più contenuti rispetto ai prodotti Apple, che viene considerata sempre un fondamentale trendsetter ma non l’unico giocatore sul mercato. A questo CES, tuttavia, dovrebbe evidenziarsi anche una maggiore attenzione verso le app e i device collegati al concetto di “second screen”, quelli cioè che possono aggiungersi, integrare e rendere più interattiva l’esperienza della fruizione dei programmi televisivi. Sempre su questo fronte, continua la battaglia di Internet per imporsi quale nuovo “cavo”, cioè quale nuovo fondamentale strumento per la visione della tv, con modalità ovviamente più innovative che in passato, e le prime novità in merito sembrano arrivare da Roku, società specializzata nella produzione di digital media receiver, o DMR, che permettono di ricevere contenuti in streaming sul piccolo schermo.

Leggi tutto

Il web? Non ha bisogno di cani da guardia ma di cani da caccia: al via MediaHound.

Tra i protagonisti della pirateria, attualmente, ci sono gli aggregatori di link alle pagine in cui poter vedere in streaming o comunque fruire di contenuti lesivi della proprietà intellettuale. Al successo e alla diffusione di queste pratiche, come abbiamo già avuto modo di sostenere (l’articolo qui) contribuiscono fattori non solo culturali ma anche strettamente pratici, come le difficoltà dell’offerta legale a incontrare le esigenze dei consumatori, vuoi per un gap informativo, vuoi per la rigidità dei modelli distributivi ancora perseguiti da molti detentori del copyright. Vi abbiamo fatto l’esempio di un utente medio (statunitense, ovviamente) che voglia vedere Game of Thrones online, destinato a scontrarsi contro il muro di HBO che dà la possibilità di noleggiare la serie ai soli abbonati della tv via cavo e che allo stesso tempo non sembra aver concesso i diritti a nessuno dei portali più gettonati dello streaming e del download, come iTunes, Netflix e Hulu. La pirateria, dunque, a volte vince per velocità e semplicità, erodendo utenti all’offerta legale. Ed è proprio in questo spazio che intende inserirsi un nuovo servizio: si chiama MediaHound, ed è un portale volto ad aggregare tutte le informazioni su come è possibile vedere legalmente un film o una serie tv online e in DVD.

 

Leggi tutto

Raddoppia il mercato dei televisori connessi alla Rete, e Apple lo guida con una fetta di oltre il 30%

Apple domina il settore delle Internet tv: a rivelarlo è uno studio della società Strategy Analytics sui Connected TV Players, secondo cui il media center marchiato dalla Mela nel 2011 raggiungerà una quota pari a circa il 30% del mercato, segnando un importante punto a proprio favore nella competizione per accaparrarsi il predominio sulla nascente televisione “smart”.

Leggi tutto