home video

L’Home Video negli Stati Uniti, cresce ancora il digitale

I dati relativi al primo trimestre del 2015 relativi al mercato dell’Home Entertainment negli Stati Uniti, pubblicati dal consorzio DEG: The Digital Entertainment Group, mostrano ancora il segno positivo (seppur in maniera contenuta), grazie soprattutto alll’incremento delle vendite e dello streaming digitale. E’ infatti questo settore, con una crescita del 20%, che ha permesso all’intero mercato di attestarsi nei primi tre mesi dell’anno a un +0,23% con una spesa complessiva dei consumatori stimata a 4,59 miliardi di dollari ontro i 4,58 dello stesso periodo del 2014.

Stack of DVD Movies

Leggi tutto

Francia, DVD e Blu Ray in calo nel primo trimestre dell’anno

Il mercato dei supporti fisici legati all’home entertainment (Dvd e Blu-Ray) in Francia ha registrato un consistente calo, sia dal punto di vista di pezzi venduti che di valore, nei primi tre mesi del 2015. I fracesi infatti hanno speso 169,08 milioni di euro nell’acquisto di Dvd e Blu-Ray (-16,3% rispetto al primo trimestre del 2014). Un dato che si spiega soprattutto con il calo del 15,4% dei ricavi provenienti dalla vendita dei Dvd (128,63 milioni di euro) e del 19,1% dei ricavi devivandi dal Bly-Ray (40,44 milioni di euro). Per quanto riguarda le unità vendute complessivamente i due supporti fisici nei primi tre mesi dell’anno hanno venduto 21,09 milioni di unità (-9,9%): 17,80 milioni i Dvd (-9,9%) e 3,29 milioni i Blu-Ray (-10%).

Stack of DVD Movies

Leggi tutto

L’home video in Germania nel 2014: fatturato -5% ma cresce il digitale

Secondo i dati resi noti da BVV – Bundesverband Audiovisuelle Medien, l’associzione che rappresenta gli editori tesdeschi di home entertaniment, il fatturato del settore home video in Germania nel 1914 è calato del 5% passando dai 1,72 miliardi del 2013 a 1,64 miliardi. In calo del 9% la spesa per l’acquisto dei dvd (passata da 984 a 899 milioni) e anche, sebbene in misuta minore (-1%)  quella per i Blu Ray (passata da 410 a 405 milioni) Ma se i supporti fisici sono in sofferenza il settore della vendita digitale mostra segni di incremento: 67 milioni di euro il fatturato complessivo del 2014 contro i 52 milioni del 2013 (+29%). Anche se la quota di mercato delle vendite digitali è ancora solo del 5% (era il 4% nel 2013) confermando che il mercato dell’home entertainment rimane ancora ancorato ai supporti fisici.

Lo Hobbit La Desolazione Di Smaug Martin Freeman Foto Dal Film 3

Leggi tutto

In Francia l’home video cala del 14% nel 2014, ma in Italia il mercato tiene

Nel 2014 il merczto legato all’home entertainment in Francia e relativo alle vendite di Dvd e Blu Ray  è calato del 14% rispetto al 2013 in rapporto alla spesa delle famiglie: il volume d’affari è stato pari a 799,01 milioni di euro. Nel dettaglio il giro d’affari delle vendite in Dvd ha senato -15,6% (610,69 milioni di euro), mentre quello del Blu Ray è stato in calo dell’ 8,,2%(pari a 188,32 milioni di euro). Il dvd rappresenta il 23,6% del mercato del supporto fisico contro il 22,1% del 2013.

Stack of DVD Movies Leggi tutto

The Interview in DVD e Blu Ray (in Usa) il 17 febbraio

Dopo l’uscita (limitata) nelle sale e la distribuzione online su varie piattaforme e servizi di VOD Sony ha annunciato la prossima distribuzione nei formati DVD e Blu Ray di The Interview la commedia con James Franco e Seth Rogen al centro di un caso internazionale: il film, che racconta del piano per assassinare il leader nordcoreano ideato da due conduttori tv americani, eè infatti considerato la causa principale dell’attacco infrormatico subito da Sony negli scorsi mesi e la majoe e gli esercenti avevano ricevuto pesanti minacce da parte del gruppo hacker responsabile dell’attacco se avessero deciso di distribuire e programmare il film nelle sale. Alla fine di una travagliata decisione Sony aveva comunque deciso di distribuire il film come previsto nelle sale il 25 dicembre, anche se in un numero limitato di cinema (e non nei principali circuiti) accanto a una contemporanea distribuzione in Video on Demand online su alcuni servizi (tra cui YouTube Movies, Google Play, la piattaforma XBox Video di Microsoft) e su un sito dedicato. Oggi la notizia che il film uscirà il 17 febbraio negli Stati Uniti in DVD e Blu Ray.

interview blu ray

Leggi tutto

Gli inglesi preferiscono (ancora) i Dvd e Bly Ray. L’home video in Uk nel 2014

Nel 2014 il mercato dell’home video inglese è rimasto stabile con una spesa complessiva di 2,2 miliardi di sterline (pari a 2,8 miliardi di euro), in linea con il 2013; in grande crescita il comparto digitale che ha registrato un aumento del 30%. Tuttavia il supporto fisico è ancora il preferito dagli inglesi che preferiscono comprare film per tenerli nella loro “collezione”: 1,43 miliardi di sterline (1,8 milioni di euro) della spesa nel 2014 (l’89% della spesa totale) è andata a favore di supporti Dvd e Bly Ray. Sono i dati resi noti dalla British Video Association, l’associazione che riusnisce le principali società del settore dell’home entertainment.

Frozen Il Regno Di Ghiaccio Immagine Dal Film 8

Leggi tutto

Redbox: prezzi più alti e videogame, la nuova strategia dell’home video USA

Da 1,20 a 1,50 dollari a notte per il noleggio dei DVD, mentreBlu-ray e videogame saliranno rispettivamente a 2 e 3 dollari. A partire da dicembre i consumatori americani ancora affezionati al videonoleggio dovranno cominciare a fare meglio i conti quando si accingeranno a prelevare film e giochi dai popolari distributori automatici di Redbox, famosi per i loro prezzi altamente concorrenziali che permettono di godere delle ultime uscite in home video pagando anche meno del video on demand online. Nonostante il costo per disco sia ancora contenuto, l’incremento stabilito per il costo di noleggio è nell’ordine del 25% ed è il primo per quanto riguarda il comparto game e alta definizione, per i film invece c’era già stato uno storico aumento nel 2011 rispetto a quel “1 dollaro a notte” che ha aiutato il successo e la diffusione dei tipici chioschi rossi su tutto il territorio statunitense, in particolare nelle location della grande distribuzione.

redbox_main_610x296

Leggi tutto

Moviebox: arriva anche in Italia il noleggio DVD low cost

Chi ancora si ricorda le serata passate a  sbirciare tra gli scaffali di Blockbuster (o qualsiasi altra catena simile) a cercare il film da vedere nella serata o nel weekend, ricorderà anche i problemi tipici di noleggiare un DVD. Oltre a mettere d’accordo i gusti degli eventuali compagni di visione, bisognava non perdere la tessera,  ricordarsi di non lasciar stazionare il disco da qualche parte in casa e riportarlo in videoteca entro la scadenza prevista, così da non andare incontro a spiacevoli maggiorazioni di costo. Con il crescere della pirateria, delle opzioni alternative di intrattenimento domestico e infine con lo sviluppo di un’adeguata offerta legale di cinema online, il videonoleggio sembrava destinato a rimanere sempre più nell’ambito dei ricordi… O forse no: a tentare di rivitalizzare il settore è arrivato in Italia Moviebox, un nuovo sistema di affitto che non prevede tessere né abbonamenti di alcun genere e, soprattutto,  limiti di tempo per la riconsegna dei dischi.

moviebox

Leggi tutto

Roberto Paris (Universal) “Il 2014 anno da cogliere sull’Home Video”

«Il consumo di film c’è e c’è in maniera decisa. Ecco perché il 2014 è un anno da cogliere per l’Home Video». Escordisce così, in maniera soprendentemente positiva, nell’intervista di copertina pubblicata dal mensile Trade Consumer Electronics, Roberto Paris, amministratore delegato di Universal Pictures Italia.

Stack of DVD Movies Leggi tutto

Home video ancora in calo (-14,3%) in Italia, ma cresce il digitale

Non si arresta il declino del mercato italiano dell’home entertainment: a rivelarlo è il rapporto elaborato annualmente da Univideo, organismo che riunisce le industrie del settore, in cui si evidenzia una flessione del 14,3% nel valore del comparto. Il dato si riferisce alla somma dei ricavi derivanti dalla vendita e dal noleggio di DVD e Blu-raydall’edicola e dal digitale (VOD e EST), che nel 2013 si sono attestati sui 360 milioni di euro, in netto decremento rispetto ai 420 milioni del 2012 e quasi dimezzati in cinque anni. Ovviamente l’andamento è diverso nei vari rami del mercato e soprattutto in quello emergente del video on demand (affitto o acquisto di film online, definiti appunto VOD e EST): è questo infatti l’unico segmento con cifre in positivo (+38,5%) per quanto ancora assai limitate rispetto al totale  del settore.

mercato italiano dell'home video nel 2013 - ricavi totali

Leggi tutto