Home > Cinema > I David che guardano all’Oscar,con i maggiori incassi del 2016 nelle nomination [INFOGRAPHIC]

I David che guardano all’Oscar,con i maggiori incassi del 2016 nelle nomination [INFOGRAPHIC]

Si svolgerà il 18 aprile la cerimonia per l’assegnazione dei David di Donatello, premi che con un po’ di enfasi possiamo definire il corrispettivo italiano degli Oscar. Per questa 60a edizione, tuttavia, le novità non mancano  e insieme al buon successo di pubblico di alcuni dei titoli in pole position, potremmo forse assistere a un...

Si svolgerà il 18 aprile la cerimonia per l’assegnazione dei David di Donatello, premi che con un po’ di enfasi possiamo definire il corrispettivo italiano degli Oscar. Per questa 60a edizione, tuttavia, le novità non mancano  e insieme al buon successo di pubblico di alcuni dei titoli in pole position, potremmo forse assistere a un qualche salto di popolarità di questo rito celebrato ogni anno dall’industria nostrana della settima arte. Il cambiamento più rilevante, come noto, è il passaggio da Rai a Sky, che ultimamente si sta distinguendo per un certo protagonismo in campo audiovisivo e potrebbe addirittura lanciarsi nella distribuzione di cinema. Come sottolineato dal presidente ANICA, Riccardo Tozzi (anche patron di Cattleya), si tratta di un riconoscimento della maggior valorizzazione del prodotto film praticata dalla pay-tv rispetto all’emittente di servizio pubblico: molto attiva nel cofinanziamento delle opere nazionali ma meno per quanto riguarda la programmazione all’interno del palinsesto.

Secondo elemento a far ben sperare è la maggiore popolarità dei candidati: i due maggiori contendenti, Lo Chiamavano Jeeg Robot e Non Essere Cattivo, sono state due grandi sorprese della stagione cinematografica in corso: l’opera prima di Gabriele Mainetti grazie a un solido passaparola è arrivata a 2,6 milioni di euro e potrebbe continuare ad aumentare il suo incasso, mentre il film di Claudio Caligari ha sfiorato la nomination all’Oscar. Entrambi concorrono con 16 nomination, comprese le categorie principali.  A seguire troviamo le 14 candidature di Youth del regista premiato dall’Academy Paolo Sorrentino e le 12 di un altro dei grandi nomi recenti del cinema italiano, Matteo Garrone, con il suo Il Racconto dei Racconti. Con ben 9 nomination troviamo però in pole anche Perfetti Sconosciuti, la commedia che andrà al Tribeca Film Festival e che ha superato inaspettatamente i 15 milioni di euro diventando uno dei migliori titoli di questo inizio 2016. In più nella rosa dei possibili vincitori di una statuetta c’è anche il campione assoluto di incassi Checco Zalone, candidato personalmente per la miglior canzone originale (La Prima Repubblica), più altre due “noms”, per dirlo all’americana, riconosciute al suo Quo Vado? per la miglior attrice e nella categoria David Giovani.

Insomma un’edizione dei premi che potrebbe risultare meno statica del solito: qui la nostra infografica con un breve riassunto dei principali titoli in corsa.

david 60

Top