Condividi su

07 luglio 2012 • 13:01 • Scritto da
Laura Croce

Cinetel: a giugno presenze e incassi a picco, con perdite di oltre il 50%.

Caldo, Europei e mancanza di grandi uscite affossano il botteghino di inizio estate e quello semestrale. Ancora in leggero calo anche la quota di prodotto italiano, attualmente di poco superiore al 30%.

Post Image
0

Come prevedibile, non ha aiutato l’arrivo piuttosto rapido del caldo estivo e lo svolgimento degli Europei, ma come avevano già denunciato nel corso del mese gli esercenti, sul calo ha influito anche la mancata uscita di titoli capaci di attirare in sala il pubblico. Sensibili gli effetti anche sui dati semestrali: da gennaio a giugno 2012 i biglietti staccati sono stati 46 milioni 122 mila, in diminuzione di 16,51 punti percentuali in confronto allo stesso arco di tempo del 2011, mentre il box office ha fatto registrare 304 milioni 452 mila euro, in flessione del 14,05%. Entrambi gli scarti aumentano perciò di molto rispetto alle cifre registrate a fine maggio, che parlavano di un calo rispettivamente del 12,77 e del 9,69%.

Cinetel top 10 giugno 2011

Anche la quota di prodotto italiano scende ulteriormente, fino al 30,11%, a tutto vantaggio dei film USA, che guadagnano il 45,36% del mercato. Sempre interessante, su base semestrale, la performance dei film britannici e francesi, con quote rispettivamente dell’11,94% e dell’8,9% (risultati spinti, nel primo caso, da film di matrice hollywoodiana, mentre nel secondo caso dal successo di titoli come Quasi Amici).

Cinetel top 10 I semestre 2012

Intanto, sono arrivati i dati Siae relativi al 2011 che confermano la flessione del mercato registrata nell’anno passato, pari a -7,02% per i biglietti venduti e a -9,78% per quanto riguarda la spesa al botteghino.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lascia questi due campi così come sono:

Protetto da Invisible Defender. E' stato mostrato un 403 ai 1.223.780 spammer.