You are here
Home > Analisi > Gli incassi di giugno

Gli incassi di giugno

E’ stato un mese decisamente soddisfacente, trainato dai risultati importanti di Jurassic World: Il dominio e Top Gun: Maverick…

Fa un po’ impressione dirlo, ma anche molto piacere: giugno 2022 è stato un mese positivo per gli incassi, forse anche al di là delle migliori speranze. Ma partiamo dall’infografica relativa agli incassi di questo mese negli ultimi 12 anni:

Intanto, in percentuale rispetto al 2019, giugno 2022 perde soltanto il 17,7%, di gran lunga il mese migliore (o meno ‘problematico’, come preferite) nell’ultimo anno, dalla riapertura dei cinema ad aprile 2021. Ma segnalo nell’infografica una cosa inedita in questo periodo. Per una volta, infatti, il mese di cui parliamo non è il peggiore degli ultimi anni, ‘maglia nera’ che in questo caso spetta a giugno 2012, che aveva conquistato soltanto 16,9 milioni. E anche il confronto con giugno 2018 (quando si erano ottenuti 22,4M) è molto buono. Considerando che per l’estate (che comunque, d’ora in poi, sarà molto problematica) avevo pronosticato un 40-50% di calo, direi che al momento si può essere molto soddisfatti.

Ma quali sono stati i titoli che hanno permesso questo risultato? Vediamo la top ten di giugno 2022:

e quella di giugno 2019:

Qui ci sono dati molto interessanti. Abbiamo detto spesso, nei mesi scorsi, che il primo in classifica nel 2022 magari può reggere il confronto con l’analoga posizione del pre-pandemia, mentre per i titoli successivi il calo è netto. In questo caso, invece, i primi due film di giugno 2022 (Jurassic World: Il dominio con 7M e Top Gun: Maverick con quasi 5,8M) hanno fatto meglio del capofila di giugno 2019 (Aladdin, con 5,4M).

Inoltre, se è vero che dal terzo posto in poi i film di giugno 2019 incassano cifre superiori, il confronto è più accettabile rispetto agli scorsi mesi. Terzo nel 2019 è stato infatti X-Men: Dark Phoenix con 2,4M (contro 1,7M di Lightyear – La vera storia di Buzz), quarto Il traditore con 2,1M (Elvis conquista invece più di 1,2M) e quinto Toy Story 4 con 2M (rispetto a 1,1M di Jujutsu Kaisen 0 – The Movie).

Ben cinque titoli hanno superato il milione di incasso, cosa che a maggio 2022 non era avvenuta. Come vediamo nell’infografica su giugno 2019, erano stati invece sette (quindi, una differenza non estrema, come invece capitava nei mesi precedenti). Tuttavia, è vero che cinque titoli nel giugno 2019 avevano superato i due milioni, mentre nel 2022 sono solo due i film a esserci riusciti. E bastano meno di 200.000 euro per arrivare decimi, mentre a maggio 2019 servivano quasi 600.000 euro. A conferma che l’importanza/mancanza di incassi medi continua a farsi sentire anche lo scorso mese.

Per quanto riguarda il cinema italiano, sesto posto per Nostalgia, nono per la seconda parte di Esterno notte, per un incasso complessivo di poco sotto al milione. Nel giugno 2019, c’era solo un titolo nazionale (guarda caso, anch’esso proveniente dal festival di Cannes, come i due film del mese scorso), ma era Il traditore con 2,1M.

Per quanto riguarda tutto il prodotto nazionale a giugno, siamo ancora su bassi livelli, con un complessivo (tra prodotti completamente italiani e coproduzioni con maggioranza italiana, come Nostalgia) di poco più di 1,5 milioni di euro e una quota di poco meno dell’8%. Decisamente, prima o poi bisognerà proporre un listino italiano importante tra maggio e agosto (e dire che nel 2021, paradossalmente, avevamo fatto dei passi avanti).

Infine, diamo uno sguardo agli incassi del semestre:

Inutile dire che qui c’è poco da fare, non bastano certo 20 milioni a giugno per ribaltare una situazione che era già partita male dai primi giorni di gennaio.

E facciamo anche il punto sull’estate, visto che siamo arrivati a quattro settimane del periodo delle undici settimane che prendiamo in considerazione. Qui la nuova infografica di confronto:

Come previsto, per la prima volta siamo sotto l’estate del 2019 (che ha iniziato a carburare proprio nella quarta settimana), mentre è al momento sostanziale pareggio con l’estate 2018, quindi in recupero rispetto ai dati dopo la terza settimana. In questi ultimi sette giorni, ha fornito il suo contributo Elvis, miglior dato con poco più di un milione di euro.

E il prossimo mese? Beh, è semplice, sarà un luglio dominato da Thor: Love & Thunder, che speriamo possa ottenere il più possibile e un incasso non troppo lontano dai dati di Doctor Strange nel multiverso della follia. Ma per il resto, un gran vuoto, tanto che probabilmente i titoli di giugno rimarranno nei piani alti della classifica. D’altronde ieri, ultimo giorno di giugno, il calo rispetto al 2019 è stato di oltre il 64%. Peccato, perché una maggiore programmazione (bastava un titolo forte e uno medio) sarebbe stata utilissima…

Robert Bernocchi
E' stato Head of productions a Onemore Pictures e Data and Business Analyst at Cineguru.biz & BoxOffice.Ninja. In passato, responsabile marketing e acquisizioni presso Microcinema Distribuzione, marketing e acquisizioni presso MyMovies.
Top