You are here
Home > Cinema > Everyman, il successo dei “cinema boutique” nel Regno Unito

Everyman, il successo dei “cinema boutique” nel Regno Unito

Il circuito inglese si caratterizza un’offerta premium tra livello delle strutture e proposta di food & beverage e servizi. Il gruppo conta oggi su 37 multisale rispetto alle 28 del 2019. Non ci sono multiplex o megaplex ma strutture tra i 2 e i 5 schermi con una media di 83posti a sedere

Il concetto di “cinema boutique” sembra godere di buona salute nel Regno Unito. Per lo meno a giudicare dai risultati del primo semestre di Everyman Media Cinema Group. Il fatturato del circuito inglese nei primi sei mesi del 2022 ha raggiunto i 40,7 milioni di sterline rispetto agli 11,8 milioni del primo semestre 2019. Il management della società ha attribuito i suoi ottimi risultati all’aumento del numero di cinema, alla crescita degli spettatori e a una crescita della spesa media del pubblico, oltre che a una riduzione dell’Iva nel primo trimestre dell’anno. Dati che consolidano quanto di positivo mostrato nel 2021 come si evince dal bilancio. Everyman Media Group ha visto salire le presenze da 1,2 milioni a 2 milioni nel corso del 2021 con un incremento del 69% in linea con il mercato. Dalla riapertura dei cinema il 17 maggio fino a fine anno, però, le presenze sono state l’87% di quelle registrate nello stesso periodo del 2019; dal termine delle restrizioni a fine luglio, fino al 31 dicembre, gli spettatori sono stati il 103% rispetto a quelli dello stesso periodo del 2019. Numeri che, si legge nella documentazione, sono stati superiori alle aspettative del management del circuito.  Altri dati interessanti sono quelli del prezzo medio di ingresso, calato del 3% da 11,81 sterline a 11,44 sterline (il prezzo medio in Uk è di 7,5 sterline). Aumentata, invece, la spesa media pro capite di food & beverage passata da 7,08 sterline a 8,96 (+27%).

 

Il piano di sviluppo del circuito continua. Prima della pandemia il progetto era di aprire sei nuovi cinema entro fine 2021. Il Covid-19 ha spinto il gruppo a modificare i piani ma non a cancellarli. Il 14 dicembre è stata inaugurata la nuova bisala di Borough Yards a Londra. Ad aprile 2022 ha aperto i battenti il cityplex di Edimburgo (cinque sale) cui, entro fine anno, seguiranno quelli nelle città di Egham, Plymouth e Marlow. Già stabilite le aperture per il 2023 a Northallerton e Aberdeen e altre novità potranno essere annunciate nei prossimi mesi. Oggi il circuito è composto da 37 cinema contro i 28 di prima della pandemia.

Una delle sale del cinema di York

Everyman è costituito da multisale da 2 a 5 schermi; nessun multiplex o megaplex, quindi. A Londra, ad esempio, ci sono 14 cinema Everyman per un totale di 39 schermi. La media di posti per schermo è di 83. Ogni sala si presenta come un vero e proprio salotto per un’esperienza qualitativa di alto livello unitamente a una proposta di food & beverage e di servizi al cliente premium che rappresentano l’altro aspetto distintivo del circuito.  Il gradimento del pubblico è evidente e certificato anche dai risultati della comunicazione via web; il sito ufficiale, ad esempio, nel 2021 ha registrato 6,5 milioni di users, +55% rispetto al 2020.

I cinema di Everyman sono caratterizzati anche da veri e propri salotti e aree relax

«Everyman è ormai un brand molto amato con un’offerta unica che, siamo convinti, sarà molto apprezzata anche a lungo termine. La line up dei film fino a fine 2022 è molto forte, abbiamo buone opportunità per far crescere ulteriormente l’esperienza di Everyman e per aumentare il numero di potenziali nuove sedi in tutto il Regno Unito», dichiara il Ceo Alex Scrimgeour.

Lascia un commento

Lascia questi due campi così come sono:

Protetto da Invisible Defender. E' stato mostrato un 403 ai 374.582 spammer.

Top