Home > Cinema > Digitale > Il box office cinese è tornato ai livelli pre-Covid nel weekend

Il box office cinese è tornato ai livelli pre-Covid nel weekend

Trainato dalla festa della Repubblica Popolare, il botteghino cinese ha raggiunto i 260 milioni di dollari nel weekend

Il box office cinese è tornato ai livelli pre-Covid nell’ultimo weekend, con un incasso totale nella Cina continentale di 260 milioni di dollari. Per fare un paragone, il box office americano dello stesso weekend, penalizzato dalle chiusure in molti mercati chiave, è stato di 8,3 milioni, il 3% del risultato cinese.

Come abbiamo detto, la Cina ha dimostrato una capacità di ripresa sorprendente, con 150 milioni di spettatori da metà luglio (quando i cinema sono stati riaperti) e metà settembre, con un incasso totale di 678 milioni di euro. I dati dell’ultimo weekend, che ha ricevuto la spinta della Giornata nazionale della Repubblica Popolare Cinese, la festa dedicata alla fondazione della repubblica, sono addirittura migliori di quelli di un anno fa grazie a un cambio più favorevole (363 mila dollari in più).

La classifica

A dominare la classifica è stato My People, My Homeland, uno dei primi progetti a tornare in lavorazione dopo l’epidemia. Firmato da uno stuolo di registi e progettato appositamente per la festa della repubblica, il film ha incassato 97,5 milioni in tre giorni. Lo insegue Jiang Ziya: Legend of Deification, film d’animazione che ha debuttato, come il precedente, il primo ottobre, incassando nel corso del weekend 82,9 milioni di dollari.

Al terzo posto troviamo Leap, dramma sportivo diretto da Peter Chan e interpretato da Gong Li al secondo weekend di programmazione. Il film ha incassato altri 19,1 milioni di dollari arrivando a un totale di 67,1.

Fonte: Variety

Top