Home > Cinema > Il 2015 inizia bene per il cinema francese

Il 2015 inizia bene per il cinema francese

Gennaio col segno decisamente + per il cinema francese in patria, che ha registrato nel primo mese dell’anno una quota di mercato pari al 62,2% (contro il 24,8% del cinema amricano). Un risultato altissimo e ben superiore alla quota registrata nello stesso periodo del 2014 (39% contro il 46% della cinematografia Usa) nonostante la lieve...

Gennaio col segno decisamente + per il cinema francese in patria, che ha registrato nel primo mese dell’anno una quota di mercato pari al 62,2% (contro il 24,8% del cinema amricano). Un risultato altissimo e ben superiore alla quota registrata nello stesso periodo del 2014 (39% contro il 46% della cinematografia Usa) nonostante la lieve flessione delle presenze complessive nel mese considerato rispetto a gennaio 2014: 17,03 milioni di spettatori, in calo del 3,8.

belier

La quota eccellente del cinema nazionale è dovuta alle performance particolarmente felici di film come La famiglia Belier (uscito in sala a metà dicembre, nella foto),  e del film d’azione Taken 3 (di nazionalità francese essendo prodotto dalla Europa Corp. di Luc Besson, distribuito dal 21 gennaio) che hanno totalizzato rispettivamente in totale 5,6 milioni e oltre 1,7 milioni di spettatori.  Sul fronte della produzione, il CNC ha diffuso i dati riguardati la situazione nel 2014. A fronte di una diminuzione complessiva degli investimenti, in calo del 20% per un totale di 994,13 milioni di euro (contro gli 1,2 miliardi investiti nel 2013) sono stati prodotti 258 film, 12 titoli in meno rispetto al 2013. A diminuire sopratutto le coproduzioni internazionali passate da 116 a 106. Grossomodo stabili invece i film a maggioranza francese: 203 titoli prodotti nel 2014 contro i 209 del 2013 per un investimento complessivo di 799,18 milioni, in calo del 21,7% rispetto a oltre 1 miliardo di euro investito l’anno precedente.

Fonte: CNC

 

 

Top