Home > Distribuzione > Digitale > Facebook sfida YouTube sui video e sbandiera 1 miliardo di views al giorno

Facebook sfida YouTube sui video e sbandiera 1 miliardo di views al giorno

Il social di Zuckerberg spinge sui video: annuncia un miliardo di views e nuove feature simili a quelle di YouTube. Ma Google non ha da temere, il suo portale viene valutato da Wall Street più di Twitter e di Netflix.

L’advertising video è da tempo uno dei format più proficui dell’online: negli Stati Uniti ha raggiunto nel 2013 i 2,8 miliardi di dollari con una crescita di circa il 20%. Non c’è da stupirsi dunque che anche i social network si facciano la lotta per spingere il più possibile questo tipo di contenuti e contendersi gli investimenti degli inserzionisti. Dopo aver aggiornato i dati di analisi e potenziato i video dal lato degli Ads, ora Facebook ha reso pubblico l’ammontare giornaliero delle sue views, che avrebbe raggiunto il miliardo. Niente di confrontabile con gli oltre 4 miliardi dichiarati da YouTube già nel 2012, ma comunque un primo passo pr convincere i brand  a dirottare risorse verso il social network. Altra mossa in tal senso, sarà l’aggiunta del conteggio delle visualizzazioni su ogni filmato pubblico, più altre feature tipiche dei portali video come altri contenuti consigliati a fine visione e la possibilità per gli autori di introdurre “call-to-action” sotto forma di link all’interno dei loro materiali.

facebook-video

Secondo alcuni osservatori, questa nuova attenzione del social network sarebbe giustificata dalla notevole crescita recente delle views, aumentate del 50% da maggio a luglio anche per effetto della campagna benefica virale Ice Bucket Challenge, proprio che su Facebook ha trovato un potente canale di diffusione. Altro vettore fondamentale sarebbe l’ottimo funzionamento del formato su mobile (da lì proviene il 65% delle visualizzazioni), cioè il tipo di device su cui si sta spostando sempre di più l’utenza del social network.

L’hub di Google non ha però di che preoccuparsi: una recente valutazione degli analisti finanziari di Jefferies & Co ha infatti stimato il valore di YouTube in 40 miliardi di dollari, vale a dire più della quotazione di Twitter (30 miliardi) e perfino del leader americano dello SVOD (streaming ad abbonamento) Netflix. Nelle sue comunicazioni al mercato Big G non riferisce il dettaglio dei ricavi del suo portale video, ma secondo quest’ultima analisi si parlerebbe di introiti pubblicitari per 5,9 miliardi di dollari, di cui 2,8 spettanti ai soli partner produttori di contenuti. Più in generale, secondo Jefferies & Co, il mercato del video advertising  crescerà a un ritmo del 33% annuo, cioè più del doppio di quello dell’intero mercato pubblicitario digitale.

 

Fonte: TechCrunch, Variety

Avatar
Davide Dellacasa
Publisher di ScreenWeek.it, Episode39 e Managing Director del network di Blog della Brad&k Productions ama internet e il cinema e ne ha fatto il suo mestiere fin dal 1994.
http://dd.screenweek.it
Top