You are here
Home > Cinema > Digitale > Disney: i Maker Studios diventeranno una piattaforma video per i brand della major, soprattutto Star Wars

Disney: i Maker Studios diventeranno una piattaforma video per i brand della major, soprattutto Star Wars

Il CEO di The Walt Disney Comapany, Bob Iger, illustra i motivi dell’acquisizione dei Maker Studios, destinati a diventare una piattaforma con cui distribuire online i materiali video legati ai brand della major, in particolare a Star Wars. Annunciata intanto la creazione del portale slegato da YouTube, Maker.tv.

Perché una major come Disney dovrebbe investire una cifra compresa tra il mezzo milione e i 900 milioni di dollari per acquisire uno studio di produzione legato in particolare  a YouTube? La risposta è arrivata direttamente dal CEO della major, Bob Iger, che presentando al mercato i risultati di The Walt Disney Comapany ha esposto anche le ragioni dell’acquisto di Maker Studios, realizzatore e distributore di video che conta su 5,5 miliardi di views al mese e 380 milioni di iscritti su oltre 50 mila canali, gestiti per conto proprio o di partner sul noto portale di Google. L’intenzione, infatti, non è semplicemente quella di sfruttare il network per la promozione di film, programmi tv, parchi tematici e del vasto range di attività targate Disney: l’obiettivo è piuttosto quello di creare una nuova piattaforma per la diffusione di contenuti dedicati ai diversi brand e franchise gestiti dalla compagnia, specialmente Star Wars.

maker studios

“Possiamo fare in modo che Maker migliori la distribuzione e la portata di forme brevi di audiovisivo usando quei personaggi e quelle storie”, ha spiegato a proposito Iger, e per quanto lo studio di produzione digitale sia riuscito a guadagnarsi negli anni un brand con un’identità a se stante, per la major la recente acquisizione rappresenta “prima di tutto  una piattaforma distributiva di successo, con ampie possibilità di marketing”. Cruciale nella scelta è stata dunque l’esperienza nella creazione e diffusione di video per il web, che non avrebbe potuto essere acquisita da Disney nel breve termine con la stessa efficacia: “Crediamo nella crescita dell’intrattenimento sui nuovi media – ha aggiunto Iger – e Maker possiede un grado di accesso a dati e algoritmi che non si potrebbe ottenere senza certi volumi”.

Probabilmente non ci sarà nemmeno da chiedersi a lungo che aspetto o modello seguirà la piattaforma di distribuzione menzionata dal CEO Disney. In separata sede i Maker Studios hanno già annunciato la creazione di Maker.tv, un sito di streaming slegato da YouTube dove monetizzare contenuti indipendentemente dall’hub video di Google. Nella programmazione originale del nuovo portale rientrano già una serie diretta dal noto documentarista Morgan Spurlock, nonché nuove stagioni di show già molto seguiti online, destinati a migrare sulla nuova destinazione. Nessun mistero inoltre sulla stretta collaborazione tra lo studio di produzione e i brand Disney, confermata dal direttore esecutivo di MakerYnon Kreiz, secondo cui “la portata combinata di Disney e Maker sarà seconda solo a a quella di Google e Facebook”.

La major nel frattempo ha messo a segno una performance trimestrale in netta crescita, supportata dal buon andamento del ramo cinematografico, compreso l’home entertainment fortemente sostenuto da Frozen e Thor: the dark world.

 

Fonte: Variety

Davide Dellacasa
Publisher di ScreenWeek.it, Episode39 e Managing Director del network di Blog della Brad&k Productions ama internet e il cinema e ne ha fatto il suo mestiere fin dal 1994.
http://dd.screenweek.it
Top