You are here
Home > Cinema > Lucca Movie: QMI ci parla dell’organizzazione dell’evento e del bilancio del 2012.

Lucca Movie: QMI ci parla dell’organizzazione dell’evento e del bilancio del 2012.

Con oltre 180 mila visitatori accreditati, il Lucca Comics & Games si avvicina sempre di più alle principali manifestazioni del settore a livello mondiale, e QMI lavora affinché l’area Movie si sviluppi ai livelli del Comi-Con di San Diego.

QMI è una società che si occupa dell’Entertainment Marketing in diversi settori, come quello cinematografico, televisivo, musicale e dei videogiochi. Non c’è perciò da stupirsi se per il secondo anno collabora con un festival complesso e sfaccettato come il Lucca Comics & Games, che si è chiuso la settimana scorsa con un record assoluto di presenze. Con oltre 180 mila visitatori in 4 giorni, il festival toscano si è confermato infatti uno dei principali eventi mondiali di questo genere, e QMI vi ha collaborato partecipando all’organizzazione dell’area Movie, con anteprime nazionali e proiezione di footage di alcuni dei titoli più attesi della stagione, quali  Iron Man 3, Ralph Spaccatutto e Django Unchained. Abbiamo chiesto al presidente Giovanni Cova di parlarci della presenza di QMI al Lucca Movie Comics & Games.

Giovanni Cova, com’è nata la vostra collaborazione con Lucca Movie?

Il Lucca Comics&Games è la manifestazione più importante in Europa per quanto riguarda il mondo dei fumetti, dei giochi/videogiochi. A questo universo, mancava ancora una delle componenti più importanti dell’entertainment, ovvero il cinema. Portando il grande schermo a Lucca il nostro intento è stato ed è tuttora di emulare San Diego, facendo diventare il Lucca Comics&Games il nuovo Comic-Con europeo.
Il pubblico del Lucca Comics è infatti composto da appassionati di cinema, serie tv ed è un target attivo, dinamico e interessato ai contenuti cinematografici che vengono offerti loro in anteprima esclusiva.

Questo è il secondo anno per QMI a Lucca: come si sta evolvendo la vostra collaborazione?

Rispetto alla scorsa edizione che è stata una grande novità per tutti, il 2012 ha visto l’ingresso di nuove distribuzioni che hanno creduto nel progetto e la riconferma di quelle che avevano partecipato l’anno passato. Quest’anno abbiamo portato molte anteprime e contenuti esclusivi solo per il pubblico presente al festival. Abbiamo avuto un calendario cinema ricchissimo, con proiezioni tutti i giorni dal pomeriggio alla sera. Inoltre anche la copertura media è stata davvero enorme e il risultato a livello di comunicazione è stato notevole. Quest’anno abbiamo infatti anche chiuso un’importante media partnership con Sky Cinema che ha dato copertura all’intero l’evento per tutta la sua durata.

Quali sono state le principali difficoltà, se ce ne sono state, nella definizione del programma dell’area Movie?

Spesso il Lucca Comics è considerato un evento di nicchia – nonostante quest’anno i visitatori accreditati siano stati oltre 180.000 (270.000 se si stimano tutti i visitatori presenti) – e non come una manifestazione dall’altissimo potenziale come invece è davvero. Quindi la difficoltà che abbiamo riscontrato è stata convincere alcune distribuzioni che il Lucca Comics è un evento perfetto per presentare le proprie release. Le distribuzioni cinematografiche sono abituate a partecipare a eventi più tradizionali e vedono nel Lucca Comics una manifestazione lontana, frequentata principalmente dai cosiddetti “nerd”. In realtà l’appassionato dei supereroi Marvel è proprio quello che è rimasto in coda 2 ore fuori dal cinema per soli 6 minuti di contenuti. Questo appassionato è lo stesso che scriverà sul suo blog o sul suo profilo dei social network quello che ha visto comunicando e spargendo per la rete la sua esperienza, invogliando per il prossimo anno più persone a partecipare e a venire a Lucca. E in generale, un evento che conta oltre 180.000 visitatori accreditati, non può essere sicuramente di nicchia.

Come ricercate i brand da collegare all’iniziativa e  quali sono quelli più interessati?

Guardiamo prima di tutto al target a cui questi brand si rivolgono: il Lucca Comics&Games è una manifestazione il cui target è trasversale: dai più piccoli con famiglie, agli adulti amanti di fumetti e giochi ai più giovani. Quindi la gamma di brand è molto ampia. In particolare ci concentriamo sulle aziende che possono attivare iniziative di sampling o di vendita dei propri prodotti. Infatti il pubblico di Lucca ha un’alta predisposizione alla spesa ed è alla ricerca di gadget e di prodotti esclusivi da acquistare. Partecipando al Lucca Comics i brand hanno la possibilità di “svecchiare” il proprio marchio oppure di affermarsi ulteriormente come brand giovani e dinamici.

Quali sono secondo QMI le prospettive di crescita dell’area Movie di Lucca Comics?

Per il 2013 ci aspettiamo sicuramente di avere un palinsesto cinematografico ancora più ricco di quest’anno e di coinvolgere più distribuzioni. Vogliamo regalare al pubblico di Lucca un’esperienza ancora più emozionante, vicina al Comic-Con. Vogliamo acquisire ulteriore dignità e valore all’interno della manifestazione, diventando uno degli appuntamenti più attesi e irrinunciabili, come già lo sono quelli più storici del festival. Sul lato aziende contiamo di portare un numero maggiore di sponsor che credano nel Lucca Comics e nel suo potenziale. Nel 2011 abbiamo coinvolto Poste Italiane con la Mypostepay, quest’anno Tucano e Perfetti Van Melle: il numero di aziende, andrà senza dubbio crescendo.

Davide Dellacasa
Publisher di ScreenWeek.it, Episode39 e Managing Director del network di Blog della Brad&k Productions ama internet e il cinema e ne ha fatto il suo mestiere fin dal 1994.
http://dd.screenweek.it
Top