You are here
Home > Box Office > Box Office Italia > Cinetel: in calo i numeri di marzo e del primo trimestre 2012.

Cinetel: in calo i numeri di marzo e del primo trimestre 2012.

Il confronto non lascia scampo: in questi tre mesi sono stati staccati 28 milioni 280 mila biglietti, cioè -21,95% rispetto all’anno scorso, e sono stati guadagnati 184 milioni 28 mila euro (-20,23%). Diminuisce anche la quota di prodotto nazionale.

Ancora in perdita il cinema italiano: stando ai risultati rilevati da Cinetel su un campione rappresentativo del 90% del mercato, anche a marzo sono scese presenze e incassi, per un totale di 7 milioni 866 mila biglietti staccati (-5,02% rispetto allo stesso periodo del 2011) e di 50 milioni 311 mila euro (-1,47%). La flessione, tuttavia, appare di sicuro meno significativa di quella registrata nei mesi precedenti: a gennaio gli ingressi avevano perso circa 31 punti percentuali, e a febbraio poco più di 19, segnando l’inizio di un trend che sembrerebbe quantomeno ridimensionato.

Cinetel top 10 Marzo 2012

Nell’ultimo mese, tra l’altro, gli incassi hanno subito un decremento molto ridimensionato rispetto a quello dei biglietti, e il merito è da attribuire al maggior numero di film in 3D in sala rispetto allo stesso arco di tempo del 2011. Nonostante questo, non è a tre dimensioni nessuno dei primi tre titoli in top 10, vale a dire Posti in Piedi in Paradiso del sempre efficace Carlo Verdone, che a marzo a guadagnato quasi 9 milioni, il “caso” Quasi Amici, film francese di enorme successo in patria che questo mese ha fatto registrare anche qui 8,3 milioni di euro, e l’action-thriller Safe House – Nessuno è al sicuro, con l’inedita coppia Denzel Washington e Ryan Reynolds e un incasso pari a 2,8 milioni di euro.

Cinetel top 10 Marzo 2011

In realtà, il periodo non è risultato poi così negativo per i primi film in classifica, che vanno molto meglio della media nazionale con un bel +6,59% di incasso. Il confronto tra il primo trimestre 2012 e 2011 non lascia però scampo: in questi tre mesi sono stati staccati 28 milioni 280 mila biglietti, cioè -21,95% rispetto all’anno scorso, e sono stati guadagnati 184 milioni 28 mila euro (-20,23%). Anche a livello di top 10 le perdite sono significative, con un decremento di 28,54 punti percentuali nelle presenze e di circa 25 punti percentuali negli incassi.

Cinetel top 10 Trimestre 1 2012

Cinetel top 10 trimestre 1 2011

Meno ampio lo scarto per la quota di prodotto nazionale, che nel confronto tra analoghi trimestri passa dal 58,04 al 41,71% comprese le coproduzioni, mentre riprende circa 2 punti percentuali quella di film USA, che arriva al 33,81%. A beneficiarne sono soprattutto le produzioni inglesi, che passano dal 6,09% all’11,82% grazie a film comunque targati major hollywoodiane come Hugo Cabret, Sherlock Holmes e La Talpa, e i film francesi, che con Quasi Amici e col premio Oscar The Artist sono passati da un ben poco significativo 0,87 al 9,14%.

 

Fonte: Giornale dello Spettacolo

Davide Dellacasa
Publisher di ScreenWeek.it, Episode39 e Managing Director del network di Blog della Brad&k Productions ama internet e il cinema e ne ha fatto il suo mestiere fin dal 1994.
http://dd.screenweek.it
Top