You are here
Home > Analisi > Francia, agli over 50 piacciono i documentari

Francia, agli over 50 piacciono i documentari

Nel 2021 sono usciti al cinema 89 documentari che hanno incassato 6,5 milioni di euro. Il cinema del reale è sostenuto in particolare dalle televisioni ed è seguito da un pubblico di appassionati

“Le marché des documentaires en 2021” è la pubblicazione del Cnc francese dedicata al cinema del reale. Un genere che, come i film del resto, ha patito in questi due anni i contraccolpi della pandemia per quanto riguarda le performance nei cinema. Nel 2021 in Francia 89 documentari sono usciti nei cinema; si tratta del numero più basso dal 2013, eccetto il 2020 che con il 2021 sono stati due anni fortemente caratterizzati dalla pandemia Covid-19 che ha causato la chiusura dei cinema rispettivamente per 162 e 138 giorni. Di questi 89 titoli, 58 sono stati dichiarati film d’essai (21,6% dell’offerta complessiva Art et essai).

I documentari rappresentano il 19,6% del totale dei titoli usciti ma solo l’1,2% delle presenze con 1,1 milioni di spettatori per 6,5 milioni di euro di incasso (prezzo medio 5,94 euro); parliamo quindi di 12.300 spettatori e 73mila euro di incasso a titolo. Il vertice nel periodo considerato è stato il 2016 con 3,5 milioni di presenze circa. L’anno scorso, la media di cinema in cui i documentari sono stati distribuiti è stata di 31 contro i 178 cinema in cui sono stati distribuiti i film. Il doc di maggior successo è stato La panthère des neiges (nella foto una scena del film), seguito da Bigger than Us e da Debout les femmes!

Il pubblico che apprezza questo genere è per il 52,8% composto da over 50 e si tratta di un pubblico fidelizzato; il 52,9% si definisce un pubblico regolare e il 28% un pubblico assiduo nella visione di cinema del reale. L’11,5% è rappresentato dal target 3-14 anni, il 12,3% dal target 15-24 anni e il 23,4% dai 25-49enni.

Nel 2021 il Cnc in Francia ha sostenuto 1869 ore di documentari, in crescita del 6,8% rispetto al 2020 ma in flessione del 4,6% rispetto alle 1960 ore del 2019. Complessivamente si parla di 68,3 milioni di euro. Nel 2021 i principali finanziatori per la realizzazione dei documentari sono stati le televisioni (45,4%), il Cnc (18,5) e i produttori (17,1%) per un investimento globale di circa 370 milioni di euro.

I documentari francesi si esportano bene; nel 2020 le vendite internazionali hanno raggiunto i 46 milioni di euro. Questo dato è in costante crescita se si pensa che nel 2012 il fatturato legato alle vendite estere era di 29,7 milioni di euro.

Lascia un commento

Lascia questi due campi così come sono:

Protetto da Invisible Defender. E' stato mostrato un 403 ai 374.582 spammer.

Top