You are here
Home > Cinema > Digitale > Quanto sono disposti a pagare i consumatori per il VOD day and date? Una ricerca americana

Quanto sono disposti a pagare i consumatori per il VOD day and date? Una ricerca americana

Dieci dollari. Secondo uno studio pubblicato da RBC Capital Markets è questa la cifra massima che la maggioranza dei consumatori americani sarebbero disposti a pagare per vedere comodamente a casa i film offerti dai servizi VOD in contemporanea con l’uscita nelel sale (day and date). Secondo la ricerca l’87% dei consumatori afferma infatti che non…

Dieci dollari. Secondo uno studio pubblicato da RBC Capital Markets è questa la cifra massima che la maggioranza dei consumatori americani sarebbero disposti a pagare per vedere comodamente a casa i film offerti dai servizi VOD in contemporanea con l’uscita nelel sale (day and date). Secondo la ricerca l’87% dei consumatori afferma infatti che non pagherebbe una cifra superiore ai 10 dollari, molto lontana quindi, dai circa 60 dollari proposti nel passato da alcune esperienze di Premium VOD (a tre settimane dall’uscita in sala del film), come fu nel 2011 per Tower Heist (Universal).

sala-cinematografica

La ricerca si basa su un campione di 1.000 consumatori e solo il 7% ddi questi afferma di essere disposto a sborsare daigli 11 ai 15 dollari, il 4% potrebbe pagare dai 16 ai 20 dollari e il 3% una cifra superiore ai 21 dollari. Lo studio di RBC Capital Markets si è soffermato anche sulle finestre, chiedendo ai consumatori quanto influiscano sulla loro decisione di vedere un film in sala o meno e se siano disposti a vedere al cinema un film che poi venga proposto in VOD a 90 giorni dall’uscita in sala . Per il 59% degli intervistati il fatto non “influenza la loro decisione”, ma il 24% ha affermato che sarebbe “un po’ meno probabile” vedere il film al cinema e per il 17% le probabilità di vederlo in sala sono poco significative. La ricerca si è poi concentrata anche su altri fattori come la presenza di un’offerta Food nelle sale con il 40% degli intervestati che ha dichiarato di essere più interessati d andare al cinema se in quella struttura vengono serviti pasti completi. Inoltre la qualità della sale pesa molto sulla decizione dei consumatori: il 60% afferma di essere stati in una sala con posti a sedere “premium” e il 38% afferama che questo tipo di sale sono un incentivo per andare al cinema più spesso. Infine, per quanto riguarda i contenuti alternativi la preferenza degli intervistati è concentrata sui film classici (43%) e sugli eventi sportivi (39%).

Fonte: Variety

 

Top