You are here
Home > News > Berlinale, spazio alle serie tv (c'è anche l'Italia con 1992)

Berlinale, spazio alle serie tv (c'è anche l'Italia con 1992)

Nel mondo dell’entertainment le serie televisive stanno sempre di più ritagliandosi una grossa fetta di mercato, grazie  all’alta qualità dei prodotti e a una serie di produzioni che ormai ben poco hanno da invidiare al prodotto cinematografico. Se ne è accorto il pubblico che le segue e le apprezza in misura sempre maggiore e se…

Nel mondo dell’entertainment le serie televisive stanno sempre di più ritagliandosi una grossa fetta di mercato, grazie  all’alta qualità dei prodotti e a una serie di produzioni che ormai ben poco hanno da invidiare al prodotto cinematografico. Se ne è accorto il pubblico che le segue e le apprezza in misura sempre maggiore e se ne è accorto anche il mercato stesso. Il prossimo Festival di Berlino (5-15 febbraio) dedicherà infatti ampio spazio alla produzione di serie televisive sia all’interno del suo programma ufficiale sia nell’ambito dell’European Film Market e del Berlinale Co-Production Market.

1992

In particolare nei due giorni (9 e 10 febbraio) in cui si svolgerà il Berlinale Special Series (nell’ambito della sezione Berlinale Special) verranno presentati i nuovi episodi di serie tedesce, europee e americane. L’onore di aprire le danze spetterà all’Italia con la presentazione di 1992 (nella foto), un thriller politico ambientato in Italia nei tumultuosi primi anni 90 e incentrato sulla lotta tra mafia, politica e polizia per prendere il controllo del paese. Produce la serie per Sky la Wildside di Mario Gianani e Lorenzo Mieli insieme alla tedesca Beta Film (già partner di Sky per Gomorra) che si occuperà anche delle vendite internazionali del prodotto televisivo. Nel cast Stefano Accorsi, Guido Caprino, Domenico Diele, Miriam Leone, Tea Falco e Alessandro Roja. La prima stagione (composta da 10 episodi) andrà in onda in Italia, su Sky Atlantic, entro il 2015. La serie vedrà intrecciarsi diverse storie tra cui quella di un giovane poliziotto che investiga sui legami tra mafia e l’operazione Mani Pulite, un veterano della prima guerra del Golfo che viene eletto in Parlamento nei banchi della Lega Nord e una ex prostituta che usa tutti i mezzi a sua disposizione per far carriera. Ma tra i titoli più attesi anche l’americana Better Call Saul (AMC, Netflix), spin-off di Breaking Bad che avrà a Berlino la sua anteprima internazionale.

Nell’ambito dell’EFM, il mercato tedesco, verranno presentate il 9 e 10 febbraio (i Drama Series Days) nuovi produzioni televisive provenienti da Germania, Scandinavia, Gran Bretagna e Nord America. I primi due episodi di ogni titolo saranno oggetto di proiezioni di mercato presso il Martin-Gropius-Bau. Inoltre la EFM Buyers Lounge sarà un pubto d’incontro per l’industria della serielità televisiva nei giorni del 9 e 10 febbraio. Inoltre una delle tavole rotonde dell’industria sarà dedicata, il 9 febbraio, al mercato tedesco delle serie tv. Per quanto riguarda il Berlinale Co-Production Market è previsto un appuntamento di mezza giornata extra focalizzato sul prodotto tv con un evento di pitching dedicato a sei progetti in cerca di partner internazionali.

 

 

Top