You are here
Home > Cinema > Digitale > Marseille: ecco il serial con cui Netflix vuole conquistare la Francia

Marseille: ecco il serial con cui Netflix vuole conquistare la Francia

Netflix alla conquista del mercato francese con la versione in salsa locale di House of Cards. Location prescelta: poltica, corruzione e mafia nella città portuale di “Marseille”.

Se House of Cardsa si è rivelato il biglietto di ingresso di Netflix nel “salotto” delle grandi tv e dei network tradizionali, un altro serial potrebbe aprire al servizio di streaming la porta del mercato europeo, e in particolare francese, del video on demand. Come preannunciato dai rumor, la società guidata da Reed Hastings si lancerà infatti nella produzione di una serie originale con cui accompagnare, a settembre, il proprio debutto in territorio francese. Il titolo è Marseille e vede come protagonista il sindaco di vecchia data della città  portuale, impegnato in una campagna elettorale contornata da corruzione e malavita.

Netflix-France

Il programma, girato interamente in Francia, nasce dalla penna di Dan Franck, già co-sceneggiatore della miniserie francese Carlos.

Marseille è una finta panoramica ambiziosa e diabolicamente acuta sulla vita politica di una delle città più vibranti e affascinanti del mondo”, ha detto il responsabile dei contenuti di Netflix, Ted Sarandos. Secondo il suo autore, il serial può essere definito proprio come “una versione francese di House of Cards, che fa irruzione in una serie di tacite ipocrisie”, su cui il portale di streaming ha per altro concesso “carta bianca” dal punto di vista creativo.

I primi episodi saranno diretti da Florent-Emilio Siri, che ha esaltato la possibilità offerta dal nuovo operatore di video on demand di rompere la dicotomia attualmente presente nel cinema francese, spaccato tra commedie e cinema d’autore. A dirigere parte della serie ci sarà anche Samuel Benchetrit.

Marseille farà il proprio debutto in esclusiva su Netflix, non solo in Europa ma a livello mondiale, a fine 2015, dunque oltre un anno dopo l’apertura in Francia del servizio di SVOD (on demand ad abbonamento). Si tratta comunque di una conferma dell’intenzione del player di replicare nel Vecchio Continente la strategia  utilizzata in patria e incentrata sulla produzione di valore aggiunto per i propri utenti attraverso contenuti originali ed esclusivi, in modo da diversificare l’offerta rispetto alle piattaforme concorrenti.

 

 

Davide Dellacasa
Publisher di ScreenWeek.it, Episode39 e Managing Director del network di Blog della Brad&k Productions ama internet e il cinema e ne ha fatto il suo mestiere fin dal 1994.
http://dd.screenweek.it
Top