You are here
Home > News > IN BREVE 08/04/14 – Hollywood vs Megaupload (di nuovo); tagli al tax credit tedesco

IN BREVE 08/04/14 – Hollywood vs Megaupload (di nuovo); tagli al tax credit tedesco

Le ultime news su cinema, business, innovazione e tecnologia. In evidenza oggi: sei tra le principali major fanno nuovamente scudo contro il defunto servizio di file hosting di Kim Dotcom, accusato di aver incentivato e lucrato sulla pirateria audiovisiva; 14 milioni di dollari in meno per gli incentivi fiscali al settore tedesco della settima arte.

Le ultime news su cinema, business, innovazione e tecnologia. In evidenza oggi: sei tra le principali major fanno nuovamente scudo contro il defunto servizio di file hosting di Kim Dotcom, accusato di aver incentivato e lucrato sulla pirateria audiovisiva; 14 milioni di dollari in meno per gli incentivi fiscali al settore tedesco della settima arte.

megaupload_logo

PRODUZIONE

Germania: in arrivo tagli per il tax credit cinematografico, con cui sono stati recentemente realizzati anche The Grand Budapest Hotel, Monuments Men Storia di una ladra di libriIl sostegno fiscale verrà ridotto di circa 14 milioni di dollari: ne rimarranno quindi 82 (cioè 60 milioni di euro) a disposizione delle produzioni locali. La mossa coglie di sorpresa un settore che era riuscito ad attirare molte grandi produzioni straniere proprio grazie al sistema di incentivi. (The Hollywood Reporter)

Il futuro del cinema? Secondo il convegno “Transforming Hollywood” sarebbe nelle fandom. A parlarne un relatore particolarmente addentro alla questione come Ivan Askwith, strategist della campagna di Veronica Mars su Kickstarter, che ha descritto il coinvolgimento dei fan quale nuovo modello di business, in grado di far evolvere le strategie attuali dell’industria cinematografica. (paidContent)

 

COPYRIGHT

Gli Studios fanno causa a Megaupload: Hollywood si schiera contro il defunto servizio di file hosting di Kim Dotcom, già sequestrato dall’FBI nel 2012 e allora perseguito dalle autorità come attività criminosa finalizzata alla diffusione di materiale pirata. Ora l’accusa si modifica leggermente e diventa di aver incoraggiato e tratto profitto dall’infrazione del copyright su una lunga lista di film, tra cui rientrano Bad Teacher, Avatar e Rapunzel. La tesi sostenuta dalle sei major promotrici dell’azione legale (Twentieth Century Fox, Disney, Paramount Pictures, Universal, Columbia Pictures e Warner Bros) è che Megaupload non fosse un semplice servizio di storage online, ma presentasse una struttura appositamente creata per favorire la circolazione di copie illegali dei titoli e lucrare sul loro consumo da parte degli utenti. Pronta la risposta dei legali di Dotcom, secondo cui si tratterebbe di una “mossa disperata” da parte dell’industria cinematografica, che non troverà riscontro grazie al Digital Millennium Copyright Act e al principio del “safe harbour”. (The Wrap)

 

TECH

Come funziona la scena di un film? Quali sono gli elementi tecnici che la compongono e che possono essere sfruttati per la sua resa artistica? A spiegarlo in modo estremamente pratico sta per arrivare una nuova app, elaborata dalla stessa Academy of Motion Picture Arts and Sciences, responsabile dei celeberrimi premi Oscar. L’applicazione gratuita si chiama “Academy Color Predictor”, sarà presentata alla convention delle tecnologie per il settore dell’intrattenimento NAB Show ed è destinata per ora ai soli iPad iOS 7. Il suo scopo è consentire, sia a professionisti che a semplici amateur, l’elaborazione delle immagini attraverso la modifica delle luci e dei colori, compresa la possibilità di effetuare rendering per valutare le diverse versioni. (The Hollywood Reporter)

 

VIDEO ONLINE

Immortalare in un video le migliori partite ai videogame? Sarà possibile già da domani con la Xbox One, che si sta attrezzando per consentire agli utenti di caricare sui loro account YouTube le clip delle migliori performance da gamer. (TechCrunch)

Davide Dellacasa
Publisher di ScreenWeek.it, Episode39 e Managing Director del network di Blog della Brad&k Productions ama internet e il cinema e ne ha fatto il suo mestiere fin dal 1994.
http://dd.screenweek.it
Top