You are here
Home > Cinema > Digitale > Sorrento 2013: Del Brocco e Lonigro presentano la variegata offerta di 01 distribution e Rai Cinema

Sorrento 2013: Del Brocco e Lonigro presentano la variegata offerta di 01 distribution e Rai Cinema

28 titoli più un film di Natale, di cui non si può ancora svelare il titolo. Ecco l’assortimento proposto dal ramo cinematografico del broadcaster pubblico, in cui convivono autori come Scorsese, Virzì, Ozpetek, filmmaker italiani emergenti e blockbuster ad alto contenuto di effetti speciali come Pompei e Transcendence.

Un listino che unisce kolossal, commedia popolare italiana, cinema d’autore e filmmaker emergenti: varietà e numeri sono ciò che contraddistingue l’offerta 2014 di 01 distribution, in cui si riflette sia l’anima “commerciale” di uno dei principali player del mercato cinematografico italiano, sia la mission di servizio pubblico di Rai Cinema, ormai uno dei pochi soggetti di riferimento per quanto riguarda gli investimenti nelle nuove produzioni italiane. È così che nomi come Scorsese, Virzì, Ozpetek, Mazzacurati e Paul W.S. Anderson  possono convivere in un unico catalogo come quello presentato alle Giornate Professionali di Cinema di Sorrento, di cui ci hanno parlato il direttore di 01 distribution, Luigi Lonigro, e l’AD di Rai Cinema, Paolo Del Brocco.

01 distribution sorrento 2013

“È uno dei migliori listini, se non proprio il miglior listino della nostra storia – si sbilancia Del Brocco – Cominciamo subito forte a gennaio con Il capitale umano di Paolo Virzì e con  The Wolf of Wall Street di  Martin Scorsese, dopodiché continueremo con un’offerta distribuita su tutti i mesi dell’anno”. Il 2014, aggiunge Lonigro, si preannuncia come una stagione particolarmente importante: “Veniamo da un 2013 che ci ha visto performare molto bene con una quota di mercato superiore al 13%. Il nostro primo obiettivo è mantenerla e migliorarla  grazie al listino che ci ha messo in mano Rai Cinema e che è di primaria importanza. Sono 28 titoli, cui se ne aggiungerà un ventinovesimo, cioè il nostro film di Natale 2014. Una commedia italiana importantissima che completerà un’offerta molto variegata, incentrata non solo su questo genere ma anche sul grande cinema d’autore e su acquisizioni internazionali di primo piano”.

Tra i nomi del cinema italiano spiccano, come ricorda Del Brocco, quello appunto di Virzì, il cui film è stato mostrato in anteprima ieri a Sorrento, quello di Ferzan Ozpetek con il suo Allacciate le cinture, ma anche quelli di talenti emergenti Sydney Sibilla, autore dell’ironico ma anche amaro Smetto quando voglio, in cui si immagina un gruppo di brillanti menti accademiche impiegate in lavori molto lontani dal loro titolo di studio, che si ribella alla propria condizione inventando un nuovo tipo di droga e organizzandone lo spaccio. “Cercheremo come sempre di dare spazio a tutto  – dice Del Brocco – ma aumentando la qualità e la commerciabilità dei titoli. Ogni film ha un suo pubblico e noi puntiamo a raggiungerlo, grande o piccolo che sia a seconda del genere proposto”.

“Per  noi parlare a più pubblici, e quindi a più segmenti di mercato – continua Lonigro – è la scommessa più importante e a cui siamo riusciti a rispondere con successo. Anche quest’anno riusciremo dunque a parlare tanto allo spettatore del multiplex quanto a quello del cinema di città. Gli esordi ci danno chiaramente ancora più soddisfazione perché scoprire un nuovo talento è una vittoria per chiunque. Abbiamo una lunga storia in tal senso, siamo dei veri talent scout: nel 2013 abbiamo lanciato Giorgio Farina e Pif e altri verranno nel 2014”.

Importante per gli addetti ai lavori anche la conferma del ruolo di Rai Cinema nel sostegno alla produzione di cinema italiano, soprattutto in un momento in cui si restringono i canali per il reperimento delle risorse necessarie a realizzare un film. “Abbiamo scelto di non produrre solo i film che distribuiamo – ricorda Del Brocco – perché come servizio pubblico abbiamo il giusto dovere di sostenere l’industria nel suo complesso. Produciamo dunque molti film e molte opere prime e seconde per dar loro non solo un’opportunità produttiva ma anche distributiva, perché alla fine questi film escono e riempiono le sale italiane. Ovviamente ci sono film più grandi e più piccoli, ma ognuno deve raggiungere il suo pubblico. Per fare un esempio estraneo a Rai Cinema, quando Sacro Gra incassa più di un milione di euro, è un risultato straordinario che vale quanto i 20 milioni di un blockbuster”.

Ricordiamo che in occasione delle Giornate Professionali di Cinema di Sorrento sono stati mostrati non solo i trailer di tanti titoli italiani in uscita nei primi 6 mesi del 2014, ma anche materiali inediti da The Wolf of Wall Street, con un Leonardo DiCaprio assolutamente scatenato, dal kolossal in peplum Pompei, di Paul W.S. Anderson , e dal futuristico Transcendence, firmato dal premio Oscar Wally Pfister e interpretato da Johnny Depp. Vi rimandiamo al Blog di ScreenWEEK per la descrizione dei materiali e della Convention 01 Distribution.

Davide Dellacasa
Publisher di ScreenWeek.it, Episode39 e Managing Director del network di Blog della Brad&k Productions ama internet e il cinema e ne ha fatto il suo mestiere fin dal 1994.
http://dd.screenweek.it
Top