You are here
Home > Cinema > Lucca Movie 2012: il cinema “invade” il festival di comics. Intervista a Mario Pardini #luccamovie

Lucca Movie 2012: il cinema “invade” il festival di comics. Intervista a Mario Pardini #luccamovie

Con più di 150 mila presenze registrate durante la scorsa edizione, l’evento toscano concorre più che mai con manifestazioni del calibro del Comi-Con di San Diego. E la sezione Lucca Movie contribuisce portano in città i titoli più attesi della stagione, da Frankeweenie a Djagno Unchained, Iron Man 3 e Ralph Spaccatutto.

Sta per prendere il via Lucca Comics & Games 2012, il Festival internazionale del Fumetto, del Gioco e dell’Illustrazione in programma nella città toscana dal primo al 4 novembre. Una manifestazione cresciuta negli anni fino a superare, nel 2011, i 150 mila visitatori, candidandosi a competere con i principali eventi mondiali dello stesso tipo, come il Comi-Con di San Diego. Non solo per numero di partecipanti, espositori e inviati stampa. Ma anche per l’articolazione del festival, che si estende sempre di più al di là del settore dei fumetti e dei games. Dall’anno scorso, infatti, Lucca è anche Movie: un’area dedicata ad anticipazioni e proiezioni di alcuni dei titoli cinematografici più attesi, non solo dagli amanti dei comics ma da tutto il pubblico.

 

Quest’anno, ad esempio, l’assortimento è molto variegato: si va dal “mostruoso” Frankenweenie di Tim Burton, alla presentazione di contenuti esclusivi dall’ultimo film di Quentin Tarantino, Django Unchained, dal lungometraggio di animazione Hotel Transylvania, da  Ralph Spaccatutto e dal prossimo film Marvel Iron Man 3; dall’action movie Looper, con  Joseph Gordon LevittBruce Willis, al thriller Red Lights, fino a un must dell’animazione giapponese recente, quale La Collina dei papaveri di Goro Miyazaki [per il programma completo, vi rimandiamo al blog di ScreenWEEK].  Si tratta perciò di anteprime portate da alcune delle principali distribuzioni italiane e dai rami locali delle major straniere, sulla scia di un trend ben consolidato a livello internazionale. Sia per quanto riguarda l’esemplare manifestazione di San Diego (in una recente intervista a Forbes, David Glanzer, direttore del marketing del Comic-Con International ha ricordato come il rapporto tra l’evento e il cinema possa esser fatto risalire addirittura a Frank Capra e al forte legame con la Lucasfilm negli anni ’70), sia per altre emergenti, come il Comic-Con di New York, che secondo Variety “non potrà più essere ignorato dagli esperti di marketing di Hollywood”, in quanto imperdibile “opportunità di parlare direttamente ai propri consumatori”, ormai giunti anche nella Grande Mela a una platea di oltre 100 mila visitatori.

Per capire meglio in che direzione si sta muovendo il Lucca Movie Comics & Games, abbiamo intervistato Mario Pardini, coordinatore di questa nuova area del Festival, giunta alla sua seconda edizione.

Com’è nata la sezione Movie?

La sezione Movie è nata come naturale evoluzione della fiera Lucca Comics & Games. Dopo il grande sviluppo dell’area Comics prima e dell’area Games dopo, non poteva mancare il cinema. Il 2011 è stato il primo anno della nuova sezione, e visto il grande successo siamo ottimisti che questa nuova parte possa avere un ruolo sempre maggiore in futuro.

Quale tipo di film ospita Lucca?

 In primis i film a target comics, ma senza dimenticare che Lucca Comics & Games è la più grande manifestazione giovanile che abbiamo in Italia. Quindi non solo contenuto prettamente legato al mondo Comics e Games, ma anche a target generazionale.

Che tipo di eventi cinematografici fanno parte di Lucca Movie e qual è l’accoglienza a loro riservata dai visitatori?

L’anno scorso ci sono stati vari eventi, come la preview mondiale di qualche minuto di The Avengers, o come l’anteprima completa di alcuni film come Real Steel e Scialla!. Per quest’anno il programma sarà molto ricco. Diverse anteprime complete e contenuti attesissimi.

Ormai, con l’esplosione dei cinecomics, è più chiaro che mai quanto il cinema debba ai fumetti. Quanto devono invece i fumetti al cinema?

 Sicuramente il successo di un film al botteghino fa da grandissimo traino alla vendita di tutto il merchandising ufficiale. Pensiamo all’esempio di The Avengers e l’enorme successo che ha avuto.

Quanto conta la sezione Movie nell’espandere il pubblico di Lucca?

Miriamo a diventare un punto di riferimento della manifestazione per il futuro prossimo, cercando di contribuire più che a un’espansione di pubblico, a un suo consolidamento. La nostra ambizione è far diventare l’area Movie un interlocutore stabile per le distribuzioni nazionali in primis, ma l’idea di fondo è che le major americane possano usare Lucca per il lancio dei blockbuster a livello europeo, e quindi rivolgersi anche un pubblico internazionale. Per usare un paragone sicuramente a oggi molto grande… il sogno è far diventare nel tempo Movie Comics & Games il Comic-Con europeo.

 

 

Davide Dellacasa
Publisher di ScreenWeek.it, Episode39 e Managing Director del network di Blog della Brad&k Productions ama internet e il cinema e ne ha fatto il suo mestiere fin dal 1994.
http://dd.screenweek.it
Top