Home > Cinema > Golden Globe: vincono Fox e lo streaming di Amazon

Golden Globe: vincono Fox e lo streaming di Amazon

20th Century Fox la più premiata ai Golden Globe 2016 con The Revenant e The Martian, mentre lo streaming avanza ancora nei premi dedicati all serie tv.

The Revenant di Alejandro González Iñárritu e il suo protagonista, Leonardo DiCaprio, sono i chiari trionfatori dell’edizione 2016 dei Golden Globe Awards, i premi cinematografici e televisivi assegnati dalla stampa estera negli USA che anticipano i possibili favoriti all’Oscar. Il film del regista messicano, già autore del pluripremiato  Birdman, si è infatti aggiudicato le statuette per il Miglior Film Drammatico, Miglior Regia e Miglior Attore Protagonista in un Film Drammatico, seguito nella top dei vincitori da  Sopravvissuto – The Martian, di Ridley Scott, premiato come Miglior Commedia o Musical  e per l’interpretazione di Matt Demon. Un palmares che ha portato sul podio delle distribuzioni la 20th Century Fox, con in listino entrambi i titoli più Joy di David O. Russell. Bene anche Universal Pictures, forte del biopic Steve Jobs e, in Italia, di Room.

golden globe 2016 vincitori cinema

 

Per quanto riguarda il mercato italiano, le altre distribuzioni  che hanno ricevuto un premio sono Warner Bros (due per la precisione, con Spectre e Creed), Disney con il successo Pixar Inside Out, 01 Distribution con la colonna sonora composta da Morricone per il prossimo film di Quentin Tarantino, The Hateful Eight, e Teodora Film con Il Figlio di Soul.

Per quanto riguarda le statuette assegnate alla tv, spicca il trionfo del serial Mozart in the Jungle, distribuito dal portale di video on demand Amazon, già vincitore l’anno scorso con TransparentLa serie per altro non ha battuto solo prodotti di emittenti tradizionali come HBO, ma una pletora di altri candidati nati per il web, come la serie di Netflix Orange is the new black e Casual di Hulu, confermando il ruolo di primo piano giocato ormai dallo streaming ad abbonamento nel mercato televisivo. Chissà se e quando vedremo qualcosa di simile per il cinema, per ora ancora saldo in mano agli studios hollywoodiani.

Top