Home > Cinema > L'impatto degli incentivi fiscali in Europa. Lo studio dell'European Audiovisual Observatory

L'impatto degli incentivi fiscali in Europa. Lo studio dell'European Audiovisual Observatory

Che impatto hanno avuto, negli ultimi nove anni (2005-2014)  l’utilizzo gli incentivi fiscali sulla produzione aidiovisiva? Cerca di spiegarlo uno studio condotto dall’European Audiovisual Observatory, che analizza le forme di incentivo applicate negli ultimi anni nei principali paesi Europei, dal tax credit al tax shelter, e cerca di stabilire se questiabbiano raggiunto gli obiettivi prefissati....

Che impatto hanno avuto, negli ultimi nove anni (2005-2014)  l’utilizzo gli incentivi fiscali sulla produzione aidiovisiva? Cerca di spiegarlo uno studio condotto dall’European Audiovisual Observatory, che analizza le forme di incentivo applicate negli ultimi anni nei principali paesi Europei, dal tax credit al tax shelter, e cerca di stabilire se questiabbiano raggiunto gli obiettivi prefissati. In Europa è cresciuto significativamente il numeri di incentivi fiscali operativi, in particolare negli ultimissimi anni: dal 2010 al 2014 i paesi europei hanno introdotto 12 nuove forme di incentivo fiscale a supporto della produzione di film, televisiva e dell’industria di videogame, portando a un totale di 26 gli strumenti operativi in 17 nazioni al 31 dicembre 2014.

FiscalIncentivesGraph1-EN.PNG

Tra gli strumenti fiscali di introduzione più recente si registra una preferenze verso forme di ribasso e “sconti”, rispetto al tax shelter “tradizionale” con forme che viariano da paese a paese: in Gran Bretagna, per esempio gli incentivi sono stati applicati anche a nuovi settori come i videogame, mentre in Italia, com sappiamo, il sistema del tax credit è stato reso permanente nel 2013; la Francia ha recentemente innalzato la soglia del tax credit per attrarre in particolare produzioni nel campo dell’animazione e delel coproduzioni televisive.  Il report sottolinea che l’introduzione di questi strumenti di incentivazione fiscale ha avuto un impatto immediato in molti paesi sull’aumento della produzione audiovisiva: i paesi che portano avanti questo tipo di strategie hanno un settore audiovisivo più svuiluppato (inteso come percentuale rispetto al Prodotto Interno Lordo) rispetto ai paesi che non hanno ancora applicato questi strumenti: in media si parla di una percentuale dello 0,06% contro una dello o,o1%.  E anche la crescita del settore audiovisivo è maggiore nei paesi dotati di incentivi:  in questi territori in media la spesa nella produzione di film è cresciuta del 9% contro il 4% dei paesi senza incentivi.

FiscalIncentivesGraph2-EN.PNG

Il report completo è acquistabile al sequente link: http://www.obs.coe.int/en/shop/allpub/-/asset_publisher/A8yB/content/impact-analysis-of-fiscal-incentive-schemes-supporting-film-and-audiovisual-production-in-europe

Top