You are here
Home > Cinema > Distribuzione > Strategie DreamWorks. Dopo Disney guarda a Paramount e Universal?

Strategie DreamWorks. Dopo Disney guarda a Paramount e Universal?

L’accordo di distribuzione tra i DreamWorks Studios di Steven Spielberg (nella foto) e Disney terminerà nel 2016 e la società di produzione, come riportano alcune indiscrezioni, sembra orientata a cambiare di nuovo il proprio sbocco  nelle sale cinematografiche, testando la disponibilità di Paramount e Universal. Fondata nel 1994 DreamWorks originariamente provvedeva direttamente alla distribuzione dei…

L’accordo di distribuzione tra i DreamWorks Studios di Steven Spielberg (nella foto) e Disney terminerà nel 2016 e la società di produzione, come riportano alcune indiscrezioni, sembra orientata a cambiare di nuovo il proprio sbocco  nelle sale cinematografiche, testando la disponibilità di Paramount e Universal. Fondata nel 1994 DreamWorks originariamente provvedeva direttamente alla distribuzione dei propri film nelle sale, almeno fino al 2006 quando, dopo essere stata acquistata da Viacom, aveva stretto un accordo in tal senso con Paramount. Intesa di breve durata e sostituita, nel 2009, con un nuovo accordo di distribuzione stipulato con Disney. Accordo che per l’appunto terminerà nel 2016.

Indiana Jones4 Photocall Cannes 17

Si comprende dunque come mai Spielberg stia sondando nuove possibilità distributive per i propri prodotti, anche perché nel frattempo molte cose sono cambiate. Da una parte Disney non ha più bisogno di DreamWorks per “rimpolpare” il proprio listino, potendo contare sui prodotti Marvel e Lucasfilm, mentre DreamWorks ha dovuto ridimensionare il proprio listino dopo aver rapidamente bruciato l’investimento iniziale dell’indiana Reliance Group (al momento sono usciti con Disney solo 11 film dei 30 previsti e altri 4 usciranno entro il 2016). Alcune fonti, come riporta oggi Hollywood Reporter, sostengono che Spielberg preferirebbe chiudere con Universal anche se Paramount, essendo al momento lo studio più a corto di prodotto dei due, potrebbe offrire condizioni più vantaggiose. E non sembra ancora del tutto fuori gioco Disney che potrebbe comunque decidere di puntare sui prodotti DreamWorks per garantirsi titoli più “di qualità” come Lincoln e The Help.

Top