Home > Box Office > SKYSCRAPER SEMPRE PRIMO – INCASSI BOX OFFICE DEL 23 LUGLIO 2018

SKYSCRAPER SEMPRE PRIMO – INCASSI BOX OFFICE DEL 23 LUGLIO 2018

In un botteghino stabilmente in calo rispetto a un anno fa, non cambia neanche la testa della classifica: ancora in vetta Skyscraper, seguito da La prima notte del giudizio, Jurassic World: Il regno distrutto e 12 Soldiers...

E’ la solita giornata di luglio 2018. L’incasso generale è stato di 293.247 euro, mentre lunedì 24 luglio 2017 era stato di 413.658 euro, con un calo quindi del 29,1%. Primo quel giorno, ancora una volta, era Spider-Man: Homecoming con 124.533 euro, mentre ieri ha mantenuto la vetta Skyscraper, grazie a 81.480 euro e una media di 238 (la prima della top ten), con un calo (normale) del 56% rispetto al dato di domenica e un totale finora di 713.066 euro. San Andreas, nel suo primo lunedì, aveva incassato 261.509 euro (ma era il primo giugno, quindi un prefestivo).

Non cambiano neanche le successive quattro posizioni. La prima notte del giudizio rimane quindi secondo con 33.237 euro e 148 di media, con una flessione del 46% rispetto allo scorso lunedì e un totale di 1.340.288 euro. Terzo (e con un calo del 32% rispetto a una settimana fa) Jurassic World: Il regno distrutto, che ottiene 21.709 euro e una media di 137, arrivando a un totale di 10.325.064 euro.

12 Soldiers rimane in quarta posizione con 19.547 euro e una media di 112, con una flessione del 57% e un totale di 567.653 euro. Solo -24% per Luis e gli alieni rispetto a lunedì scorso, per un incasso di altri 16.872 euro e una media di 91, che permette di arrivare a un totale di 345.322 euro.

E veniamo al fenomeno di ieri, ormai non più una sorpresa, visto che è tutta la serie che sta costantemente tornando in top ten in questo periodo. Harry Potter e il principe mezzosangue ottiene il decimo posto 5.923 euro e una media di 237, che per un solo euro non è la migliore dei primi dieci in classifica. Come diciamo sempre: è un segnale dell’affetto dei fan verso questa saga, ma anche del fatto che l’offerta cinematografica in questo periodo è veramente scarsa…

1 – SKYSCRAPER: 81.480 euro (13.663 spettatori) 342/238 – Tot. 713.066

2 – LA PRIMA NOTTE DEL GIUDIZIO: 33.237 euro (5.591 spettatori) 225/148 – Tot. 1.340.288

3 – JURASSIC WORLD – IL REGNO DISTRUTTO: 21.709 euro (3.546 spettatori) 159/137 – Tot. 10.325.064

4 – 12 SOLDIERS: 19.547 euro (3.252 spettatori) 175/112 – Tot. 567.653

5 – LUIS E GLI ALIENI: 16.872 euro (3.208 spettatori) 185/91 – Tot. 345.322

6 – STRONGER – IO SONO PIU’ FORTE: 11.321 euro (2.139 spettatori) 82/138 – Tot. 430.191

7 – CHIUDI GLI OCCHI: 9.637 euro (1.747 spettatori) 183/53 – Tot. 276.640

8 – OVERBOARD: 8.140 euro (1.421 spettatori) 109/75 – Tot. 76.352

9 – OBBLIGO O VERITA’: 6.331 euro (994 spettatori) 63/101 – Tot. 2.095.606

10 – HARRY POTTER E IL PRINCIPE MEZZOSANGUE: 5.923 euro (1.574 spettatori) 25/237 – Tot. 18.385.504

Lunedì 23 luglio: 293.247 euro (53.577 spettatori)

Lunedì 16 luglio: 327.669 euro (-11%) (58.867 spettatori)

Lunedì 24 luglio 2017: 413.658 euro (-29,1%) (#1 Spider-Man: Homecoming: 124.533 euro)

Per maggiori approfondimenti visitate la sezione Box Office di ScreenWEEK.it

Fonte dei dati: Cinetel

Volete rimanere sempre aggiornati con le migliori notizie sul business di cinema, intrattenimento e tecnologia? Scaricate la nuovissima app di Cineguru.biz, rinnovata nella user experience e nel design, disponibile gratuitamente sia per dispositivi iOS e Android

Robert Bernocchi
Robert Bernocchi
Story editor & Data Analyst at Pepito Produzioni e Data and Business Analyst at Cineguru.biz & BoxOffice.Ninja. In passato, responsabile marketing e acquisizioni presso Microcinema Distribuzione, marketing e acquisizioni presso MyMovies.

One thought on “SKYSCRAPER SEMPRE PRIMO – INCASSI BOX OFFICE DEL 23 LUGLIO 2018

  1. Il box office degli ultimi tre mesi, se analizzato a prescindere dal tipo di struttura, ovvero mx o sale in città, risulta assai preoccupante è tale da indurre all’amara conclusione che il cinema in quanto sala, nel nostro paese avrà un futuro assai cupo e complicato. A questa situazione hanno certamente contribuito diversi fattori, cito tra i primi l’invocata e disattesa continuità nell’offerta di prodotto per 12 mesi, dodici mesi, alla quale si sottraggono con perfida incoscienza molte major.. Il secondo fattore sta nell’aver offerto al pubblico la possibilità di andare al cinema al prezzo di una modesta mancia in pizzeria. Presidenze e Associazioni hanno abdicato a interessi politici o ritorni benefici per l’esercizio che hanno premiato pochi eletti, quindi discriminante. Comunque il prezzo ridotto non è promozionale e fine a se stesso.
    Invocare una inversione di rotta è il minimo auspicabile, facendo appello alle distribuzioni affinché eviti l’affollamento, come pare delinearsi per l’ennesima volta dal prossimo settembre.
    Natale infine, deve risultare premiante per gli esercenti e anche per i distributori e non può essere l’illusione di una panacea per film diversamente scarsi.
    Buone vacanze.
    Gld

Comments are closed.

Top