Home > Cinema > Esercizio > GIORNATE PROFESSIONALI – DAY 2 – LE DIECI COSE FONDAMENTALI

GIORNATE PROFESSIONALI – DAY 2 – LE DIECI COSE FONDAMENTALI

Giornata importante alle Giornate professionali, con Universal, Raicinema/01, Lucky Red, Vision, Adler e Notorious che hanno presentato i loro listini...
There is a mobile optimized version of this page, view AMP Version.

10 – Notorious
Uno dei successi a sorpresa di quest’ultimo quadrimestre è stato La fratellanza, distribuito appunto da Notorious. Il listino del prossimo semestre di questa società presenta diversi titoli interessanti, tra cui magari potrebbe uscire una sorpresa del genere (anche se non è facile). Gli horror Polaroid e The Strangers – Prey at Night vanno in cerca del pubblico di genere, il terzo capitolo di Belle & Sebastien punta sul target che ha fatto la fortuna della saga, soprattutto il primo episodio. E Un sacchetto di biglie è perfetto per la Giornata della Memoria. Forse però il titolo più promettente (almeno, se riuscirà a catturare i fan del romanzo) è L’incredibile viaggio del fachiro

9 – The Wind River
Se ne parlava benissimo negli Stati Uniti ed era vero. Western ‘invernale’, con tanti personaggi danneggiati e in cerca di riscatto/vendetta. Non è il tipo di prodotto che in Italia trova facilmente un pubblico. Ma lo meriterebbe…

8 – Ella & John
Passato a Venezia e Toronto, è ormai in arrivo anche per il pubblico il nuovo film di Paolo Virzì, ormai l’autore italiano (assieme a Sorrentino) più costante ad alti livelli di incasso. Beh, a giudicare dai pianti sentiti in sala a Sorrento, è probabile che la media al botteghino non si abbasserà, anche se non sarà facilissimo attirare il pubblico degli under 40…

7 – Adler
Vengono dal trionfo storico di Loving Vincent (ma anche dagli ottimi risultati italiani di The Circle e Monster Family) e non hanno voglia di smettere. Lo fanno intanto con tre prodotti horror/thriller come Ghost Stories, The Midnight Man e Muse. E poi, una commedia francese come Benvenuti a casa mia, che cerca di trovare (anche solo in parte) il pubblico di Non sposate le mie figlie. Ma soprattutto con due titoli. Zanna bianca, ovviamente destinato a un pubblico family. E a un thriller, Three Seconds, che rappresenta il nuovo film di Andrea di Stefano, il regista di Escobar.

6 – E la chiamano estate…
Anche grazie all’eliminazione dell’Italia dai mondiali, diventa più facile per tutti promettere una grande estate, piena di titoli fortissimi. Scommettiamo che alla fine, tanto per cambiare, l’estate la faranno Warner e Universal?

5 – Raicinema/01
Si comincia con un esilarante spot di Smetto quando voglio – Ad Honorem in inglese con i sottotitoli. Come ha sottolineato il direttore di 01 Luigi Lonigro, si conclude così la prima trilogia vera e propria del cinema italiano, affidata a un regista (al tempo) esordiente e giovane, fedeli alla nuova linea della società. Paolo Del Brocco, invece, affida a uno slogan efficace la situazione attuale di Raicinema e 01: “la gallina oggi E l’uovo domani”. In effetti, c’è il meglio del cinema d’autore italiano (Dogman, Lazzaro felice, Capri – batterie, Ride, Il traditore, solo per citare alcuni film) e poi tanti prodotti di genere molto interessanti, sia italiani (Il primo re e Soldado) che americani (12 Strong, Robin Hood). Tra le clip e i trailer originali visti, personalmente avrei ottime aspettative di botteghino per Contromano di Albanese. Senza dimenticare i film di Daniele Luchetti, Francesco Micchiché, Luca Silvestrini e magari anche una possibile sorpresa family con Remì. Basterebbe già questo per fare un listino notevole. In realtà… (vedete la seconda posizione)

4 – Vision
È arrivato il momento della verità. Dopo una serie di titoli ‘minori’, più l’evento di Gomorra (che, secondo l’AD della società, Nicola Maccanico, conferma ancora una volta la centralità della sala), ora arrivano i ‘pesi massimi’. Due in particolare. Come un gatto in tangenziale, che mette assieme Riccardo Milani alla regia e la coppia di Mamma o papà, Paola Cortellesi e Antonio Albanese. E Sono tornato di Luca Miniero, che prefigura un Mussolini che torna in vita nell’Italia contemporanea. Tra gli altri film, potrebbe funzionare bene Basta credere di Alessandro Aronadio, con un Edoardo Leo che sembra particolarmente in palla. Più complicata la situazione di Sconnessi, visto che abbiamo già avuto un titolo molto simile, Non c’è campo (ma il film Vision vede protagonisti degli adulti, questo basterà per fare la differenza?). Maccanico ha anche fatto presente che, con un mercato in contrazione, c’è l’occasione di sperimentare. Cosa che non possiamo che condividere…

3 – Lucky Red
Intanto, un filmato ‘storico’ durante la convention della società di Andrea Occhipinti. Si tratta infatti del primo trailer di Tutti i soldi del mondo in cui non vediamo più Kevin Spacey, ma Christopher Plummer. Trailer ancora non terminato a livello di postproduzione, ma che a mio avviso funziona anche meglio di quello precedente. Basterà per dare una vita ‘autonoma’ al film e a non renderlo semplicemente “la pellicola in cui è stato eliminato Spacey”? È una delle grandi scommesse di Lucky Red della prossima stagione.
E tra le grandi scommesse c’è sicuramente l’impegno produttivo nel cinema italiano. Sono iniziate le riprese de La befana con Paola Cortellesi, così come quelle di Sulla mia pelle. A febbraio partiranno le riprese del nuovo film di Mainetti, mentre uscirà a luglio Ride di Jacopo Rondinelli.
Tra le possibili sorprese, farei attenzione al thriller poliziesco Nella tana dei lupi, mentre La ruota delle meraviglie di Woody Allen (posizionato a Natale) lo dobbiamo considerare una certezza. Sarà interessante vedere come si comporterà da noi (dopo un risultato americano non straordinario) Logan Lucky di Soderbergh, mentre I primitivi è il grande ritorno al lungometraggio della Aardman.
Listino e ambizioni importanti. Una sfida che Lucky Red può vincere, ma solo se riusciremo a riportare la quota del cinema italiano ai livelli che gli competono. Un discorso simile (anzi, anche di più) per quanto riguarda 01. E, a questo proposito…

2 – La manita di 01
Alle Giornate professionali, non è certo anomalo sentire parlare di film “attesissimi”, su cui i distributori puntano molto. Spesso è un’esagerazione, ma ci sono rare occasioni in cui è la pura realtà. In effetti, in chiusura della convention, il direttore marketing di 01 Carlo Rodomonti ha ricordato i cinque film di 01 Distribution che usciranno nei prossimi tre mesi e in effetti sono impressionanti. Si inizia con Wonder, già campione di incassi negli Stati Uniti. Si prosegue con Il ragazzo invisibile – seconda generazione, che arriva dopo il buon risultato del film originale (che forse però non ha convinto del tutto chi si aspettava un film supereroistico ‘classico’: vedremo se questo riuscirà a ottenere consensi maggiori). In seguito, Ella & John di Paolo Virzì, che promette di far commuovere anche il pubblico generalista, dopo quello di Venezia. Forse il co-favorito agli Oscar (assieme a Inception di Christopher Nolan) è The Post di Steven Spielberg, che promette di catturare il target adulto come già aveva fatto il suo precedente Il ponte delle spie. Infine, A casa tutti bene, il nuovo film italiano di Gabriele Muccino, per il quale si fa prima a dire quali attori italiani importanti non ci sono che quelli presenti. Aspettatevi 01 sul podio del primo trimestre 2018 e con un ottimo incasso, insomma…

1 – Universal
“Ci vuoi raccontare qualcosa del film?”. “No.”
Divertente botta e risposta tra Richard Borg e il produttore Nicola Giuliano, per quanto riguarda il nuovo film di Sorrentino, su cui ovviamente si continua a mantenere un alone di mistero. Listino ricchissimo (quasi quanto quello del primo semestre 2017, che probabilmente è inarrivabile) quello di Universal, molto ben bilanciato tra grandi film, pellicole d’autore straniere che verranno candidate all’Oscar e tre pellicole italiane. Iniziamo da quest’ultime. Intanto, i due prodotti comici forniti dalla Filmauro di Aurelio e Luigi De Laurentiis. Per le feste, Super vacanze di Natale, il cinepanettone di montaggio che ha già fatto molto discutere (e vedremo se riuscirà a portare la gente al cinema, per un’operazione che, con una battuta facile, potremmo dire che “sa di già visto”). L’11 gennaio arriva invece Benedetta follia, di e con Carlo Verdone. C’è molta attesa per questa sua nuova prova e per la collaborazione con lo sceneggiatore Nicola Guaglianone. Grandissima attesa già adesso (e mancano quasi sei mesi) per Loro, la nuova fatica di Paolo Sorrentino, dedicata al Cavaliere (che peraltro, se continua così, rischia di tornare in un ruolo di primissimo piano a livello politico e tirare la volata al film). Loro, al momento, è stato posizionato a fine aprile, vedremo se la data verrà mantenuta o se (magari per obblighi con Cannes) spostata più in là a maggio.
E veniamo ai grandi film americani. Soprattutto, la chiusura di una fortunatissima trilogia, con Cinquanta sfumature di rosso in arrivo l’8 febbraio, per sfruttare ancora una volta San Valentino. Invece, il 7 giugno arriva Jurassic World – Il regno distrutto, altro titolo che sicuramente supererà i 10 milioni al botteghino. Nel secondo semestre, molto promettenti Mamma mia! Ci risiamo (6 settembre) e il nuovo film di animazione della Illumination, Il grinch (29 novembre), mentre una scommessa importante sarà una nuova, aspirante saga, quella di Macchine mortali. A livello autoriale invece, L’ora più buia (18 gennaio), Il filo nascosto (22 febbraio) e Lady Bird (19 aprile, ma probabilmente verrà anticipato) promettono di essere film da Oscar (così come c’è molta attesa per il nuovo lavoro di Damien Chazelle, First Man).
Insomma, listino quanto mai variegato e completo, per continuare a esprimersi ad altissimi livelli, dopo l’ottimo 2017, che ha visto Universal al secondo posto nella classifica distributori. Anche senza Paramount, si può vivere e bene…

Robert Bernocchi
Robert Bernocchi

Story editor & Data Analyst at Pepito Produzioni e Data and Business Analyst at Cineguru.biz & BoxOffice.Ninja. In passato, responsabile marketing e acquisizioni presso Microcinema Distribuzione, marketing e acquisizioni presso MyMovies.

Lascia un commento

Lascia questi due campi così come sono:

Protetto da Invisible Defender. E' stato mostrato un 403 ai 172.216 spammer.

Top