Home > Distribuzione > I Poster Della Commedia Italiana: Evoluzione Dagli Anni ‘80 ad Oggi

I Poster Della Commedia Italiana: Evoluzione Dagli Anni ‘80 ad Oggi

Un’analisi su come si siano evoluti i poster del genere cinematografico più prolifico (e di successo) del nostro paese: la commedia italiana. Analizziamo i materiali promozionali dei campioni d’incasso dagli anni ‘80 ad oggi.

 

Da sempre la produzione italiana ha un genere principe, che nel dopoguerra ha fatto scuola nel mondo e che è stato il caposaldo del cinema italiano sino ai giorni nostri: la commedia! Avendo dietro i più grandi produttori, insieme a registi ed attori tra i più blasonati, anche i materiali promozionali di questi film sono stati dei veri archetipi del marketing cinematografico. Abbiamo cercato di fare un’analisi la più omogenea possibile, lavorando sui campioni di incasso degli ultimi 4 decenni (presumendo siano i poster più conosciuti, avendo avuto il maggior numero di presenze al cinema). Ovviamente questo non vuol dire siano i materiali grafici migliori dal punto di vista artistico o della tecnica, ma di sicuro quelli che (volente o nolente) hanno fatto scuola. In termini di spicciolo marketing operativo i concept sono entrati nell’immaginario del pubblico di questo genere cinematografico, milioni di persone sono andate a vedere i film ed hanno avuto queste immagini impresse nella testa.

LE COMMEDIE ITALIANE CAMPIONI DI INCASSO NELLE ULTIME 4 DECADI

Tra questi 38 film abbiamo scelto 4 pellicole per ogni decade, rappresentative degli artisti e degli stili maggiormente in voga, per dare una panoramica dei concept delle campagne marketing dei 4 periodi Anni ‘80 – ’90 – ’00 – Oggi.

ANNI ‘80

Abbiamo scelto 4 titoli molto differenti, ma tutti interpretati da dei veri pesi massimi della commedia italiana: Adriano Celentano, la coppia Troisi-Benigni, il cast corale (erede del primo Vacanze di Natale) in Yuppies ed infine Benigni da solo nello storico (e poetico) Il piccolo diavolo. Molto influente ancora lo stile da illustrazione, che man mano si andrà a perdere proprio in questo periodo, portando i poster verso il più moderno trattamento dell’immagine fotografica.

ANNI ‘90

Gli anni ‘90 hanno visto oltre il consolidamento del mito Benigni (abbiamo inserito 2 dei suoi film campioni di incasso) anche l’arrivo sul grande schermo dei comici affermatesi nella tv. Tra questi i più significativi (e duraturi) furono Pieraccioni e il trio Aldo, Giovanni e Giacomo.

ANNI 2000

Gli anni 2000 sono stati dominati al box office dai cinepanettoni, ma soprattutto dal mitico brand “Natale a …”, che ha replicato non solo il plot del film anno dopo anno, ma anche il concept del poster (inserendo i visi del cast ben riconoscibili).

Concept in realtà inizialmente ereditato da Amici miei, ma successivamente sviluppato con la composizione ormai divenuta classica (in parte sviluppata già nel 1986 per il primo Yuppies), con tutto il cast e logotitolo centrale. D’altronde come nel calcio “squadra che vince non si cambia”, in quegli anni per ben 5 volte su 10 il brand “Natale a …” è salito sul podio del box office italiano.

Fatto degno di nota è la nascita nelle distribuzioni di una frase che da quel momento in poi sarà lo spauracchio di tutti i posteristi italiani: “Ma mettiamo uno sfondo bianco, che fa più commedia?”.

OGGI

Per analizzare i poster dei nostri giorni avremmo potuto scegliere tantissimi titoli con una fattura ormai a livello dei migliori concept americani, o il ritorno delle commedie d’autore che tanto ci erano mancate negli anni ‘90-’00. Abbiamo però deciso di scegliere la strada della “quantità” prediligendo gli spettatori, e allora abbiamo 3 campioni di peso, e poi il re del box office italiano di tutti i tempi…

Non potevamo lasciare da parte colui che ha stracciato tutti per incassi in questi ultimi anni, battendo ogni record: Checco Zalone. Di seguito i poster dei sui film, super campioni al box office, dove l’attenzione è tutta sempre sul soggetto principale, l’alter ego di Luca Medici.

Stefano Fiano
Stefano Fiano

Per passione e per lavoro mi occupo di Marketing e Comunicazione nel mondo dell’entertainment.
Dopo un’esperienza alla direzione della Renault Italia, sono approdato al marketing per l’industria cinematografica, prima come Media manager e Web marketing manager, poi da Product manager curando tutti gli aspetti delle campagne di lancio di un film.
(Notorious Pictures, Moviemax Media Group, RAI Cinema e tante altre aziende)

Top