Home > Box Office > Sempre più Fast & Furious, il film vola a oltre 390 milioni di dollari nel mondo

Sempre più Fast & Furious, il film vola a oltre 390 milioni di dollari nel mondo

I dati finali relativi al box office totalizzato nel mercato nordamericano e in quello internazionale da Fast And Furious 7  hanno rivisto al rialzo le stime di domenica: 146,5 milioni di dollari incassati in Usa (contro i 143,6 milioni stimati) e 245,1 milioni overseas (contro 240,4 milioni stimati), per un totale mondiale di 391, 6 milioni...

I dati finali relativi al box office totalizzato nel mercato nordamericano e in quello internazionale da Fast And Furious 7  hanno rivisto al rialzo le stime di domenica: 146,5 milioni di dollari incassati in Usa (contro i 143,6 milioni stimati) e 245,1 milioni overseas (contro 240,4 milioni stimati), per un totale mondiale di 391, 6 milioni di dollari. Un risultato che si piazza al quarto posto tra i migliori esordi di sempre a livello mondiale dietro Harry Potter e i doni della morte – Parte II (483,2 milioni), Harry Potter e il Principe mezzo sangue (394,4 milioni) e The Avengers (392.5 milioni).

1474390_722922057793298_7640294539636487329_n

Il film è stato distribuito a livello internazionale in 63 territori e ha stabilito la terza migliore apertura di sempre dietro a Harry Potter e i doni della morte – Parte II (314 milioni) e Pirati dei caraibi: Oltre i confini del mare (260,4 milioni). E in questo weekend il film è riuscito nell’impresa di conquistare la prima posizione in tutti i mercati in cui è uscito a cominciare da Messico (21,5 milioni di dollari), Gran Bretagna (18,7 milioni), Germania (15,9 milioni), Francia (11,4 milioni), Brasile (11,4 milioni) e Australia (11,3 milioni). Per avere un termine di paragone basti pensare che l’incasso internazionale del film del solo primo weekend è superiore a quanto hanno incassato i primi quattro episodi della franchise action nella loro intera permanenza sul grande schermo. Fast And Furious 7 è stato distribuito in oltre 4mila cinema negli Stati Uniti e in 10.500 cinema oltreoceano (un record distributivo per Universal) e il risultato al box office internazionale ha ottime prospettive di essere ulteriormente incrementato dato che la pellicola deve ancora essere distribuita in mercati importanti e potenzialmente molto ricchi come Cina, Russia e Giappone. A contribuire al successo del film sicuramente anche l’attesa del pubblico di assistere all’ultima interpretazione sul grande schermo del protagonista Paul Walker, scomparso tragicamente durante le riprese: il film avrebbe infatti dovuto uscire a luglio 2014, ma venne posticipato da Universal proprio a causa della morte dell’attore.

Top