Home > Cinema > Mibact, 203 milioni di euro di sostegno al cinema italiano nel 2014

Mibact, 203 milioni di euro di sostegno al cinema italiano nel 2014

Il Mibact ha reso noti i dati riferiti al sostegno economico della Direzione Generale Cinema – MiBACT a favore delle attività cinematografiche, sotto forma di contributi diretti (erogazioni) e indiretti (crediti d’imposta) nel 2014. Nell’anno appena concluso l’ammontare dei crediti d’imposta utilizzati è stato pari a 114,5 milioni di euro, 26 milioni in più degli...

Il Mibact ha reso noti i dati riferiti al sostegno economico della Direzione Generale Cinema – MiBACT a favore delle attività cinematografiche, sotto forma di contributi diretti (erogazioni) e indiretti (crediti d’imposta) nel 2014. Nell’anno appena concluso l’ammontare dei crediti d’imposta utilizzati è stato pari a 114,5 milioni di euro, 26 milioni in più degli 88,5 milioni euro di contributi diretti. L’intervento pubblico complessivo raggiuge quindi, nel 2014, la cifra record di 203 milioni di euro, la più alta negli ultimi 5 anni. Nel 2013 il cotributo complessivo era stato invece di 189 milioni (96 derivanti dal credito d’imposta e 93 dal sostegno diretto).

Schermata 2015-03-04 alle 12.12.44

Il rapporto (che potete leggere nella sua interezza sul sito della Direzione Generale Cinema cliccando questo link www.cinema.beniculturali.it/Notizie/3386/67/dgcinema-%E2%80%93-mibact-sostegno-economico-al-cinema-italiano-2014/) evidenzia che negli ultimi cinque anni, a fronte di una diminuzione del sostegno pubblico diretto è aumentato l’utilizzo del credito d’imposta, aumentato (quasi) costantemente dal 2010 al 2014: 72 milioni nel 2010, 91,5 nel 2011, 99,7 nel 2012, 96 nel 2013 (unico caso di flessione) e 114,5 nel 2014. «L’intervento dello Stato  – recita la nota del Mibact – si è quindi rafforzato e potenziato con un maggior impegno di risorse pubbliche nelle agevolazioni fiscali che non solo compensano la riduzione progressiva dei fondi diretti (FUS) ma forniscono un incentivo al consolidamento dell’industria cinematografica e generano un effetto volano sulle entrate fiscali, derivato dalle maggiori risorse investite». Nel comparto del credito d’imposta  la fetta maggiore spetta al tax credit interno (oltre 38,7 milioni nel 2014), anche se quest’ultimo si dimostra stabile negli anni presi in considerazione, mentre a crescere maggiormente nell’ultimo anno è il tax credit estero (che riguarda i film stranieri) che nel 2014 ha toccato quota 13,2 milioni. In crescita soprattutto il tax credit esterno (ovvero relativo agli investimenti di soggetti diversi rispetto alle produzioni cinematografiche) che nel 2014 ha registrato oltre 21 milioni di euro (nel 2010 era pari a sol 110mila euro).

Schermata 2015-03-04 alle 12.43.00

Top