You are here
Home > Analisi > Bridgerton parte fortissimo

Bridgerton parte fortissimo

Grande partenza per la seconda stagione di Bridgerton, mentre The Adam Project e Granchio nero entrano nelle top ten di Netflix di tutti i tempi. Dati stabili per Studio Battaglia su Rai Uno…

Auditel – Rai
Continua a calare Noi, la serie remake di This is Us, che questa domenica 27 marzo ha ottenuto 3.315.000 spettatori e il 15,3% di share, dopo i 3.342.000 spettatori e il 15,8% della settimana precedente.

Lunedì 28 marzo invece Studio Battaglia si è mantenuto su livelli interessanti, con 4.260.000 spettatori e il 19%, dopo che martedì 22 marzo aveva conquistato 4.039.000 spettatori pari al 18,7%, mentre all’esordio 4.183.000 spettatori e il 18,91%.

Mercoledì 23 marzo è partita su Rai Due la seconda stagione di Volevo fare la rockstar, che aveva chiuso la prima stagione con una serata finale da 1.556.000 spettatori e il 7,2%. Questa volta – complici probabilmente anche i due anni e mezzo di distanza, che sicuramente non hanno aiutato la memoria del pubblico – il risultato è decisamente inferiore: 994.000 spettatori e il 4,35%.

Fonte dati Auditel di Rai/Mediaset/La7/Sky: Davidemaggio.it

Netflix
E’ impossibile questa settimana non iniziare dall’esordio di Bridgerton. D’altronde, la prima stagione è ancora adesso il miglior risultato di una serie nella storia di Netflix, con 625,4 milioni di ore nei suoi primi 28 giorni. Bene, possiamo dire che quel record rischia di essere battuto, considerando che questa seconda stagione ha aperto con 193 milioni di ore. E’ vero che c’è stato chi ha fatto meglio, ossia Inventing Anna (195,9M), ma quel dato era relativo alla seconda settimana, quando gli ascolti di solito aumentano (Inventing Anna aveva aperto con 75M nella prima settimana). Ed è inutile dire che, come sempre in questi casi, in top ten troviamo anche un’altra stagione della serie che fa ascolti record (d’altronde, per chi non l’aveva mai vista, è stata l’occasione per iniziare), e così la prima stagione si è piazzata al terzo posto con 32,2M.

Nel mezzo, un risultato molto interessante per la serie real-culinaria Is It Cake? – Dolci impossibili, che esordisce al secondo posto grazie a 48,9M. A chiudere il dominio di Shonda Rhimes sull’universo mondo, la quinta posizione di Inventing Anna, che alla settima settimana, si porta a casa altri 28,9M. Dopo questa doverosa introduzione, passiamo alle nostre somme delle varie top ten di Netflix di questa settimana:

Totale ore Top Ten Film (Inglese): 122.320.000 (175.830.000)
Totale ore Top Ten Film (Non inglese): 109.280.000 (88.100.000)
Totale ore Top Ten Film (Inglese e non inglese): 231.600.000 (263.930.000)

Totale ore Top Ten Tv (Inglese): 436.520.000 (286.860.000)
Totale ore Top Ten Tv (Non inglese): 154.730.000 (149.490.000)
Totale ore Top Ten Tv (Inglese e non inglese): 591.250.000 (436.350.000)

Tutto sommato, è interessante notare come, nonostante il grande balzo in avanti delle serie in inglese, quelle in lingua non inglese siano state in grado non solo di resistere, ma anche di migliorare un po’.

In questa categoria, inutile dire che continua il dominio delle serie coreane, visto che occupano i primi due posti, cinque dei primi sette e sei dei primi nove. In testa rimane ancora Business Propossal con altri 30,9M, seguito da Twenty Five Twenty One con 24,1M, entrambe in miglioramento (la scorsa settimana, avevano fatto rispettivamente 23,4M e 21M).

Terzo posto per la colombiana Café con aroma de mujer, che spezza la lunga fila di bandiere coreane, con altri 18,2M nella sua tredicesima settimana. Quarta posizione invece per Forecasting Love and Weather (14,4M), sesto è La giudice (12,5M), settimo Non siamo più vivi (11,3M) e nono Thirty-Nine (10,4M). L’unica vera novità in questo panorama stabile, è il quinto posto del polacco Cracow Monsters con 13,2M.

E veniamo ai film in lingua inglese, dove per la terza settimana è in testa The Adam Project, grazie a 31,7 milioni di ore, comunque in forte flessione rispetto a sette giorni fa, quando faceva segnare 85,3M. Così, il film è già nella top ten all time, al settimo posto con 209 milioni. E’ chiaro che non avrà problemi a superare The Unforgivable e The Irishman (entrambi a 214M), il dubbio è se toglierà il quarto posto a Extraction (231M), probabilmente no. E in generale, dopo quella prima settimana (92,4M), forse era lecito aspettarsi un dato più alto sui 28 giorni. Interessante comunque come The Adam Project abbia riportato in top ten anche 6 Underground (altro titolo con Ryan Reynolds), settimo con 7,4M.

Rimangono stabili sul podio Agente speciale Ruby (secondo con 17 milioni) e Gemini Man (16,4M). Seguono Windfall (15,9M, in salita dal settimo posto con cui aveva esordito), John Wick – Capitolo 2 con 7,8M e I morti non muoiono con 7,5M.

E’ comunque la settimana dei titoli che finiscono nella top ten all time, visto che tra i film in lingua non inglese Granchio nero si conferma in testa e lo fa con 40,5M, dopo i 35,9M della settimana precedente. Così, dopo solo due settimane, è già il quinto film più visto nella storia di Netflix con 76,4M. Il podio è assicurato (in terza posizione c’è infatti Dalla mia finestra con 92M), quindi l’obiettivo ora è superare i primatisti Il buco (108M) e Blood Red Sky (110,5M). Non è semplice, ma neanche impossibile, sarà fondamentale vedere la tenuta la prossima settimana.

Esordio in seconda posizione per il turco In buone mani con 28,9M, mentre è terzo il peruviano La parola addio non esiste con 13,8M e l’indiano ’83 con 10,5M. Da notare che il già citato Dalla mia finestra è ancora saldamente in top ten, al settimo posto con 2,5M.

Infine, uno sguardo alle top ten italiane. E’ interessante notare come The Adam Project sia solo terzo da noi e sia stato battuto sia da Granchio nero che da In buone mani. E mentre Tolo Tolo rimane in top ten (al quinto posto), entra nei primi dieci il titolo di catalogo Arrivano i prof, che si piazza in ottava posizione. Per quanto riguarda le serie, oltre ovviamente al dominio di Bridgerton (primo con la seconda stagione, quarto con la prima), da notare il secondo posto di Pretty Little Liars e il terzo di Alessandro Cattelan – Una semplice domanda.

Fonte dati Netflix: Top 10 Netflix

Nielsen
Non ci sono grandi cambiamenti nella classifica Nielsen della settimana 21-27 febbraio. In effetti, in testa rimane Inventing Anna con 2,084 miliardi di minuti (aveva aperto sette giorni fa con 3,283 miliardi di minuti), mentre Love Is Blind resta secondo con 1,369 miliardi di minuti (aveva fatto 1,439 miliardi di minuti una settimana fa, quindi sostanzialmente non ha perso nulla).

Inutile dire che Encanto rimane nelle parti alte della classifiche, terzo con 1,162 miliardi di minuti, con una flessione praticamente impercettibile, visto che la settimana scorsa era a 1,224 miliardi di minuti. E’ la decima settimana di fila per questo titolo nella top ten, un record.

Debutta al quinto posto (terzo tra i film) Free Guy, che ottiene 1,025 miliardi di minuti, mentre è quarto il film di Netflix A Madea Homecoming, con 1,037 miliardi di minuti.

Rimane decima anche questa settimana La fantastica signora Maisel, grazie a 719 milioni di minuti, un bel balzo in avanti rispetto ai 499 milioni di minuti dell’esordio, ma d’altronde sono aumentate le puntate dell’ultima stagione a disposizione.

Fonte: Nielsen

Robert Bernocchi
E' stato Head of productions a Onemore Pictures e Data and Business Analyst at Cineguru.biz & BoxOffice.Ninja. In passato, responsabile marketing e acquisizioni presso Microcinema Distribuzione, marketing e acquisizioni presso MyMovies.
Top