Home > Infografiche > Un marzo disastroso

Un marzo disastroso

E’ stato un altro mese deludente al botteghino italiano, che porta i dati del 2019 a una flessione molto preoccupante rispetto allo scorso anno...

Quando si è toccato il fondo, si può sempre provare a scavare. Almeno, è quello che sembra fare il botteghino italiano in questo 2019, che ha visto appena terminare un mese di marzo decisamente inferiore alle attese.

Analizziamo meglio i risultati, iniziando dai dati di marzo degli ultimi 10 anni, come potete vedere nell’infografica sotto (qui la versione interattiva):

Insomma, come evidente sopra, non è solo il peggior marzo degli ultimi 10 anni, ma bisogna tornare a quello del 2004, in cui si erano ottenuti 45.875.694 euro, per trovare un dato peggiore.

Inutile dire, è decisamente una sorpresa, considerando quanto era stato brutto il marzo del 2018 (anche quello decisamente il peggiore degli ultimi 10 anni). Ma confrontiamo i maggiori 10 risultati di marzo 2019 (qui l’interattiva):

con la top ten di marzo 2018 (cliccate qui per la versione interattiva):

Uno dei motivi per cui eravamo fiduciosi è che, a marzo 2018, solo un titolo aveva superato i 4 milioni, mentre erano 3 ad aver fatto meglio di 3 milioni (pochi, quindi). Insomma, dati molto bassi e sconfortanti. Tuttavia, a marzo 2019 evidentemente non è andata meglio. Il problema chiaramente non sono i film che hanno ottenuto il maggior incasso a marzo 2019 rispetto a marzo 2018, quindi Captain Marvel, che ha decisamente fatto il suo (e forse anche più delle legittime attese). E, in generale, i primi quattro film di marzo 2019 ottengono più dei rispettivi quattro posti di marzo 2018. Il problema sono le posizioni successive. Basti dire che l’anno scorso i film dalla quinta all’ottava posizione conquistavano tutti più di due milioni, mentre quest’anno già il quinto sta decisamente sotto i due milioni. Insomma, è mancato un solido prodotto medio. Ed è mancato anche il prodotto italiano che funziona veramente bene, ma questo punto lo approfondiremo nei prossimi giorni.

Infine, è il caso di capire meglio come siamo partiti (spoiler: malissimo) in tutto il 2019. In questo senso, vediamo la classifica dei primi 3 mesi negli ultimi 10 anni (qui trovate la versione interattiva):

L’unica ‘soddisfazione’, è che non si tratta del peggior risultato degli ultimi dieci anni, visto che (per poco) gennaio-marzo 2013 ha fatto peggio dei primi tre mesi del 2019. Tuttavia, siamo decisamente su livelli bassissimi e preoccupanti, che non possono realmente soddisfare nessuno, visto che stiamo quasi 20 milioni sotto il dato del 2018 (-9,7%), un anno mostruosamente deludente.

E per questo mese di aprile, cosa possiamo aspettarci? L’anno scorso aprile 2018 aveva ottenuto 43,2 milioni, di cui una fetta importante (10,8 milioni) arrivava da Avengers: Infinity War. Il 24 aprile arriva Avengers: Endgame, che probabilmente otterrà dati simili. Di sicuro, possiamo aspettarci incassi importanti da After (11 aprile) e da Ma cosa ci dice il cervello (18 aprile), che riporta al cinema la coppia Milani-Cortellesi dopo il grande successo di Come un gatto in tangenziale. Considerando che aprile 2018 aveva avuto come secondo incasso Ready Player One (film in realtà uscito a marzo) con 3,2 milioni e come terzo risultato Rampage – Furia animale con 2,4 milioni, non ci dovrebbero essere problemi a far meglio. Ma lo avevamo detto anche per marzo 2019, quindi speriamo proprio di non sbagliarci anche questa volta…

Robert Bernocchi
Robert Bernocchi
Story editor & Data Analyst at Pepito Produzioni e Data and Business Analyst at Cineguru.biz & BoxOffice.Ninja. In passato, responsabile marketing e acquisizioni presso Microcinema Distribuzione, marketing e acquisizioni presso MyMovies.
Top