Home > Distribuzione > Intervista a Massimo Proietti e Marco D’Andrea

Intervista a Massimo Proietti e Marco D’Andrea

Massimo Proietti e Marco D'Andrea, Direttore Marketing e Sales Director di Universal Pictures International Italy, ci parlano dell'estate al cinema e del loro listino...

media TOP

L’inizio di giugno 2017 ha fatto segnare dei dati inferiori a quelli dell’analogo mese del 2016, nonostante ci siano film americani importanti. Che riflessioni possiamo fare in proposito?

Marco D’Andrea: Nell’inizio dell’estate, i dati non solo sono peggiori del 2016, ma molto peggiori del 2015, anche quello un anno senza campionati europei o mondiali di calcio. Tutti dicono che il problema è l’estate, ma non siamo mai riusciti a trovare un’idea comune per risolverlo insieme. Paradossalmente, nel 2000, quando abbiamo lanciato Mission Impossible 2, quello era percepito come un evento, oggi non c’è più nemmeno questa percezione, senza pianificazione comune il periodo è molto vicino ad un punto senza ritorno.

In questo senso, in estate si avverte molto la mancanza di un film d’animazione che esca magari a giugno…

D’Andrea: ci sono sicuramente dei precedenti di uscite estive che hanno funzionato, come Cars 2 e Toy Story 3, ma a spot non serve a nulla. Io credo che quando gli animation usciranno in estate e saranno in linea con il boxoffice degli altri Paesi europei potremo dire di aver trionfato, ma per far sì che ciò accada, torno a dire che ci vorrebbe una pianificazione comune per un periodo a medio-lungo termine (4 anni) e con delle regole molto chiare per tutti.

Massimo Proietti: per fornire una prospettiva più ottimistica, voglio dire che l’Italia è l’unico mercato al mondo (tra i Paesi occidentali già ‘maturi’) con un potenziale di crescita spaventoso, visto che assistiamo a un paradosso. In effetti, da noi la gente va al cinema soprattutto tra ottobre e marzo, quando non c’è una grande ricchezza di prodotti e noi come major abbiamo film più deboli come potenziale di box office. Quando invece negli Stati Uniti escono tanti film importanti a cavallo dell’estate, il pubblico italiano va meno al cinema. Se riuscissimo a riequilibrare questa situazione, arrivare a 130 milioni di biglietti non sarebbe certo impossibile. Peraltro, il nostro film Fortunata sta entrando adesso nel quinto weekend proiettato in un centinaio di schermi. Sarebbe stata impossibile una tenuta del genere in autunno o inverno.

D’Andrea: io penso comunque che questo mercato abbia un buonissimo potenziale di crescita, perché abbiamo un parco sale importante, in cui i multiplex non mancano, così come ci sono una serie di cinema cittadini che fanno risultati buoni per un pubblico più adulto. In inverno quindi abbiamo questo tipo di sale da sfruttare e che possono programmare con successo film di qualità, come Allied o La teoria del tutto, cosa che potrebbe essere anche più efficace se riuscissimo a distribuire meglio i film d’estate. Tutto questo va salvaguardato.

Qual è il listino che presenterete a Riccione?

Proietti: Il 17 agosto avremo Atomica bionda, un film forte e divertente, che per noi rappresenta una sfida importante, tanto che lo faremo vedere a Riccione, così gli esercenti avranno modo di capire di cosa parliamo. La nostra uscita più forte del semestre, sempre ad agosto ma una settimana dopo, è quella di Cattivissimo me 3. Poi avremo molto cinema di qualità e adulto, come il film di Sofia Coppola passato in concorso a Cannes, L’inganno, Vittoria e Abdul di Stephen Frears e L’Uomo di Neve con Michael Fassbender, tratto dal romanzo di Jo Nesbø. A settembre avremo ancora Tom Cruise in Barry Seal – Una Storia Americana, un film divertente, una sorta di Prova a prendermi ambientato nel mondo del traffico di cocaina, che piacerà ai fan della serie Narcos. Poi ci sarà un prodotto della Blumhouse a novembre, Auguri per la tua Morte, che mi ha ricordato Scream e So cosa hai fatto, una versione horror teen e piena di citazioni di Ricomincio da capo, in cui alla fine della giornata la protagonista viene uccisa e si risveglia sapendo che il giorno si chiuderà con la sua morte. Infine, il nostro film di Natale di De Laurentiis, che verrà presentato a Riccione. A Riccione verrà anche annunciato il film di Verdone, che uscirà nel 2018, così come presenteremo l’acquisizione del nuovo film di Sorrentino.

Cineguru è a Cinè 2017 con uno speciale che trovate in distribuzione gratuita a Riccione e raccoglie le interviste fatte in preparazione della manifestazione e una riflessione sul cinema tra 10 anni. Tutti gli articoli relativi alla manifestazione sono raccolti a questo link

Top