You are here
Home > News > HBO e HBO Max hanno raggiunto i 73,8 milioni di abbonati nel mondo

HBO e HBO Max hanno raggiunto i 73,8 milioni di abbonati nel mondo

Un risultato al di sopra delle stime di WarnerMedia. Per il CEO Jason Kilar, il 2021 è stato “l’anno della svolta per HBO Max”

Come ha affermato il CEO di WarnerMedia Jason Kilar, durante un’intervista rilasciata a Deadline, il 2021 è stato “l’anno della svolta” per HBO Max. Sommando infatti gli abbonati alla piattaforma streaming e quelli alla rete via cavo HBO, la cifra di fine 2021 è di 73,8 milioni di abbonati. Le proiezioni della compagnia erano di 70/73 milioni per la fine dell’anno.

Un traguardo ancora più importante se consideriamo quali erano i piani di WarnerMedia da qui al 2025. Come ha spiegato Kilar in un documento intero pubblicato su Twitter:

A ottobre 2019, durante un evento con gli investitori, avevamo rivelato che la nostra proiezione era di 75-90 milioni di abbonati HBO + HBO Max nel mondo per la fine del 2025. Visto dove siamo finiti nel 2021 – a circa 73,8 milioni – abbiamo quasi raggiunto questo obbiettivo con quattro anni (!) di anticipo.

La partenza di HBO Max, a maggio 2020, era stata piuttosto lenta, ma poi la piattaforma aveva iniziato a ingranare trovando posto sui dispositivi Roku e Amazon e dunque accesso ai salotti di molti americani. A livello globale è stata lanciata a partire da giugno scorso in 46 altri territori, e arriverà in 27 paesi europei entro la fine di quest’anno. Passerà però del tempo prima che possa arrivare nel nostro paese, ma anche nel Regno Unito e in Germania, dove fino al 2024 saranno in vigore gli accordi con Sky.

HBO Max ha anche tratto beneficio dall’uscita simultanea dei film Warner Bros. nelle sale e sulla piattaforma per tutto il 2021 (l’ultimo dei quali è stato Matrix Resurrections). Da quest’anno i film prodotti per le sale torneranno ad avere una finestra esclusiva di 45 giorni nei cinema, ma arriveranno anche titoli realizzati esclusivamente per HBO Max. Altri ancora arriveranno day-and-date nelle sale e su HBO Max. Spiega Kilar:

Abbiamo dato ai nostri clienti il potere della scelta nel mezzo di una pandemia. Ci siamo assicurati che i cinema di tutto il mondo potessero programmare con regolarità 18 film di primaria importanza (a partire da Wonder Woman 1984), tutti sostenuti da vere campagne marketing, nel mezzo di una pandemia… mentre i nostri competitor stavano vendendo molti dei loro film a servizi streaming o li stavano rimuovendo dal calendario theatrical del 2021. Ci siamo presi un rischio ponderato (e alcune comprensibili critiche), e ha funzionato.

Altri dettagli verranno forniti a fine mese, durante la conferenza con gli investitori sui risultati del quarto trimestre 2021. Allora si parlerà anche della suddivisione di iscritti tra Nord America e resto del mondo.

Risultato notevole? Un eufemismo

Nel documento condiviso su Twitter, Kilar scrive:

Dire che questo è un risultato notevole sarebbe un eufemismo. Questa performance è ben oltre quelli che erano i nostri più attenti piani a inizio 2021.

E aggiunge:

Abbiamo lanciato HBO Max in altri 45 (!) paesi nel 2021. Dall’Argentina ad Andorra, stiamo rapidamente diventando globali.

Infine, Kilar fa notare che, nei primi tre trimestri del 2021, HBO e HBO Max hanno accolto 3 milioni di nuovi abbonati in più nei soli Stati Uniti rispetto a quanto fatto da Netflix in USA e Canada nello stesso lasso di tempo.

Top